Accusa numero F42

20 accusa 42La Commissione Reale Australiana che indaga sui casi degli abusi sui minori in Australia sta rende disponibile un documento ufficiale. Tramite il suo sito rende disponibile il documento ufficiale in cui viene esposta la sostanza delle rilievi trovati da Angus Stewart contro i Testimoni di Geova australiani. Trovate a questo link il documento ufficiale.

Il materiale proposto da Angus Stewart é troppo esteso per tradurlo e pubblicarlo per intero in questo blog. Pubblicheremo gli stralci più interessanti. Noi di Geova.ORG invitiamo ufficialmente i Beteliti, i Sorveglianti Viaggianti, gli Anziani e i semplici proclamatori dei Testimoni di Geova a ribattere le accuse che gli vengono mosse dalla Commissione Reale Australiana. I loro interventi verranno pubblicati.

Bisogna tagliare un nodo gordiano. L´idea che qualsiasi accusa venga mossa contro i Testimoni di Geova sia una macchinazione apostata, anche quando questa accusa è palesemente provata da prove inoppugnabili, é una prigione mentale da cui i Testimoni di Geova devono essere aiutati a liberarsi. Noi di Geova.ORG ci batteremo perché i cancelli di questa prigione mentale vengano aperti.

Prima accusa: numero F42

Primo punto: se chi ha abusato di un bambino non collabora confessando da solo quello che ha fatto, i testimoni di Geova non possono cacciarlo dalla loro organizzazione. Perché? Leggete questo pezzo del documento

Dal documento finale della Commissione Reale Australiana: Accusa F42 a p. 79 del documento

Mancanze ravvisabili nel processo investigativo

Il requisito [per provare una accusa di abuso su un bambino n.d.r.] che due o più testimoni oculari dello stesso episodio sono necessari [per provare l´accusa n.d.r] in assenza di una confessione dell’imputato, o la testimonianza di due o tre testimoni di eventi separati dello stesso tipo di accusa, o forti prove circostanziali testimoniati di almeno due testimoni (cioè la regola dei due testimoni):

a) significa che in materia di abusi sessuali su minori, che si verificano quasi sempre in privato [e quindi senza testimoni oculari n.d.r.], molto spesso non ci sarà nessun accertamento della colpevolezza nei confronti di un imputato colpevole [di abuso sui minori nei T.d.G. n.d.r.]

b) fa sì che le vittime di abusi sessuali su bambini si sentano inascoltate e prive di aiuto quando le loro accuse di abusi sessuali su minori non vengono indagate.

c) Ci sia un pericolo per i bambini nell’organizzazione dei Testimoni di Geova, perché la conseguenza è che molto spesso non si interviene conto un abusatore [di bambini n.d.r] nell’organizzazione

d) [questa regola n.d.r.] non sembra essere applicata dall’organizzazione dei Testimoni di Geova nel caso di un’accusa di adulterio, il che suggerisce che l’adulterio è preso più seriamente degli abusi sessuali su minori.

e) [questo modo di procedere n.d.r.] deve essere rivisto dalla organizzazione dei Testimoni di Geova con lo scopo di abbandonarlo, o almeno riformulato, per garantire che qualcuno che si é reso colpevole di abusi sessuali sui minori possa avvenire più facilmente individuato.

20 accusa 42 bNota della redazione: Come ha acutamente messo in evidenza la Commissione, i casi di abusi sessuali sui minori non sono quasi mai commessi davanti a testimoni. Ne consegue che, uno stupratore scaltro, potrebbe negare testardamente ogni addebito. Non essendoci due testimoni oculari dell´abuso, l´accusato non verrebbe espulso.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.