Colpo Grosso al 1914

Una “grossa talpa” ci ha fatto pervenire le linee guide di un articolo che sta “rimbalzando di ufficio in ufficio”, ma che nessuno ha voglia di scrivere per non doversene assumere la responsabilità. Questo articolo “figlio di nessuno”, ma che rischia di diventare “madre di tutti” i futuri articoli, dovrebbe fare il “punto della situazione” sul 1914. Questo si sa, è un terreno minato, sui cui nessuno vuole rischiare la sua “carriera”. Le “linee guida” sulla probabile scrittura di una serie di quattro articoli sono le seguenti.

(1) Primo articolo: La dottrina del 1914 si può correttamente definire qualcosa di “insegnato dallo Schiavo Fedele e Discreto”? La risposta è: No. Ed è no per due motivi. Il primo è che, secondo l’ultimo aggiustamento sullo Schiavo Fedele e Discreto, questa “entità” è comparsa solo nel 1919. Quindi, non si può assumere la responsabilità di quello che è stato scritto prima di quella data. Secondo motivo, come viene scritto nello stesso libro “Proclamatori” a p.60 e p. 134, la dottrina del 1914 non era nemmeno farina del sacco di Russell, ma si era limitato a fare una pubblicità enorme alla dottrina del suo collaboratore Nelson H. Barbour. E lui non era nemmeno uno Studente Biblico.

(2) Secondo articolo: La dottrina del 1914 si può dire che si sia correttamente adempiuta? Anche in questo caso la risposta è: No. Infatti, come riportato nel libro Proclamatori a p.135, i primi Studenti Biblici (poi chiamati Testimoni di Geova) attendevano la fine di questo sistema di cose per il 4/5 ottobre del 1914. Viceversa, la Prima Guerra Mondiale scoppiò con molto anticipo rispetto a quella data, il 28 giugno del 1914. Quindi la Prima Guerra Mondiale non poteva essere considerata un adempimento della “profezia” di Barbour, visto che scoppiò oltre tre mesi prima di quanto annunciato da Barbour/Russell. Inoltre, il 2/3 ottobre del 1914 non accadde assolutamente nulla di nuovo. Fu un giorno come tutti gli altri. Nessuno andò in cielo, nessun governo crollò, e non venne sulla Terra nessun Regno di Dio.

(3) Terzo articolo: In base all’attuale intendimento dello Schiavo Fedele e Discreto, pubblicato sulla Torre di Guardia nella Domande dei Lettori del 15 marzo 2015, Russell e Barbour potevano calcolare la data del 1914 partendo dai sette anni di pazzia del Re Nabucodonosor, e contando un “giorno per un anno” a partire dalla data in cui, secondo i Testimoni di Geova, il Tempio di Salomone era stato distrutto? Anche in questo caso la risposta è: No. Secondo l’ultimo nuovo intendimento dello Schiavo Fedele e Discreto del 15 marzo 2015, le profezie non si possono applicare a cose non esplicitamente scritte nella Bibbia. Secondo il racconto di Daniele, i sette anni in cui l’albero del sogno di Nabucodonosor veniva legato con dei ceppi di rame e di ferro, venne interpretato e applicato nientemeno che da un “profeta ispirato” mandato da Dio, Daniele. Come applicò Daniele quel sogno? Egli disse che i sette anni in cui il ceppo dell’albero veniva legato rappresentavano sette anni di pazzia di Nabucodonosor. La profezia si adempì, e Nabucodonosor impazzii per sette anni. Ma Daniele non scrisse mai che quella profezia doveva ulteriormente adempiersi su qualcosa di diverso. Quindi Russell e Barbour non erano autorizzati dalle scritture a descrivere un “secondo adempimento” su qualcosa che il profeta Daniele, ispirato da Dio, non aveva nemmeno accennato. In questo caso chi lo ha voluto fare è andato “oltre le scritture”. Sicuramente a fin di bene, ma non era autorizzato a farlo.

(4) Quarto articolo: Questi tre articoli precedenti vogliono fare capire che la fede dei Testimoni di Geova sul 1914 era sbagliata? (Secondo le linee guida) Ancora una volta la risposta è: NO. Nonostante la profezia sul 1914 non si possa dire che sia stata insegnata dallo Schiavo Fedele e Discreto, nonostante non si possa dire che si sia adempiuta, nonostante Barbour e Russell non fossero stati autorizzati a cambiare l’applicazione della profezia pronunciata da un profeta “ispirato da Dio”, Daniele, non si può dire che la fede nel 1914 sia mal riposta. In effetti (sempre secondo le linee guida), dal 1914 sono comparsi i segni preannunciati da Gesù: nazione è sorta contro nazione, regno contro regno, ci sono state penuria di viveri, terremoti e pestilenze.

