Come Greber ha influenzato la TNM

03/08/15

10 greber  Cara redazione, sono rimasta allibita nel sapere che la Watchtower ha usato la traduzione di uno spiritista come Johannes Greber. Posso sapere in che modo la sua traduzione ha influito sulla Traduzione del Nuovo Mondo? Grazie

Grazie per averci scritto. La w76 15/4 pp. 255-256 risponde a questa domanda nella rubrica Domande dai lettori e dice:

Matteo 27:52, 53 significa forse che al tempo della morte di Gesù alcuni che erano nella tomba furono risuscitati?

Molti commentatori della Bibbia pensano che questo sia il senso di tali versetti. Tuttavia gli studiosi ammettono che il senso e l’appropriata traduzione di questi versetti siano insolitamente difficili. In effetti, ci sono motivi per credere che questi versetti significano che quando Gesù morì, il terremoto che ci fu fece aprire le tombe vicino a Gerusalemme, lasciando così i cadaveri esposti ai passanti.

Matteo 27:52, 53 dice che “anche le tombe si aprirono e molti corpi dei santi che si erano addormentati furono levati, e usciti dalle tombe dopo la sua risurrezione andarono nella città santa e apparvero a molti”. — La Bibbia Concordata.

Ma se ci fu una risurrezione quando morì Gesù, come fanno pensare questa e altre traduzioni, i risuscitati avrebbero forse atteso sin dopo la risurrezione di Gesù, il terzo giorno dopo ciò, per uscire dalle tombe? Perché Dio avrebbe risuscitato in questo tempo tali “santi”, dal momento che Gesù doveva essere “il primogenito dai morti”? (Col. 1:18; 1 Cor. 15:20) Ed era durante la futura presenza di Cristo che gli unti cristiani o “santi” dovevano partecipare alla prima risurrezione. — 1 Tess. 3:13; 4:14-17; Riv. 20:5, 6.

Osservate che, a rigor di termini, il racconto non dice che i “corpi” vennero alla vita. Dice solo che furono levati o gettati fuori delle tombe dal terremoto. Una cosa simile accadde nella città di Sonson, in Colombia, nel 1962. El Tiempo (31 luglio 1962) riferì: “Nel cimitero di questa città duecento cadaveri furono gettati fuori delle tombe dalla violenta scossa di terremoto”. Chi passò lì vicino o nel cimitero vide i cadaveri, e, perciò, molti abitanti di Sonson dovettero andare a riseppellire i parenti defunti.

Senza torcere la grammatica greca, il traduttore può rendere Matteo 27:52, 53 in modo da far pensare che dei cadaveri furono similmente messi allo scoperto in seguito al terremoto che ci fu alla morte di Gesù. Pertanto la traduzione di Johannes Greber (1937) rende questi versetti come segue: “Le tombe furono aperte, e molti corpi di quelli che erano sepolti furono gettati fuori. In questo stato sporgevano dalle tombe e furono visti da molti che passavano di lì tornando nella città”. — Si paragoni la Traduzione del Nuovo Mondo.

Oltre a squarciarsi la cortina del tempio che separava il Santo dal Santissimo, questo violento terremoto, che mise allo scoperto i cadaveri subito visti dai viaggiatori che portarono la notizia a Gerusalemme, servì quale ulteriore prova che Gesù non era un semplice criminale giustiziato per trasgressione. Era il Messia e colui che dopo poco sarebbe stato il primogenito dai morti destinati alla vita celeste.

Fine citazione

Uno dei punti in cui si é scelto di usare la traduzione di Greber é quindi uno dei punti piú delicati della Traduzione delle Scritture

Se Greber aveva ragione, alla risurrezione di Cristo non ci fú  nessuna risurrezione. Probabilmente solo la sua traduzione, quella di Daechsel e la Traduzione del Nuovo Mondo hanno questa lettura

Secondo tutti gli altri traduttori dopo la risurrezione di Cristo alcuni morti vennero risuscitati ed entrarono a Gerusalemme.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.