Prima pagina


Le menti nobili

  Nell’ultimo anno e mezzo 103.907 diversi computer si sono collegati almeno una volta con il sito Geova.ORG. Ma quante delle persone che si trovavano dietro questi computer hanno realmente letto, approfondito, meditato su quanto veniva scritto? Quanti si sono presi il tempo per andare a rileggersi gli articoli scritti nel passato per avere una visione d’insieme? E quanti invece semplicemente hanno curiosato e sono andati via? Grazie ai potenti mezzi messi a disposizione di Google Analytics, al quale Geova.ORG è collegato, abbiamo fatto una ricerca ragionata. Abbiamo visto quanti gruppi di utenti di determinate città tornano sul sito Geova.ORG almeno 4/5 volte e restano a leggere gli articoli scritti per un periodo superiore ai 5 minuti. Un atteggiamento simile evidenzia qualcuno che si prende il tempo di cercare, di andare a leggere i vecchi articoli e di capire. Quanti “gruppi di studio” si sono formati grazie a Geova.ORG nelle singole città? Vi proponiamo i dati.

button 3

 

 


Un nuovo membro del Corpo Direttivo?

 

button 3

 

 


Una profezia per il XXI secolo

 

 

button 3

 

 


Dialoghi con la Forza: 2

Proponiamo il secondo capitolo del libro: Dialoghi con la forza

Il libro è strutturato come una serie di dialoghi. Questo è il secondo, e tratta il tema della preghiera

Buona visione!

 

 

button 3

 

 


Io e il mio dottore

Dottore: Dimmi Andrea, come è andata negli ultimi mesi.

Andrea: Male dottore, molto male.

Dottore: Non ci sei riuscito ancora?

Andrea: No, dottore.

Dottore: Nemmeno usando il farmaco che ti avevo prescritto?

Andrea: No dottore.

Dottore: Non disperare, ci riuscirai. È solo questione di tempo

Andrea: Lo spero dottore.

button 3

 

 


Le aspettative sul 1975

La pubblicazione dell’articolo “Revirgination” ha riportato alla ribalta un argomento scottante che la Società Torre di Guardia, e comunque tutti i Testimoni di Geova di vecchia data, vorrebbe far cadere nel dimenticatoio. Ci riferiamo proprio a “lui”, al famigerato anno 1975, atteso con ansia da tutti i Testimoni di Geova di quel tempo. Nei commenti del succitato articolo, una lettrice chiedeva su quale base avessero riposto le loro aspettative. Oggi vorremmo fornire una risposta argomentando poco e citando esclusivamente la

button 3

 

 


” No Comment ? “

Come avrete notato nell’ultima settimana è stata disabilitata la possibilità di commentare in vari post che sono stati pubblicati. Volevamo spiegare la nostra scelta con un post ma poi per tutta una serie di motivi la pubblicazione è stata posticipata perché abbiamo capito che avevamo bisogno di confrontarci con le esigenze dei nostri lettori. Fin da subito è stata  una scelta unanime e concepita per diversi motivi, molti dei quali non verrebbero capiti dalla maggioranza dei lettori di questo Blog!

button 3

 

 


La genesi di un articolo

 Come viene scritto un articolo a Paterson? Quanto restano “davvero” confidenziali questi articoli? Ormai è tempo sono maturi per poter sfatare uno dei miti più gelosamente custoditi “oltre oceano”: come materialmente viene scritto un articolo o un “nuovo intendimento”? Iniziamo col dire che carta, inchiostro, lettere, non si usano più. Coloro che collaborano in qualche modo come “Scrittori” hanno semplicemente un “domain” riservato sul server di JW.ORG, con una password riservata. Quando lo “scrittore” accede con questa password, viene “proiettato” in una sezione apposita del server. Da quel “domain”, in base ai privilegi di amministrazione che possiede, può leggere, usare, o addirittura scrivere il materiale che successivamente andrà a comporre un articolo.

button 3

 

 


Colpo Grosso al 1914

 Una “grossa talpa” ci ha fatto pervenire le linee guide di un articolo che sta “rimbalzando di un ufficio in ufficio”, ma che nessuno ha voglia di scrivere per non doversene assumere le responsabilità. Questo articolo “figlio di nessuno”, ma che rischia di diventare “madre di tutti” i futuri articoli, dovrebbe fare il “punto della situazione” sul 1914. Questo si sa, è un terreno minato, sui cui nessuno vuole rischiare la sua “carriera teocratica”. Le “linee guida” sulla probabile scrittura di una serie di quattro articoli sono le seguenti.

