Aperto JWstuff.ORG

Come potete vedere nel video pubblicitario, è da poco stato aperto JWstuff.org. Si tratta del primo negozio on-line creato UFFICIALMENTE da Testimoni di Geova, e che dice di avere LEGALMENTE il diritto di sfruttare il logo della Watchtower. Dice testualmente: “We have read and made complaince with all laws in regard to our content to not infringe on any copyright laws“.  Dicono di avere il diritto legale di vendere quello che vendono, quindi il diritto legale di sfruttare il marchio JW.ORG.

Cosa vendono? Vendono cose che hanno senso solo per i testimoni di Geova.

Ad esempio, in Questa Pagina si vende il distintivo per i diplomati alla SKE, affinchè tutti sappiano “con chi hanno a che fare…”

In Questa Altra Pagina si vende il distintivo “niente sangue” placcato in metallo…

In Questa Pagina, scorrendo, si trova in vendita la spilla con l’ormai mitico lecca-lecca di Lele.

Il resto potete vederlo da soli.

Se il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova non sa niente di questo sito, perchè i suoi proprietari dichiaratamente Testimoni di Geova non vengono disassociati? Perchè non vengono denunciati alla polizia americana per uso improprio dei marchi registrati della Watchtower?

Se non lo fanno, vuol dire che evidentemente sono d’accordo? Questo negozio on-line ha davvero il diritto di sfruttare il marchio JW.ORG`? In questo caso, la domanda è un’altra: Il Corpo Direttivo quanto prende di percentuale?

24 Commenti

  1. Il corpo direttivo dovrebbe imparare una lezione importante da ciò che accadde al Re Erode, egli semplicemente si mostrava vestito del manto regale e seduto sul trono mentre parlava con loro, ma quando fu il popolo ad acclamare “voce di un Dio, e non di uomo”, roso dai vermi, spirò. Le scritture spiegano che la sua morte non fu a motivo delle sue parole ma a causa del suo silenzio. Ora questo marchio come il “ vestito del manto regale” serve a mostrare come su un trono l’organizzazione che rappresenta, a causa di questo silenzio di convenienza, l’organizzazione potrebbe presto ritrovarsi anche senza più parole.

  2. Credo che abbiano dimenticato la scrittura di Esodo 20:7
    Questo è un ulteriore conferma che stanno volontariamente infangando il nome di Dio e stanno facendo come i mercanti del tempio . Un ulteriore dimostrazione che ho fatto bene ad uscirne, questo mi convince ancora di più che sono in organizzazione massonica camuffata da religione i cui interessi sono solo economici

  3. In realtà questi sono segnali di implementazione di una direzione strategica che il vertice del culto watchtoweriano aveva già esplorato – in termini analitici – alcuni anni fa. Notizie dalla International Bible Students Association (IBSA, uno degli enti legali attraverso il quale la WTS è riconosciuta presso l’OSCE, cioè le NU, e che da settembre prossimo dovrebbe essere sostituito da un altro ente con sede in Belgio, ndr) parlavano di uno studio commissionato in tal senso già dal 2001.

    Comunque, la ragion d’essere di tali iniziative di merchandising (probabilmente in outsourcing nella fase “pilota”) è che oramai il culto WTS essendo sempre più orientato al mantenimento delle file come “tradizione di famiglia” sempre più si focalizzerà sull’identità di appartenenza all'”organizzazione”: ecco allora che lo sbandieramento di simboli e loghi (come fosse l’appartenenza ad un partito politico di cui si sventolano i vessilli nelle manifestazioni) è propedeutico alle nuove tecniche di fidelizzazione adeguate alla mentalità consumistica di beni voluttuari, come esibizione meritocratica, che impera nelle congregazioni specie nelle generazioni medio-giovani. Girare con il braccialetto “JW.ORG” fa trendy nella meritocrazia edonistica di cui ci si incensa nelle adunanze e nei congressi…e riscatta l’assenza di soggettività presso “quelli del mondo”. Ovviamente poi viene la questione di far cassa sfruttando la propria clientela abbonata (leggasi “fratellanza”) e come promozione presso le istituzioni pubbliche di un’organizzazione no-profit (e dei suoi vari enti legali) con il proprio logo che identifica anche le ONG di appartenenza. Ormai la WTS si è buttata a capofitto nel business mascherato delle grandi onlus (da quì verrà l’esaltazione formale dell’aspetto di “volontariato” nell’opera di “predicazione” e raccolta fondi). Da questo versante spera di ottenere aiuti politici per i suoi problemi finanziari e penali.

    Altre cose verranno

    Lanterne accese!

