Dimissioni in massa?

Un aspetto non secondario sta emergendo dalle indagini sui presunti casi di pedofilia non denunciati in seno alle congregazioni dei Testimoni di Geova in Australia.

Il Giudice Peter McClellan ieri ha ricordato a uno dei massimi responsabili della Betel australiana, mr. Toole, che dal 1990 in Australia vige la legge di “obbligo di denuncia di un reato” da parte di un cittadino. Questo vuol dire che, se un cittadino australiano vede commettere un reato, non puó non denunciarlo: é obbligato PER LEGGE a farlo.

Che ripercussioni ha questo dettaglio sugli anziani australiani? Qualsiasi tipo di abuso su un minore é un reato PENALE. Non confessare un reato di natura PENALE rende una persona “un criminale”, avendo commesso un crimine.

I requisiti per la nomina degli anziani in 1 Timoteo capitolo 3, al versetto 7 recita: “che abbia una eccellente testimonianza da quelli di fuori”. È un dato di fatto che gli anziani australiani, presi come gruppo, non hanno piú una “eccellente testimonianza da quelli di fuori”, in particolare gli anziani della betel. Non solo questo.

Non avendo denunciato un reato, “quelli di fuori” muovono una fondata accusa contro tutti gli anziani che sono stati in qualche modo inclusi in un comitato giudiziario che riguarda un minore e NON HANNO DENUNCIATO. Come tutti gli anziani sanno, in base alle Scritture TUTTI QUESTI ANZIANI hanno perso i loro requisiti e vanno immediatamente rimossi. Non farlo darebbe la prova che “lo spirito santo” con la nomina degli anziani non c´entra niente.

Questi anziani non possono nemmeno trincerarsi dietro il principio “devo ubbidire a Dio come governante anziché agli uomini”. Non c´e nessun principio, nemmeno uno, nelle Scritture che indica che un anziano non deve denunciare un reato. Dato che i Testimoni di Geova pongono la Legge di Dio al di sopra della Legge di Cesare (giustamente diciamo noi) allora ci aspettiamo nelle prossime ore rimozioni e dimissioni in massa degli anziani Australiani, a partire da mr. Toole che gestiva i casi di abuso sui minori.

A seguire, ci aspettiamo che in tutti i paesi del mondo in cui gli anziani hanno violato la legge di Cesare senza nessuna base scritturale, non denunciando casi di abusi sui minori, facciano lo stesso.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.