button 3

 

 


Il valore dell’amicizia

Molto spesso nelle riviste Torre di Guardia e Svegliatevi appaiono degli articoli che prendono in considerazione il concetto di amicizia. Negli anni sono state date risposte a diverse domande che hanno fornito ai lettori dei consigli semplici ma allo stesso tempo pratici su come trovare dei veri  amici. Per i giovani, il sito ufficiale dei Testimoni di Geova, propone anche dei filmati con l’utilizzo di una lavagna animata che bene visualizza i concetti chiave che dovrebbero portare un giovane a scegliere con cura le proprie amicizie. Nulla da dire in proposito! Inutile dire però….

button 3

 

 


Dialoghi con la Forza: 1

Proponiamo il primo capitolo del secondo libro di Teofilo: Dialoghi con la forza

Il libro è strutturato come una serie di dialoghi. Questo è il primo

Buona visione!

 

button 3

 

 


Le nostre esperienze

 Molti lettori hanno voluto scriverci raccontando in prima persona le loro esperienze. Sono esperienze di vita vissuta nei modi più vari, ma accomunate dal medesimo intento: cercare e trovare la verità, e avere il coraggio di viverla: Buona lettura.

button 3

 

 

 


#2 – Libretti

 Nel post precedente abbiamo proposto come lettura delle Scritture solamente i tre libri scritti da Ioannen, tralasciando tutti gli altri. Questo vuol dire che sia sbagliato o inutile leggere il resto delle Scritture? Assolutamente no. Noi incoraggiamo a leggere tutto il resto delle Scritture. Nelle Scritture ebraiche e greche ci sono diverse profezie che ancora devono adempiersi. Ci sono molti antefatti e particolari che è utile conoscere per avere una comprensione profonda di Yahweh e di suo figlio. Sono contenuti molti consigli ed esperienze di vita. Ma se da una parte la tanto citata, amata, usata e abusata scrittura di 2 Timoteo 3:16 che dice: “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile per insegnare, per riprendere, per correggere, per disciplinare nella giustizia” è citata dai Testimoni di Geova (in maniera quasi ossessiva) oltre che per far risaltare qualsiasi frammento di scrittura possa essere utile per giustificare una loro posizione, anche per dare una base scritturale a quel filo conduttore che accomuna il pensiero del proclamatore medio, è cioè che la Bibbia è un unico tomo che racchiude 66 libri, scritti da 40 persone nell’arco di 1600 anni, contenente un unico e incontrovertibile armonioso messaggio da parte del nostro Creatore la cui lettura è indispensabile per la salvezza dell’intera umanità odierna.

button 3

 

 


Revirgination

 Negli anni passati, particolarmente in Giappone, alcune giovani donne usavano sottoporsi ad un singolare tipo di operazione di chirurgia estetica. Nelle settimane che precedevano il loro matrimonio, alcune donne che avevano avuto una vita diciamo “movimentata” chiedevano ad un chirurgo plastico di ricostruire il loro imene per lasciar intendere al loro prossimo marito che loro erano totalmente “innocenti ed illibate”. Questa pratica di chirurgia estetica prese il nome di “Revirgination”, ossia “Nuova verginità”, con un chiaro senso ironico del termine…Alla prossima serie di assemblee che verranno tenute dai Testimoni di Geova in questa estate, dal tema “Non vi arrendete”, il Corpo Direttivo tenta una pratica di “Revirgination” sul clamoroso flop del 1975

button 3

 

 


#1 – I 66 libri della Traduzione del Nuovo Mondo

 

Aldilà di quello che possono pensare coloro che hanno scritto la Traduzione del Nuovo Mondo, oggigiorno per trovare una “Bibbia” accurata basta navigare sul web o recarsi in una libreria, e con estrema facilità possiamo accedere al testo in essa contenuto. Nella scelta bisogna però tenere presente che nelle versioni protestanti (come la TNM) la “Bibbia” è composta da circa 66 libri, nelle versioni cattoliche invece contano circa 75 libri, le versioni copte ne contano 77. In aggiunta a quanto scritto finora la versione greco-ortodosse ne contano circa 80 e gli ebrei (che non credono nel Messia cristiano) usano meno di 40 libri. Quindi potremo chiederci, di quanti libri si compone realmente la “Bibbia”?