    Uomo con la Lanterna

    • Anche per Hitler erano importante i simboli! Comunque l’iniziativa non avrà successo perché la stragrande maggioranza dei testimoni di Geova non ama farsi riconoscere come tale. Se guardate i loro profili Facebook la stragrande maggioranza di loro non indica che sono testimoni di Geova e tra i propri contatti non c’è nulla che faccia intendere che lo siano. Quindi neanche da qui possono rastrellare chissà quale ricavo…

      • Io credo che possa essere un gran business per i testimoni su istagram un sacco di ragazzini pecoroni figli di fratelli mettono in grande il sito in primo piano visitate jw.org, ormai le generazioni di oggi dei testimoni bramano a sentirsi in qualche modo diversi dal mondo ma non in senso morale ma solo perché fa figo far parte di questa religione americana e sicuramente indossare una collanina o altro firmato jw non può far altro che esaltarli, che schifo!

    • # Lucy

      Non è che giovani ragazzi (per i TdG l’età per essere “ragazzi” arriva sino a 45/50 anni….sic!) coltivati nella “verità” bramano per essere diversi da “quelli del mondo”. Il fatto è che ostentando tra di loro la simbologia dei prodotti WTS si costruiscono quell’identità relazionale che non hanno con il resto del mondo (oppure ce l’hanno ma è deficitaria e problematica a vari livelli).
      Oramai su WhatsApp e FB stanno fiorendo mini-congregazioni virtuali (gruppi e clan di “fratelli” in “armonia” caratteriale) costituite da questi “ragazzi” (dai 15 ai 55 anni e talvolta di più…) dove si incoraggiano a vicenda sull’appartenenza alla “fratellanza” WTS: anche se il 90% della loro messaggeria è costituita da ricette di cucina (specie se salutista), mete di vacanza, tipologie di estetismo e scambio di video strappalacrime che si trovano su Youtube (per alimentare i “buon sentimenti” funzionali alla “spiritualità”). Poi c’è l’interscambio di file tratti da JW.ORG come si scambiano le figurine dei calciatori. Il tutto vissuto come straordinaria comunità separata dal resto del mondo; da quì la mentalità del “fare figo” dei gadgets WTS.
      Ma tutto questo, in realtà, palesa soltanto il desiderio di ritagliarsi un mondo fuori dal mondo perchè quello reale fa paura ed è difficile (per loro) affrontarlo. Insomma, i loghi identitari WTS rappresentano in realtà una consolazione (inconscia) alla propria difficoltà di relazionarsi liberamente con il mondo: è la mentalità di un gruppo separato costretto ad autoesaltarsi perchè percepisce un senso di inferiorità (si deve esaltare per paura di cadere all’indietro) ed è terrorizzato dal dubbio che forse sta facendo un’idiozia (da quì derivano anche certi comportamenti che rientrano nell’isterismo offensivo).

      Uomo con la Lanterna

      • Uomo con la lanterna Hai spiegato perfettamente quella che è la situazione attuale in merito a questo senso di voler appartenere a un gruppo specifico ecc..grazie per questa precisazione condivido tutto quello che hai scritto

  4. Vi posso garantire che molti Tdg che hanno decine di anni di militanza sono disgustati da gió che hanno visto su Jwstuff. Org, pensano infatti che sia un sito non autorizzato e che presto sará oscurato. I giovani che conosco io non comprerebbero mai niente da quel sito, invece penso che pionieri regolari e sorveglianti viaggianti lo useranno a piene mani, questo siti infatti gli risolve il probleme di cosa regalarsi nelle annuali scuole dei pionieri…… In queste occasioni infatti é diventato di moda farsi lo scambio dei regali come a natale😂😂😂 Chi vivrá vedrá 😉😉😉

  5. Che voi sappiate, la spilla “Jacksoneddu boys” verrá prodotta? Oppure il distintivo “Io sono amico di Jacksoneddu”, o il poster con Jackson che dice “niente viti, niente sacciu”… Beh, se li produrranno li ordinerò tutti e tre.

  6. Va bene speculare.. (tanto ormai questo rospo l’abbiamo dovuto ingoiare)…è lo scopo di questa società, MA, fratelli miei, trovo veramente di cattivo gusto far soldi con l’effige dei Triangoli Viola, dopo che in quell’ esperienza tante persone hanno sofferto per rimanere integre. Questa se la potevano risparmiare. Vedono solo dollari. Puaaaà. …Sono rimasta allibita…è indecente!

  7. Ridicoli, con 5 minuti si può scoprire che la registrazione del dominio non è riconducibile al sito ufficiale, anche io posso creare jwprice.com è vendere quello che voglio.
    Buffoni

Leave a Reply