Agenzia Immobiliare Watchtower

Questo non è un fotomontaggio, o uno scherzo. È tutto reale.

ECCO IL SITO ORIGINALE

La Watchtower ha creato una società immobiliare che fa capo direttamente al Corpo Direttivo

Domanda: se i complessi erano giá stati venduti per costruire Warwik, questi complessi che ora cercano di vendere a chi appartengono? Se viceversa non li avevano ancora venduti, con quali soldi stanno costruendo Warwik? Com´era la storia: “noi non facciamo parte del mondo…”?

La risposta può essere una sola: solo una frazione degli immobili in possesso alla Watchtower era stata venduta. Parliamo di frazione perché, nel 1997, solo nella zona di New York la Watchtower possedeva questi immobili: “All’inizio dell’anno di servizio, il 18 settembre, si è svolto un insolito programma di dedicazione alla sede mondiale, un programma che rispecchiava la rapida espansione internazionale dell’intera organizzazione. Era arrivato il momento di inaugurare l’edificio residenziale di 30 piani della Betel di Brooklyn. Si è deciso che sarebbe stato appropriato includere in questo programma la dedicazione di altri 22 edifici. Diciotto di questi erano edifici residenziali che erano stati ristrutturati o costruiti di sana pianta e venivano usati per alloggiare la famiglia Betel della sede mondiale, due erano stati eretti per la manutenzione dei veicoli e altri due erano grandi stabilimenti” (Annuario del 1997, pagina 27). In questo articolo non si parla degli edifici preesistenti.

Quindi, l´idea che tutti gli edifici di Brooklyn erano stati venduti, e nonostante questo i soldi ricavati non bastavano per le nuove costruzioni, é una palese frottola.

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.