button 3

 

 


Mene, Mene, Techel e Parsin

Come viene comunemente definita la profezia dei “Sette tempi”? Una pubblicazione dice quanto segue. Una profezia del libro biblico di Daniele dice: “Tagliate l’albero, e rovinatelo. Tuttavia, lasciatene il ceppo stesso con le radici nella terra, ma con un legame di ferro e di rame . . . finché passino su di esso sette tempi stessi”. (Daniele 4:23) Come vedremo, i “sette tempi” menzionati qui hanno la stessa durata dei “tempi fissati delle nazioni”.

button 3

 

 


Comics!

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           Un po di sano umorismo per conciliare la Domenica non fa mai male!   ?

button 3

 

 


Cassandra parte 1: Apocalisse rivelata

Ormai da diverso tempo i raduni di Zion’s Club non riguardano più l’universo dei “Testimoni di Geova”. Su questo argomento hanno detto quello che avevano da dire e non tornano più sull’argomento. Nonostante questo, noi di Geova.ORG continuiamo a seguire da vicino il loro sviluppo, perchè pensiamo che entro poco tempo di loro parlerà il mondo intero. Alcuni di noi hanno assistito all’ultimo dei loro raduni, tenuto nelle campagne vicino ad Ancona, e dire che siamo rimasti sorpresi è dire poco. Se da una parte il gruppo di Zion usa i loro raduni per svagarsi e divertirsi tra amici (sono stati insieme fino alle 2 della notte, bagno in piscina vestiti, salsiccie e buon vino a volontà, tanto per dirne alcune…), dall’altra parte i loro raduni hanno una profondità nei contenuti difficilmente riscontrabile in altre realtà. (Chi ha dei dubbi deve solo chiedere a chi era presente, e capirà…)

button 3

 

 


Progetto Cassandra

Cosa è il progetto Cassandra? Si può conoscere il futuro? Il blogger/vlogger Teofilo ce ne parla…

button 3

 

 


Il Coraggio di Disubbidire!

Questa non è la storia di un Testimone di Geova o di un fuoriuscito e non è nemmeno una storia che ha a che fare con quel mondo lì. Abbiamo voluto pubblicarla perchè in un certo senso sentiamo che ci rappresenta nella sua essenza! E’ una storia reale, un’esperienza di vita vissuta. Un uomo che in un recente passato con la sua scelta ha salvato il mondo! Aldilà delle sue capacità o della sua posizione o dei suoi obblighi verso i suoi superiori ha avuto il coraggio di disubbidire. La sua coscienza ha avuto il sopravvento sull’ubbidienza! Molti Testimoni di Geova dovrebbero prenderlo come esempio!

button 3

 

 


Riflessioni su treno

 Dopo la sua avventura da blogger, Teofilo inizia la sua vita da vlogger, su di un treno…

button 1

button 3

 

 


Cosa non ci hanno detto sul bando dei TdG

 Ci siamo presi alcuni giorni per riflettere sul bando emesso contro i Testimoni di Geova in Russia, per cercare di andare oltre ciò che ovvio. Non stiamo infatti parlando della chiusura di una banca, o di una industria di automobili. Qui si parla di una religione, fatta di idee e valori, prima ancora che di beni e di credenti. Questo ci porta al primo punto della nostra analisi. Una religione non può essere “chiusa” da nessuno Stato. Non puoi mettere la fede in galera. Non puoi mettere le manette alle idee. Nel primo secolo l’invincibile Impero romano cercò di mettere le manette ai discepoli di Ieosus. Il risultato? Ne fece degli eroi, una delle figure umane più eroiche della storia. È questo che è accaduto anche in Russia in questi giorni? Purtroppo no. Spieghiamo perché.

button 1

button 3

 

 


Ultima Cena – I video

Da pochi giorni i Testimoni di Geova di tutto il mondo si sono riuniti per commemorare la morte di Gesù. Da sempre “La Commemorazione” è preceduta da una Campagna di volantinaggio  mondiale che mira a dare risalto a  quella che di fatto è l’unica “festività” riconosciuta dal Corpo Direttivo nel corso di un intero anno solare. Un evento importante, un giorno unico per tutti i Testimoni di Geova che considerano la sera del 14 Nisan (giorno della Pasqua ebraica), la data precisa per ritrovarsi nelle loro Sale del Regno e dare vita al “passaggio degli emblemi” (o del pane e del vino come fece Gesù durante l’ultima cena) che sono mangiati esclusivamente dai cosiddetti “unti” (coloro che dichiarano di avere la chiamata celeste). Secondo i Testimoni di Geova questo atto formale sta a dimostrare la loro ubbidienza al comando impartito da Gesù di ricordare il suo sacrificio proprio in quel giorno.

button 1

button 3

 

 


GUERRA: Si può conoscere il futuro?