Come si può spiegare tutto questo? Le linee guida dicono quanto segue. Prendiamo il caso di Paolo di Tarso. Lo spirito santo aveva chiaramente detto che Paolo doveva predicare anche a Roma, ma non disse come. La distanza da Gerusalemme a Roma era per quei tempi enorme. Inoltre per un normale cittadino era quasi impossibile avvicinarsi Cesare, che secondo la profezia doveva ascoltare il messaggio da parte di Paolo. Nessuno poteva sapere come quella profezia su Paolo si sarebbe adempiuta.

Quando Paolo si recò a Gerusalemme alla fine del suo terzo viaggio missionario, il Corpo Direttivo di quel tempo commise un apparente errore. Mandò Paolo nel Tempio di Gerusalemme a farsi radere il capo in compagnia di altri ebrei, per dimostrare a tutti che non era un apostata della Legge. Non appena Paolo mise piede nel Tempio, come era del tutto prevedibile, venne picchiato e arrestato. Paolo si difese da questo arresto esibendo prima la cittadinanza romana, e in seguito “appellandosi a Cesare”. In questo modo Paolo fece un viaggio fino a Roma a spese dello Stato romano, e in più ebbe la possibilità di parlare di fronte al Cesare in persona, in questo caso Nerone.

Secondo le linee guida , questa è una evidente dimostrazione di come Geova abbia usato l’errore del Corpo Direttivo di quel tempo per adempiere il suo proposito. Allo stesso modo, Geova ha usato un evidente errore di Russell e Barbour per adempiere il suo proposito: attirare l’attenzione sul 1914. – Fine delle linee guida.

Seguono le nostre riflessioni su queste linee guida:

Onestamente ci sembra un tentativo di dire: “Ragazzi ci siamo sbagliati ma niente panico, tutto sotto controllo. Non volendo, ci abbiamo azzeccato”. Inoltre, ci sembra il tentativo di scaricare definitivamente Russell e il suo insegnamento, per poter ripartire di zero. Da ultimo, ci sembra una operazione per continuare ad esistere. Non potendo spostare oltre “le due generazioni” dal 1914, si inizia o spostare la data oltre il 1914, per farla arrivare vicino al periodo delle due guerre mondiali, 1914-1949. Sono altri 30 anni di “bonus” per attendere la fine. Per chi ci vuol credere.

Non sappiamo chi ha scritto queste linee guida, se verranno effettivamente trasformate in una serie di quattro articoli, e quando questi  articoli vedranno la luce, e in quale forma. Ma ormai è chiaro. Da quelle parti nessuno ha la più pallida idea da che parte andare.

9 Commenti

  1. Quando pubblicheranno questi quattro articoli i tdg non faranno una piega. Diranno ora tutto torna, è chiaro come il sole! Certo che con la storia che lo Schiavo si è formato nel 1919 hanno dato un bel colpo di spugna al passato.

    • più che di luce, parlerei di tenebre…c’è voluto oltre un secolo per ammettere che la dottrina del 1914 era una castroneria, tra l’altro questi bravissimi arrampicatori di specchi, quali sono i vertici, hanno trovato l’escamotage per cadere in piedi…furbi!!!…comunque, se ci sono voluti oltre 100 anni per ammettere l’errore e molto probabilmente nessuno obietterà, non vedo il problema se questa “pseudo-religione” continuasse a inebriare gli aderenti x millenni…

  2. Se non sbaglio l’articolo 3 prende spunto da quello che si diceva qui in riferimento al sogno di Nabucodonosor, o sbaglio?

    Se così fosse, dovrebbero almeno mettere un asterisco a fine articolo/paragrafo che riporta a una nota in calce dove viene detto che questo intendimento è farina di geova.org e non della Watchtower e company. 🙂

  3. Come si può spiegare tutto questo? Le linee guida dicono quanto segue. Prendiamo il caso di Paolo di Tarso. Lo spirito santo aveva chiaramente detto che Paolo doveva predicare anche a Roma, ma non disse come. La distanza da Gerusalemme a Roma era per quei tempi enorme. Inoltre per un normale cittadino era quasi impossibile avvicinarsi Cesare, che secondo la profezia doveva ascoltare il messaggio da parte di Paolo. Nessuno poteva sapere come quella profezia su Paolo si sarebbe adempiuta.

