Donne, vi hanno mentito

Sono circa 2.000 anni che una classe clericale maschilista e che disprezza le donne mente a loro, dicendo che, secondo le Scritture, le donne devono essere sottomesse agli uomini. Questa é una clamorosa bugia.

Ritraducendo le Scritture, siamo arrivati a 1 Timoteo capitolo 2, dove contiene uno dei passi scritturali secondo cui Paolo direbbe che le donne devono stare in silenzio.

Traducendo in maniera accurata quei passi, si capisce che Paolo non parla delle donne e della congregazione, ma di una DONNA SPOSATA e SUO MARITO. Quindi, una DONNA SPOSATO (giustamente) non deve pretendere di insegnare o comandare suo marito, visto che, sposandolo, lo ha riconosciuto come suo capo.

Ovviamente la DONNA SPOSATA non potrà insegnare nemmeno in un pubblico dove si trova suo marito, per i motivi riportati sopra.

Ma nulla di questo si applica alla donna NON SPOSATA. Se vive per conto suo, é solo sotto la Legge del Cristo, alla pari di qualsiasi membro maschio della ekklesia.

Ora alleghiamo il testo di 1 Timoteo capitolo 2, domani sará pronto il testo di 1 Corinti capitolo 14  che tratta lo stesso argomento.

1 TIMOTEO CAPITOLO 2

1 – Consigli sulla preghiera

1 Raccomando dunque, prima di tutto, che si [preghi Dio in diversi modi], con suppliche, preghiere, intercessioni e rendimento di grazie [a Dio] a favore di tutti gli uomini, 2 affinché i re e tutti quelli che stanno al potere possano condurre una vita calma e tranquilla, [e affinché] noi possiamo condurre una vita con santa devozione e serietà. 3 Questa è cosa bella e meritevole di una ricompensa davanti al nostro Salvatore, Dio, 4 che desidera che tutti gli esseri umani siano salvati e giungano alla piena comprensione della verità.

5 Uno solo, infatti, è Dio e uno solo anche il mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù, 6 che ha dato se stesso come prezzo corrispondente [come riscatto] per tutti. [gli esseri umani], da ribadire ogni volta che é necessario. 7 Di [questa verità] io sono stato nominato messaggero e apostolo, – dico la verità, non mento – maestro [di intere nazioni] pagane nella fede e nella verità. 8 Desidero dunque che in ogni luogo gli uomini preghino, alzando al cielo mani pure, senza sentimenti di rabbia e senza dibattiti.

2 – Abbigliamento delle donne

9 Allo stesso modo, le donne sposate vestano decentemente, e si prendano cura del loro aspetto personale con modestia e usando la testa. Non [si limitino a considerare come] cura dell´aspetto personale l´acconciatura dei capelli, i gioielli d´oro e i gioielli di perle, 10 ma [considerino come cura dell´aspetto personale] anche quello che ci si aspetta da donne sposate che asseriscono di adorare Dio: [che facciano] opere buone.

3 – Sottomissione della donna sposata a suo marito

11 La donna sposata impari [da suo marito] senza stare sempre a replicare, con piena sottomissione [a suo marito]. 12 Non permetto alla donna sposata di insegnare [a suo marito] né di comandare su suo marito; piuttosto la smetta di replicare continuamente [a suo marito]. 13 Perché prima è stato formato [il marito] Adamo e poi [la moglie] Eva; 14 e Adamo non fu ingannato, ma chi si rese colpevole di trasgressione fu sua moglie, che si lasciò ingannare [dal Diavolo]. 15 Comunque [la donna], avendo partorito i figli [di tutto il genere umano] si riscatterà [dall´errore di Eva], a condizione che continui a restare nella fede, nell´amore leale, nella santità con una mente sana.

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.