23 Settembre 2015

Secondo l´autorevole giornale Difesa on-line, é possibile ipotizzare una guerra a Settembre tra Russa e NATO. Il giornale dice testualmente:

Lo stato dei fatti, ha convinto Putin a firmare un ordine che la Tass ha battezzato “Settembre di guerra”. Il documento autorizza l’uso di armi nucleari per fermare il possibile attacco della NATO che dovrebbe rivolgersi inizialmente contro le forze separatiste ucraine e successivamente prendere il controllo della Crimea.

I primi a schierarsi nel Distretto Militare Meridionale, sono stati i reggimenti missilistici con i vettori balistici tattici Iskander-M e 9000 soldati. La previsione degli strateghi russi è quella che i 65.000 militari ucraini, in prontezza operativa presso Donetsk, attaccheranno la Crimea anziché tentare di passare il confine russo, pertanto si renderà necessario eliminare le linee dell’artiglieria pesante poste a difesa dell’invasione e poi bloccare gli ucraini con 50.000 soldati russi schierati ai confini dell’Ucraina stessa. A supporto di quest’ultimi sarà la 20° Armata russa. In questo preciso momento, l’Alleanza Atlantica muoverà guerra alla Russia. – fine citazione

Potete legger il resto dell´articolo qui

http://www.difesaonline.it/evidenza/lettere-al-direttore/la-guerra-di-settembre

Sembra che una data “calda” sia il 23 Settembre. Infatti QUESTO ALTRO GIORNALE DICE

Soprannominata “guerra di settembre” dai pianificatori della Difesa della Federazione, la relazione rileva che il 23 settembre l’Ucraina dovrà pagare 500 milioni di dollari in buoni del Tesoro, cosa che non è in grado di fare… causando il default anche sui 3 miliardi di buoni del Tesoro della Russia che dovrebbe pagare subito. Piuttosto che far crollare l’economia ucraina, già a pezzi, rischiando il default dell’Ucraina, il rapporto spiega che le capitali occidentali, guidati dal regime di Obama, “architettano” in questa situazione già pericolosa, una guerra contro la Russia per distogliere l’attenzione della popolazione dalla devastazione delle proprie economie. Nikolaj Patrushev, Segretario del Sicurezza Consiglio ha avvertito l’occidente contro la guerra affermandol’Ucraina e le forze che attualmente guidano il Paese dall’estero devono rendersi conto che la ripresa delle ostilità causerà ulteriore declino dell’economia ucraina, maggiore ostilità, distruzione delle infrastrutture e inciderà negativamente sulla situazione regionale ed internazionale“, e inoltre ha rilevato che le unità di Kiev in Ucraina orientale ammontano oggi a 90000 uomini e ufficiali, 450 carri armati, 203 lanciarazzi e 5 complessi missilistici Tochka-U. Eduard Basurin del Ministero della Difesa della Repubblica Popolare di Donetsk ha cupamente preso atto del “piano” che l’Ucraina userà per lanciare la “guerra di settembre.

Speriamo vivamente che tutti si sbaglino e non accada niente

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.