Il nuovo Corpo Direttivo

 

00000010

 

PRIMA PARTE

Oggi abbiamo il raro privilegio, inaspettato, di intervistare Fratello Uno. Le espressioni sono tradotte in italiano, speriamo di farlo nel modo migliore

F. Fratello Uno, é un onore averti ospite del nostro blog

U. Volevo dire anche io qualcosa.

F. Siamo tutto orecchi

U. Volevo spiegare a chi legge qui, cosa ha spinto a scrivere la Torre di Guardia del 15/4 92 sui netinei.

F. Se non sbaglio, era la rivista in cui veniva fatto l´annuncio che nei comitati del Corpo Direttivo entravano non-unti

U. Esatto. È una rivista di cui, la stragrande maggioranza della nuova generazione di testimoni di Geova, anziani compresi, ignora assolutamente l´esistenza. Non so se avete fatto caso, ma quella rivista, che ha annunciato il più grande cambiamento nella storia moderna dei TdG, non é stata mai più citata o studiata.

F. In effetti, ora che ce lo fai notare, é un po strano

U. Vorrei spiegare cosa ha portato a scrivere quell´articolo e a prendere quella decisione

F. Pendiamo dalle tue labbra.

U. Ci furono sostanzialmente tre motivi: di ordine etico, di ordine pratico, di ordine scritturale

F. Solo un momento, Fratello Uno, per chiarire la cosa per chi ci segue. Stiamo spiegando il perché é stato permesso a NON-unti di entrare a far parte dei Comitati del Corpo Direttivo, invece di prendere altri unti

U. Esatto. Iniziamo col dire che, quello che venne scritto nella rivista, nel senso che, nel 1990, gli unti diventavano vecchi e non c´erano altri nuovi, é stata una clamorosa bugia.

F. Abbiamo le prove?

U. Si capisce che abbiamo le prove. Successivamente a quella rivista, sono stati nominati altri 8 membri del Corpo Direttivo, 7 dei quali formano l´attuale Corpo Direttivo. Questi non sono caduti dal cielo. Nel 1990 erano tutti unti, e molti di loro avevano già grosse responsabilità nella nostra organizzazione. E come loro, ce ne sono centinaia di altri, anziani, sorveglianti viaggianti, beteliti, tutti sia nominati che unti. Avrebbero potuto tranquillamente usare loro per allargare i comitati del Corpo Direttivo

F. E perché non fu fatto?

U. Si capì, anche se non venne mai scritto, che gli unti non erano nessun canale tra Dio e gli uomini.

F. Anche di questo abbiamo prove?

U. Si capisce. Adunanza Annuale del 2012, tutti gli unti vengono “destituiti” pubblicamente, e senza averli nemmeno avvisati, dal loro incarico di Canale tra Dio e gli uomini. Sono stati tecnicamente rimossi dal loro incarico pubblicamente, come avviene in un Comitato per la rimozione di un anziano. Ma, ti ripeto, lo avevamo capito 20 anni prima.

F. E perché non venne detto 20 anni prima?

U. Perché era una delle dottrine a cui tutti erano più affezionati. Addirittura, secondo un sondaggio interno, l 85 per cento dei fratelli, anziani compresi, non ha nemmeno compreso che c´é stato questo cambiamento, e che ora pensiamo che solo il Corpo Direttivo, e non gli unti, danno cibo a suo tempo.

F. Capisco. Quindi il primo motivo per cui avete fatto entrare NON-unti nei Comitati del Corpo Direttivo é perché avete capito che gli unti non rappresentavano lo schiavo fedele e discreto. Altri motivi?

U. Si, un altro motivo é di ordine etico, e si chiama “generazione”. Questo é un argomento molto sensibile. Dai nostri sondaggi, questo é uno dei pochi argomenti sul quale potrebbe scoppiare una ribellione in massa, una vera grande apostasia. Ti spiego. Abbiamo fornito una data dalla quale non si torna indietro: il 1914. Cancellare il 1914 vorrebbe dire la fine dei Testimoni d Geova. Abbiamo anche una promessa da cui non si torna indietro. Non sarebbe passata una generazione dal 1914 prima che arrivasse la fine. I fratelli hanno vissuto, e in alcuni casi sono morti, per quella promessa. Non si poteva cancellare alla leggera.

F. E quindi?

U. Beh, la matematica non é una opinione. Nelle Scritture, secondo il Salmo 90:10, una generazione si può allungare al massimo fino a circa 80 anni. Allungarla oltre non sarebbe scritturale. Quindi 80 anni dal 1914, fa 1994. La fine doveva venire necessariamente entro quella data, o sarebbe stata la prova che ci saremmo sbagliati. Abbiamo voluto dare un segnale forte ai fratelli, che durasse almeno una decina d´anni, di questo tipo: cari fratelli, siamo così convinti che noi stiamo per andare in cielo, che iniziamo a mettere nei posti che contano membri NON-Unti, visto che gli unti stanno per andare in cielo.