 Diversi mesi prima del 6 Aprile 2016, il blogger Teofilo di Patmos scriveva al Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova profetizzando che USA e Russia, in quel tempo paesi amici che progettavano una NATO allargata anche alla Russia, si sarebbero scontrati in una guerra. Il 6 Aprile 2016 la Russia entra nel territorio dell’Ucraina e si annette la regione della Crimea, entrando di fatto in guerra con la NATO. Teofilo di Patmos scrive ancora: non é finita qui. La guerra si espanderà fino a raggiungere la Russia stessa, che verrà attaccata e messa in ginocchio. Il 24 Luglio 2015 gli amici di Teofilo, il Club di Zion, mettevono on-line questo. Come fanno a conoscere il futuro?

 

button 1

button 3

 

 


JW.ORG Disinforma…

  Mi sto rileggendo tutti i giornali russi in relazione al caso della richiesta di bando ai Testimoni di Geova in Russia. Mi sono accorto che il sito JW.ORG ha intrapreso una campagna di “disinformazione” prendendo letteralmente “per i fondelli” gli stessi Testimoni di Geova. Cerchiamo quindi di fare chiarezza su costa sta succedendo. (1) Il Ministro della Giustizia Russo ha chiesto la chiusura di religioni come i Mormoni, gli Avventisti del Settimo giorno, varie altre correnti evangeliche e anche dei Testimoni di Geova, in base ad una Legge che vieta l’esistenza di “gruppi estremistici”. I Testimoni di Geova sono stati considerati “gruppi estremistici”. Il 5 Aprile la Corte Suprema si sarebbe dovuta pronunciare sul caso. [continua…]

button 1

button 3

 

 


Le bugie sulla Commemorazione

  In questo post, Commemorazione 2017, e nei relativi commenti, viene evidenziato come senza ombra di dubbio l’Ultima Cena (o Commemorazione della morte di Ieosus) non venne tenuta la stessa sera della Pasqua ebraica. Piuttosto, Ieosus tenne la sua Ultima Cena dopo il tramonto. Successivamente venne tradito da Iudas, e il mattino dopo venne portato davanti il governatore romano Ponzio Pilato per essere condannato a morte. Durante la terza ora del giorno (tra le 15:00 e le 16:00 circa) Ieosus era ancora vivo, agonizzante sullo stauros. Prima del tramonto Ieosus morì. Mentre tramontava il sole venne portato in una tomba. Dopo il tramonto del sole, gli ebrei tennero la loro Pasqua. Dato che l’Ultima Cena venne tenuta 24 ore prima della Pasqua ebraica, è chiaro che l’Ultima Cena NON SOSTITUÌ la Pasqua ebraica. Infatti molti dei primi cristiani che erano stati ebrei ricordavano sia l’Ultima Cena (o Eucarestia) ogni volta che la comunità si incontrava, sia la Pasqua (che veniva chiamata Pasqua Cristiana per distinguerla dalla Pasqua ebraica). I primi discepoli, a differenza di molti discepoli odierni, non confusero mai le due cose.

button 1

button 3

 

 

 


Australia 10 Marzo 2017

  Nelle prossime ore, Geova.ORG dará il via ad uno speciale Non-Stop di 24 ore sulla audizione davanti alla Commissione Reale Australiana sugli abusi sui minori . Compariranno in audizione due dei massimi responsabili australiani dei Testimoni di Geova: Terrence O’Brein, coordinatore della filiale australiana dei Testimoni di Geova, e Rodney Spinks, responsabile del “Reparto Servizio”, il reparto che dà ordini agli anziani di congregazione e ai sorveglianti viaggianti su come devono agire. Secondo programma, l’audizione dovrebbe verificare come i Testimoni di Geova australiani hanno risposto alle sollecitazioni della Commissione nell’adeguare le loro politiche sulla tutela dei bambini dagli abusi sui minori, e sulla gestione di tali abusi, dopo la prima audizione avuta circa 2 anni fa. A causa della differenza di fuso orario con l’Australia, l’audizione dovrebbe avere inizio verso le 24:00 ora italiana. La partecipazione è libera. Buona lettura.

button 1

button 3

 

 


Per chi suona la campana?