    Quando Paolo si recò a Gerusalemme alla fine del suo terzo viaggio missionario, il Corpo Direttivo di quel tempo commise un apparente errore. Mandò Paolo nel Tempio di Gerusalemme a farsi radere il capo in compagnia di altri ebrei, per dimostrare a tutti che non era un apostata della Legge. Non appena Paolo mise piede nel Tempio, come era del tutto prevedibile, venne picchiato e arrestato. Paolo si difese da questo arresto esibendo prima la cittadinanza romana, e in seguito “appellandosi a Cesare”. In questo modo Paolo fece un viaggio fino a Roma a spese dello Stato romano, e in più ebbe la possibilità di parlare di fronte al Cesare in persona, in questo caso Nerone.

    Secondo le linee guida , questa è una evidente dimostrazione di come Geova abbia usato l’errore del Corpo Direttivo di quel tempo per adempiere il suo proposito. Allo stesso modo, Geova ha usato un evidente errore di Russell e Barbour per adempiere il suo proposito: attirare l’attenzione sul 1914. – Fine delle linee guida. So di sicari\anziani )si scrive anziani si legge sicari😗) che hanno avuto la FELICE idea di usare il suddetto avvenimento ..ATTI 21:21… come base x un comitato giudiziario🙄 A) pare che a dire dei VOSTRI CAPI l’allora corpo direttivo abbia gatto un ERRORE🤔B) pare che sia stato usato da Geova x uno SCOPO….mandare PAOLO a Roma a spese di ROMA FATEVELI DUE CONTI , CHE TRA A) e B) non state messi proprio bene bene🤗
    con affetto e interesse sincero😘

  4. Come si può spiegare tutto questo? Le linee guida dicono quanto segue. Prendiamo il caso di Paolo di Tarso. Lo spirito santo aveva chiaramente detto che Paolo doveva predicare anche a Roma, ma non disse come. La distanza da Gerusalemme a Roma era per quei tempi enorme. Inoltre per un normale cittadino era quasi impossibile avvicinarsi Cesare, che secondo la profezia doveva ascoltare il messaggio da parte di Paolo. Nessuno poteva sapere come quella profezia su Paolo si sarebbe adempiuta.

    Quando Paolo si recò a Gerusalemme alla fine del suo terzo viaggio missionario, il Corpo Direttivo di quel tempo commise un apparente errore. Mandò Paolo nel Tempio di Gerusalemme a farsi radere il capo in compagnia di altri ebrei, per dimostrare a tutti che non era un apostata della Legge. Non appena Paolo mise piede nel Tempio, come era del tutto prevedibile, venne picchiato e arrestato. Paolo si difese da questo arresto esibendo prima la cittadinanza romana, e in seguito “appellandosi a Cesare”. In questo modo Paolo fece un viaggio fino a Roma a spese dello Stato romano, e in più ebbe la possibilità di parlare di fronte al Cesare in persona, in questo caso Nerone.

    Secondo le linee guida , questa è una evidente dimostrazione di come Geova abbia usato l’errore del Corpo Direttivo di quel tempo per adempiere il suo proposito. Allo stesso modo, Geova ha usato un evidente errore di Russell e Barbour per adempiere il suo proposito: attirare l’attenzione sul 1914. – Fine delle linee guida. So di sicari\anziani )si scrive anziani si legge sicari😗) che hanno avuto la FELICE idea di usare il suddetto avvenimento ..ATTI 21:21… come base x un comitato giudiziario🙄 A) pare che a dire dei VOSTRI CAPI l’allora corpo direttivo abbia gatto un ERRORE🤔B) pare che sia stato usato da Geova x uno SCOPO….mandare PAOLO a Roma a spese di ROMA FATEVELI DUE CONTI , CHE TRA A) e B) non state messi proprio bene bene🤗
    con affetto e interesse sincero😘

  5. Il 1914 è uno dei punti cardine della dottrina dei testimoni di Geova.
    Una voce di corridoio ha confermato quanto la Redazione avesse detto due anni fa, ovvero si vuole mettere una grossa pietra sopra e proiettarsi in jw.org, acronimo di un nuovo nome, cancellando il passato e passando al futuro.
    Peccato che il passato non possa e essere rimosso così facilmente.
    Questi articoli, nel momento in cui verranno pubblicati, verranno acclamati come nuova luce e dimostrazione della fine dei tempi.
    Quando verrà fatto i testimoni di Geova non ci saranno più, cancellati insieme al loro passato.

Leave a Reply