F. E ha funzionato?

U. Ha funzionato a meraviglia. Se controllate i rapporti, noterete che nei primi anni 90 abbiamo raggiunto il picco assoluto nel rapporto ore di predicazione/battezzati. Da allora, purtroppo, abbiamo solo una discesa inesorabile.

F. Scusa Fratello Uno, e la spiegazione delle due generazioni sovrapposte?

U. Una bugia non raccontata bene e facilmente smentibile. Non raccontata bene perché non poggia su una scrittura chiara. Facilmente smentibile perché, basterebbe aprire la Bibbia in Giobbe 42:16 e ti spiega che un periodo di 140 anni, in quel tempo, corrisponde non a due generazioni che si sovrappongono e che formano una sola generazione, ma a QUATTRO GENERAZIONI distinte e separate. E la Scrittura non si può annullare. Quindi una generazione non si può spingere oltre il periodo descritto da Salmo 90:10, di 70 o 80 anni. Oltre quel periodo, diventa una seconda generazione, una terza e simili.

F. Micidiale. E Splane lo sa?

U. Te la faccio io la domanda: e tutti i 300 comitati di traduzione che stanno traducendo Giobbe 42:16 pensi che non lo sappiano? Si sa, ma conviene a tutti non dirlo.

F. Se non sbaglio avevi parlato di un terzo motivo, che ha spinto il Corpo Direttivo a fare entrare membri NON-Unti.

U. Si abbiamo avuto motivi di ordine pratico. Come direbbe un noto esponente della chiesa cattolica, il cardinale Marcinkus, la Watchtower non si governa con gli “Ave Maria”. Una organizzazione strutturata come la nostra, che stampa, investe, compra, vende, fa marketing, produce vide, insomma, che fa tutto quello che noi facciamo, ha bisogno di gente specializzata nei vari settori per non fallire. Servono pubblicitari, esperti ti tendenze, psicologi, broker e simili. In poche parole servono specialisti. Era diventato evidente che il Corpo Direttivo cosi come era stato concepito, un gruppo di persone che aveva come sola credenziale la sua fede e la sua carriera cristiana, non bastava più.

F. Quindi?

U. Quindi abbiamo dato il via alla più profonda ristrutturazione non annunciata della nostra storia. Prima i membri del Corpo Direttivo venivano presi per quelli che erano, perché si pensava che Geova in qualche modo li indicasse. Per esempio, il fratello Poetzinger, quando venne chiamato come membro del Corpo Direttivo, era solo un sorvegliante viaggiante. Da quel momento in poi , invece, si inizio a selezionare i candidati, poi ad addestrarli nei comitati, e solo dopo questo vennero nominati membri del Corpo Direttivo

F. È stato un bene o un male

U. È stato un bene se vediamo la cosa con occhio umano. Se ti nomino come autista, voglio prima vedere la tua patente. È stato un errore clamoroso se visto con l´occhio della fede. Amos era un pungitore di fichi di sicomoro. Quando Geova lo chiamò per fare il profeta, non lo mandò prima a scuola e non lo scelse tra tutti i probabili candidati. Uno o é nominato Schiavo dal Signore o non é nominato Schiavo. Facendo in questo modo, é evidente che siamo noi a scegliere e nominare chi vogliamo che faccia parte di questo Schiavo, non il Signore.

F. Poi cosa accadde?

U. Nella stessa ottica, si trovò l´appiglio scritturale dei netinei. Un appiglio piccolo piccolo dobbiamo dire, anzi forse troppo piccolo, ma insomma, l´appiglio c´era. Quindi prendemmo tutti i fratelli che nelle filiali aveva già dato prova di essere capace di dirigere e organizzare, e anche se erano membri della grande folla, e NON-Unti, li abbiamo fatti sedere nei comitati del Corpo Direttivo

F. Ma non avete pensato che questo fatto negasse l´idea solo gli unti fossero il Canale tra Dio e gli uomini?

U. Si, il rischio che i fratelli non accettassero il cambiamento esisteva ed era reale. Per questo non ne abbiamo più parlato per 20 anni. Non parlandone, la cosa si risolse da se.

F. Risultati?

U. Inizialmente molto positivi. Finché non si passo al terzo allargamento.

F. Cosa si intende per terzo allargamento?

U. Si intende che, dopo il Corpo Direttivo, dopo i suoi Comitati, si é creata una terza cerchia di uffici, comitati e simili direttamente collegata con il Corpo Direttivo. Li sono iniziati i problemi.