  A poche ore di distanza dal “verdetto” della Commissione Reale Australiana sugli abusi nelle Istituzioni sui Testimoni di Geova Australiani (il 10 Marzo inizieranno a prendere in esame il caso dei Testimoni di Geova) una altra pesantissima tegola si abbatte su questa confessione religiosa. Dopo Australia, U.S.A e Inghilterra, ora anche le autorità spagnole iniziano ad occuparsi dei casi di pedofilia all’interno dei Testimoni di Gevova. L’organizzazione AbusosTJ è riuscita ad attirare l’attenzione delle autorità su questo problema, e iniziano ad ottenere risposte.

button 1

button 3

 

 

 


Radiografia

  È stato compiuto un censimento religioso negli USA. Hanno intervistato un campione di componenti di praticamente ogni religione presente sul suolo americano, e sono state poste loro alcune domande, uguali per tutti, per fare un sorta di “radiografia” in base all’etá, condizione sociale, istruzione e altri aspetti simili. Sono state esaminate anche alcune statistiche delle varie religioni disponibili. Nel leggere questo rapporto noi ci siamo concentrati sui dati relativi ai Testimoni di Geova. Sottolineiamo che il sondaggio è stato fatto negli U.S.A. e quindi non rispecchia una situazione omogenea in tutto il mondo. Ma, essendo gli U.S.A. la nazione con maggiori numero di Testimoni di Geova al mondo, e la nazione dove loro hanno il loro “Vaticano”, questa radiografia dovrebbe rispecchiare abbastanza da vicino la situazione mondiale dei Testimoni di Geova.

button 1

button 3

 

 


Ministro di culto a chi?

  Negli ultimi tempi ci arrivano spesso notizie di molti Testimoni di Geova che hanno subito un Comitato Giudiziario (un processo interno che porta all’espulsione) per aver diffuso la notizia che il loro Corpo Direttivo cerca di negare ai suoi adepti che anche all’interno dei Testimoni di Geova esiste il problema dell’abuso sui minori. Altri Testimoni di Geova denunciano che il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova non stabilisce nessuna norma che obblighi chi é a conoscenza di un problema di abuso dei minori, come ad esempio gli anziani di congregazione, a contattare la Polizia (Sembra che qualcosa stia cambiando in Inghilterra e Irlanda, ma al momento sembra solo un’eccezione dovuta a problemi legali VEDI QUESTO ARTICOLO). Anche per queste denunce può scattare l’espulsione.

button 1

button 3

 


Watchtower a tappeto

  EDIZIONE STRAORDINARIA: Nella città di Philadelphia la difesa della Watchtower finisce letteralmente al tappetto in un caso di abuso sui minori. È costretta a stipulare un accordo “extra-giudiziale” con la vittima (vale a dire la deve pagare profumatamente per farle ritirare la denuncia). Puó essere l’inizio della valanga…

button 1

button 3

button 3

 

 

 


Due pesi, due misure

  Sin dai tempi più remoti, Jahweh rese chiaro al suo popolo, l’Israele carnale, quale fosse il suo pensiero al riguardo. Lo troviamo esposto in Levitico 19: 35-37: “Non dovete commettere ingiustizia nel giudicare, nel misurare, nel pesare o nel misurare liquidi. Dovete mostrare di avere bilance accurate, pesi accurati, era accurata e hin accurato. Sono io Geova vostro Dio, che vi ho fatto uscire dal paese d’Egitto. Dovete dunque osservare tutti i miei statuti e tutte le mie decisioni giudiziarie, e li dovete mettere in pratica. Io sono Geova”. Due sorte di pesi o di misure non erano affatto contemplate nella sua legge, sia in riferimento all’onestà in ambito commerciale o affaristico, sia per ciò che concerneva il giudizio.
button 1

button 3

 

 


