Albania Vs Corpo Direttivo

 

 

Navigando in rete ci siamo imbattuti in un post raccontato da una donna (Testimone di Geova o ex) che oggi vive in Italia dove spiega alcuni punti chiave del regime dittatoriale della nazione in cui è cresciuta: l’Albania!

Le analogie tra il regime Albanese e l’organizzazione dei Testimoni di Geova è stupefacente. Tanto sorprendente quanto raccapricciante da non sembrare casuale. Vi invitiamo a leggere di seguito quanto scritto (abbiamo solamente ritoccato la grammatica per meglio aiutare il lettore a capire il senso di quanto scritto) e di trarre le vostre conclusioni.

Ecco il Post

L’Albania è il primo paese al mondo dichiarato ateo. Quando ero piccola esisteva un unico partito (il partito socialista), e nessun altro. Gli altri partiti non esistevano.

Il presidente Enver Hoxha era considerato un dio e la sua storia era scritta nei libri di scuola che noi, piccoli alunni inconsci, dovevamo studiare per sapere tutto ciò che riguardava lui.

Per quanto riguarda la scuola

Non potevamo leggere, studiare o guardare altre cose se non quello che la scuola ci forniva. Dovevamo credere a tutto ciò che era scritto nei libri che ci venivano forniti ! Scrivevano che l’Albania era il paese più ricco del mondo e che tutti gli altri paesi erano poveri e  in  ognuno di loro si viveva male. Ci dicevano che in Italia come negli altri paesi c’era molta povertà. Non potevamo guardare canali televisivi stranieri per non vedere la realtà. Eravamo totalmente isolati!!

Chi usciva di nascosto dall’Albania non poteva più rientrare altrimenti sarebbe stato pubblicamente fucilato davanti a tutto il paese. Ho visto personalmente delle esecuzioni su mandato statale tramite impiccagione di persone che erano state condannate proprio per questo motivo! Da studenti venivamo portati dai professori sul luogo dell’esecuzione perchè dovevamo assistere alla fine che facevano quelli che osavano ribellarsi al sistema.

A scuola se si sbagliava condotta veniva affissa, alla bacheca dell’Istituto, una pagella nera con il nome e cognome dell’alunno, cosi che tutti potevano leggere chi veniva disciplinato per la condotta. Si faceva anche un annuncio davanti a tutto l’Istituto e se qualcuno veniva espulso non dovevamo nemmeno salutarlo mentre i genitori dovevano vergognarsi di lui.

Passiamo adesso alla normale vita di tutti i giorni che di normale non aveva nulla!!

Se qualcuno parlava male del Presidente o del Governo veniva imprigionato e fucilato. Dovevamo vestirci tutti in modo uguale! Non esisteva nessuna moda, niente minigonna, niente cose attillate, niente tagli di capelli alla moda ecc.. C’erano restrizioni di ogni tipo!

Mi ricordo una volta ero piccola ed ero con mia madre, due poliziotti in borghese hanno seguito una signora che aveva la gonna attillata e gliela hanno stracciata davanti a tutti i presenti, lasciandola nuda, cosi che gli altri potessero vedere.

Tutto apparteneva allo stato: terreni, negozi,  ecc… La TV aveva un solo canale e di giorno non trasmetteva nulla, solo dopo le ore 18 iniziava con notizie positive sull’Albania.  Tipo: che eravamo il popolo più ricco, più istruito, più intelligente, più pacifico e bla bla bla.. Per quanto riguarda le altre nazioni, parlavano di carestia e di sventure. Praticamente ci facevano credere che noi eravamo al sicuro e se lavoravamo per lo stato era per la nostra protezione, invece eravamo isolati e presi in giro.

Dopo la morte del dittatore Enver Hoxha ci fu una svolta e proprio in quel momento iniziò la vera delusione, perchè scoprimmo la verità.

Fu con l’iniziò del primo esodo verso l’Italia che scoprimmo una realtà diversa!

Per anni ci era stato insegnato il contrario di quello che avevamo scoperto. Vedevo la delusione nel viso delle persone, vedevo la sofferenza e i sacrifici sprecati di molte persone per uno stato che aveva mentito e imbrogliato tutti.

Se volete approfondire cercate “Albania e la sua dittatura” su Google e troverete tante analogie che non ho elencato.

 

Ora, cari Testimoni di Geova, tocca a voi scoprire se ci sono delle analogie.

Il presidente era considerato un dio, intoccabile con pieni poteri e piena autorità – Come il Corpo Direttivo?

La letteratura e i libri erano da ritenersi come verità assoluta – Come le riviste e le pubblicazioni dello Schiavo?

Non si dovevano vedere altri programmi o leggere altre cose di quelle fornite – Come i programmi e le cose che sono del mondo?

Restrizioni nell’abbigliamento – Come nell’abbigliamento per andare in sala o a predicare?

Pagella nera – Come la segnatura?

Disciplina tramite l’espulsione –  Come la Disassociazione?

Menzogne su come se fossimo il popolo migliore e più felice – Come le bugie di come “l’ultimo” dei Testimoni di Geova sia migliore del “primo” di quelli del mondo e su come la fratellanza non abbia uguali?

 

A voi le risposte!

7 Commenti

  1. La storia insegna che le dittature non durano e prima o poi fanno i conti con la realtà.
    Qualcuno si sveglia e prende le distanze dal regime, altri non comprendendo il tempo del cambiamento rimangono legati al regime e spariscono con esso.

  2. Devo dire che le analogie sono davvero impressionanti…. Purtroppo la Societá Torre di Guardia esercita un potere totalitario su circa 8 milioni di persone. Molte piano piano si stanno svegliando e, come ha detto Aaron, fortunatamente le dittature non possono durare in eterno. Testimoni di Geova che state leggendo, aprite gli occhi, e soprattutto RIFLETTETE con la vostra testa! So che può sembrare un attacco a voi, ma non é cosí! In realtá é per il vostro bene, perché non é giusto che il Corpo Direttivo comandi sulle vostre vite e che voi compiate dei sacrifici non indifferenti solo per delle persone che non hanno niente a che vedere con Dio.

  3. A parte le fucilazioni e le impiccaggioni tutto molto simile.
    Ci sono religioni che in base al periodo e al luogo hanno commesso e commettono i peggiori crimini.
    Credo che se non fosse per il fatto che viviamo nel 2017, i testimoni di Geova agirebbero esattamente come la Chiesa cattolica nel passato o altre religioni fanatiche oggi.
    In tante cose i testimoni di Geova, almeno per adesso, sono limitati.
    È evidente una chiara distinzione tra chi sta fuori i testimoni per giustizia e chi sta dentro per avidità e brama di potere, chi sta ancora in bilico evitasse di macchiarsi degli stessi crimini

Leave a Reply