F. Cosa vuol dire?

U. Vuol dire che, mentre nella prima cerchia abbiamo fratelli su cui la spiritualità conta al 80 per cento e le capacità al 20 per cento, se nella seconda cerchia abbiamo 60 per cento spiritualità e 40 per cento capacità, nella terza cerchia abbiamo 80 per cento di capacità, e 20 per cento spiritualità. Nella terza cerchia lavorano i professionisti. Avvocati, ingegneri edili, specializzati in informatica, insegnanti, grafici, pubblicitari e via discorrendo. Ora, é vero che si cerca, ad esempio, un avvocato che sia anche spirituale. Ma a volte, devi accontentarti che sia un betelita fedele. A volte si deve soprassedere,

Ora, questi fratelli della terza cerchia, sono estremamente capaci. Non tutto assieme, ma col tempo, molti compiti chiave sono slittati dalla prima cerchia, alla seconda cerchia, per finire alla terza cerchia. Ad esempio, come Geoffrey ha spiegato davanti al giudice, le pubblicazioni non le scrive la prima cerchia (il Corpo Direttivo), non le scrive la seconda cerchia (il Comitato degli Scrittori), ma le scrive la terza cerchia (il Dipartimento degli Scrittori). Oppure, se si deve comprare o vendere una nuova Betel, non le decide la prima cerchia (il Corpo Direttivo), non lo decide la seconda cerchia (il Comitato Editoriale), ma lo decide la terza cerchia (il Dipartimento degli Acquisti). La prima e la seconda cerchia si limitano a dare l´ok, che fino alla crisi finanziaria che ci ha colpiti, era scontato.

La conseguenza é stato un progressivo decentramento delle responsabilità. Fino alla situazione attuale, in cui abbiamo un Corpo Direttivo che non produce più nulla, ma che si limita ad avere la funzione di Guardiani della Fede, come ha detto Geoffrey. Si limita a controllare che nulla che venga fatto violi la nostra “dottrina”. Ma cosa fare, come fare, quando fare, lo decidono altri.

F. Ma questo decentramento chi l´ha deciso? La prima cerchia, la seconda o la terza.

U. Si sono creati meccanismi e situazioni inevitabili. Esempio. Le nostre riviste, fino a un paio di anni fa, per oltre 100 anni hanno detto che lo Schiavo di Matteo 24:45 esisteva dal primo secolo, e scritturalmente é una spiegazione del tutto corretta, specialmente se analizziamo Marco 13:34-37. Era evidente a tutti che la storia di Matteo 24:45 era solo una parabola, non una profezia. Era evidente a tutti che questa parabola abbracciava un periodo di 1900 anni circa. Con quali conseguenze? Come non era “guidato da Dio” il cibo spirituale degli “schiavi” che esistevano a partire dal primo secolo (che insegnarono un sacco di cose sbagliate), non poteva considerarsi “guidato da Dio” nemmeno l´attuale Schiavo. È logico no?

Ora, se tu sai che non puoi dire di essere guidato da Dio, non puoi importi oltre un certo limite su certe decisioni. Quindi pian piano, chi é più preparato di té, prende il sopravvento. Quindi, mano mano, la terza cerchia che si é andata formando, ha preso in mano la situazione.

F. Di fatto quindi, non siamo guidati dagli unti, ma da vari comitati, uffici e simili, tutti altamente specializzati ma che dal punto di vista spirituale, sono bravi fratelli come tanti, ma nulla di più

SECONDA PARTE

Il fratello Geoffrey Jackson del  Corpo Direttivo, durante una audizione di fronte alla Commissione Reale sugli abusi sui minori in Australia, ha dovuto menzionare questi cambiamenti, fra l´incredulitá generale.

Molti di noi sono rimasti con la curiositá: ma allora come é strutturato sul serio il Corpo Direttivo? Di quanti parti é formato? Chi decide? Dove si trovano gli unti in questo organismo allargato?

Il caro Fratello Uno ci ha mandato un grafico che, pur non copiando quello originale, per ovvi motivi, lo riproduce fedelmente. Successivamente tornerá a commentarlo insieme a noi.