Esclusiva

  Noi di Geova.ORG siamo entrati in possesso di un documento che dovrebbe essere reso pubblico a giorni in Inghilterra. Sottolineiamo che quanto scriviamo è valido solo per Regno Unito e Irlanda, non a livello globale. Comunque, potrebbe trattarsi di una applicazione locale di direttive date col tempo a livello mondiale. Sottolineiamo che non ripetiamo solo voci di corridoio, ma leggiamo direttamente il materiale originale messoci gentilmente a disposizione da “amici”. Non sappiamo quanto pesi su questo documento l’inchiesta sugli abusi sui minori all’interno dei Testimoni di Geova avviata in Inghilterra, ma è evidente un netto “cambio” di marcia che sconfessa parte di quello che sosteneva il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova fino a poche settimane fa.

button 1

button 3

 

 


TdG News

  Ormai è cosa risaputa, sul fronte della libertà di stampa, le notizie riportate dai media non possono considerarsi imparziali. Alcuni esperti hanno suddiviso i giornalisti e tutto il loro entourage in tre gruppi. C’è il gruppo di giornalisti che in maniera più o meno palese si schierano con una corrente politica ben definita cercando di “accomodare” le varie notizie che devono essere pubblicate, ci sono quei giornalisti che nonostante la loro onestà intellettuale subiscono forti pressioni perché i loro articoli vengano modificati da terzi e non trovino lo spazio necessario per essere riportati all’opinione pubblica, oppure ci sono gli ultimi quelli dalla voce indipendente ma che devono portare il peso delle conseguenze di una scelta giornalistica impopolare.

button 1

button 3

 

 


Recessione

  È da poco uscito l’annuario dei Testimoni di Geova 2017. Abbiamo dato una veloce occhiata alle cifre. Come avevamo ampiamente anticipato diversi mesi fa, questo è l’anno della decrescita. Vale a dire che i Testimoni di Geova che abbandonano la loro religione sono in numero maggiore di quelli che aderiscono a questo culto. Non staremo qui a snocciolare numeri. Chi vuole vedere i numeri, può scaricarsi gratuitamente il loro annuario sul loro sito. Noi vogliamo fare una sintesi ragionata.

button 1

button 3

 

 


Il crollo verticale dei Testimoni di Geova in Germania

crollo  Alcuni (ormai pochi) testimoni di Geova sono convinti che la loro sia ancora una religione “in espansione”. In realtà, si tratta di una religione che è ormai andata “in recessione”, nel senso che quelli “che escono” da questa religione iniziano ad essere più numerosi di quelli “che entrano”. Negli ultimi 10 anni, nella sola Germania, si sono fuse 372 congregazioni, portando alla chiusura di 186 diverse congregazioni. In Germania, ormai, si chiudono quindi circa 20 congregazioni di Testimoni di Geova all’anno. Non va meglio nel “Campo straniero”, visto che nello stesso periodo di tempo si sono “fuse” (leggi chiuse) 66 congregazioni. Queste congregazioni di lingua straniera sono state o accorpate a congregazioni tedesche, o fuse tra congregazioni con la stessa lingua. [Continua …]

button 1

button 3

 

 


Il Giornale e i casi di abuso nei TdG

spot 8  Dopo l’articolo sul Corriere della Sera, una seconda testata nazionale italiana, il Giornale, riporta la notizia dello scandalo sugli abusi nei minori all’interno dei Testimoni di Geova. L´articolo è di Sergio Rame . Segue l´articolo….

È esplosa una nuova bomba legata a episodi di pedofilia non denunciati. Dall’Australia agli Stati Uniti, passando per la Gran Bretagna e molti altri Paesi del mondo, i testimoni di Geova sono travolti da uno scandalo di proporzioni internazionali.

button 1

button 3

 

 


 

INCHIESTA SPOTLIGHT ITALIA

spot 2  Cosa è il “Caso Spotlight”? Spotlight è il nome di un gruppo di giornalisti che svolgevano indagini investigative presso il giornale americano “Boston Globe”. Nel 2001 la squadra giornalistica “spotlight” del Boston Globe, guidata dal neo-direttore Marty Baron, inizia una clamorosa indagine che svela gli abusi sessuali perpetrati da oltre 70 sacerdoti dell’Arcidiocesi di Boston ai danni di minori; abusi che poi sono stati insabbiati dall’autorità ecclesiastica. Consapevoli dei rischi cui vanno incontro, mettendosi contro un’istituzione come la Chiesa cattolica, Marty Baron e Ben Bradlee Jr., più i quattro membri della squadra investigativa del giornale … [Continua…]

button 1

button 3