I complici

 

 

Chi non denuncia é un complice
Chi fa finta di niente é un complice
Voi complici che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
i sorrisi dei vostri bambini sereni:
Considerate se questo è un bambino
Che piange nella sua stanza
Che non conosce pace
Che non sa piú sognare
Che viene spezzato per un sì o per un no.
Considerate se questa è una bambina,
Senza sogni e senza piú voglia di vivere
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d’inverno.
Ricordate che questo è successo:
Noi bambini abusati vi comandiamo queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele al mondo intero.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
Il vostro Dio torca il viso da voi.

LIBERO ADATTAMENTO DI “SE QUESTO È UN UOMO” DI PRIMO LEVI

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.