Comunque, nel grafico appare evidente il “Primo cerchio”, i sette membri unti del Corpo Direttivo

Appare evidente il “Secondo cerchio”, formato da 30 assistenti di cui quasi nessuno é un unto

Appare poi il “Terzo cerchio”, in cui lavorano centinaia di specialisti dei rami piú disparati, tutti esperti nel proprio settore, e di cui nessuno di loro dichiara di essere unto. Sono loro che fanno il lavoro, producono articoli delle riviste, articoli dei libri, traducono, studiano, fanno ricerche, insomma tutto quello che il Testimone di Geova medio pensa sia fatto dal Corpo Direttivo

Certo, fa una strana sensazione vedere come la Tesoreria, dove girano i soldi, non é sotto il Corpo Direttivo, ma sotto il Comitato Editoriale. Fa un certo effetto vedere che esiste un dipartimento per la Salute (dei beteliti) e uno per i viaggi (dei beteliti).

TERZA PARTE

Come funziona quindi l´odierno Corpo Direttivo?

Senza scomodare il “Fratello Uno”, lasciamo che siano le stesse parola di Geoffrey Jackson, durante l´audizione davanti alla Corte Reale Australiana, a chiarirci le cose. Ecco uno stralcio della conversazione:

Angus Stewart: Potrebbe spiegarci,  signor Jackson, la struttura dei Comitati del Corpo Direttivo e come si rapportano al Corpo Direttivo? Vale a dire, i Comitati riferiscono direttamente e sono rapportabili direttamente al Corpo Direttivo nella sua interezza, o come funziona?

Geoffrey Jackson: Grazie, signor Stewart. Sì, il Corpo Direttivo, come ho già detto, ha sette membri. Come si può comprendere, con 8,2 milioni di membri attivi dei Testimoni di Geova, con circa 20 milioni di associati, non c’è modo per i sette membri del Corpo Direttivo di essere aggiornati su tutti gli aspetti del nostro lavoro. Così il Corpo Direttivo è suddiviso in vari Comitati. Ovviamente nel modo in cui funzionano Comitati vi è una certa misura di fiducia, perché gli uomini che sono stati nominati in tali Comitati hanno una certa esperienza sul funzionamento di diversi settori. Ma se posso anche citare qualcosa che penso che la Commissione non ha notato è che c´é uno stuolo di 30 Aiutanti del Corpo Direttivo, e questi aiutanti non si uniscono al Comitato del Corpo Direttivo, ma a vari Comitati, e ci aiutano nella formulazione delle raccomandazioni e nell’attuazione delle procedure.

 Angus Stewart: Grazie, signor Jackson. E ‘vero che gli aiutanti partecipano anche agli incontri del Corpo Direttivo che si svolgono settimanalmente, ma non prendono decisioni ?

Geoffrey Jackson: No, normalmente non frequentano la riunione che il Corpo Direttivo ha ogni Mercoledì, a meno che, naturalmente, ci sia bisogno di alcuni contributi speciali da uno di essi o da diversi di essi. In questi casi possono essere invitati, se necessario. Ma lei ha ragione nel dire che non votano.

Angus Stewart:  Quindi è giusto dire che i comitati sono riferibili al Corpo Direttivo?

Geoffrey Jackson: Sì, in ultima analisi, il Corpo Direttivo sovrintende al lavoro dei Comitati, ma come le ho detto prima, c’è una misura di fiducia nello svolgimento dei lavori dei Comitati .Se posso fare un esempio, io sarei l’ultima persona sulla terra a cui chiedere informazioni per quanto riguarda i dettagli delle costruzioni. Ma il Comitato Editoriale gestisce le nostre costruzione in tutto il mondo, e così loro hanno più familiarità con questo tipo di cose. Noi ci fidiamo di loro e cosí facciamo passare sulla fiducia la maggior parte delle loro decisioni.

Angus Stewart:  Lei ha detto che il Corpo Direttivo ha attualmente sette membri. Come è possibile determinare quanti membri comporranno il Corpo Direttivo di volta in volta?

Geoffrey Jackson: Il Corpo Direttivo puó avere un qualsiasi numero di membri che lo compongono. Negli ultimi decenni – per esempio, quando ero nominato nel Corpo Direttivo, ce ne sono stati 12. Credo che il numero sia stato 18 in un certo punto. Ma la qualifica di membro del Corpo Direttivo coinvolge qualcuno che è considerato un Testimone unto, che ha lavorato scritturalmente, con un retroscena scritturale, sia come missionario o come ministro a tempo pieno per molti anni, ed è in grado di svolgere il ruolo di membro del Corpo Direttivo, che è, se posso dirlo, un gruppo spirituale di uomini che sono i Guardiani della Dottrina. E come Guardiani della Dottrina, essi prestano attenzione che le cose che devono essere decise lo siano sulla base delle nostre dottrine, che si basano a loro volta sulla nostra Costituzione, la Bibbia.

Fine citazione

Quindi il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova é passato dall´essere il “dispensatore di Cibo a suo tempo” ad essere solo “un guardiano della fede”, un arbitro, e niente di più. Amen.

 

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.