I Testimoni di Geova Riformati

 

Geova.ORG: Buongiorno.

Lucio: Buongiorno.

Geova.ORG: Se ci permetti, iniziamo subito con le domande. Chi sono i Testimoni di Geova Riformati?

Lucio: I Testimoni di Geova Riformati non sono una setta o uno scisma dai Testimoni di Geova di Warwick. Sono piuttosto un movimento di pensiero nato all’interno dei Testimoni di Geova di alcune nazioni, come Messico, USA, Giappone, Germania, Italia ed altri, che usando internet si è rapidamente propagato in tutto il mondo.

Geova.ORG: Possiamo indicativamente stabilire una data di inizio di questo movimento?

Lucio: Molti di noi erano da tempo diventati insofferenti ad alcuni atteggiamenti del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova e dei suoi rappresentanti. Comunque la testimonianza pubblica di Geoffrey Jackson, membro del Corpo Direttivo, davanti alla Commissione Reale Australiana sugli abusi sui minori del 14 Agosto 2015 ha segnato un vero punto di non ritorno. Da quel giorno in poi abbiamo iniziato a cercarci, a trovarci e ad alzare la testa. In Italia il vostro sito di Geova.ORG ha avuto un ruolo cruciale in tutto questo. In altre nazioni altri Testimoni di Geova Riformati si sono raggruppati attorno ad altri siti o blog.

Geova.ORG: I Testimoni di Geova Riformati propongono delle riforme all’interno dei Testimoni di Geova di Warwick?

Lucio: No. I Testimoni di Geova di Warwick non sono una democrazia, ma sono una dittatura assoluta. E nessuna dittatura assoluta ha mai recepito delle riforme. Le dittature possono solo essere (1) o abbattute (2) oppure si deve andare in esilio da esse.

Geova.ORG: Voi quale strada avete scelto?

Lucio: Per ora non abbiamo la forza di abbatterla, non siamo ancora sufficientemente organizzati. Quindi andiamo volontariamente in esilio. Pur senza dissociarci o farci disassociare, non partecipano in nessun modo alle loro attività. Ci “spegniamo” per così dire.

Geova.ORG: Quanti siete?

Lucio: Secondo gli annuari dei Testimoni di Geova di Warwick, ogni anno oltre 150.000 Testimoni di Geova spariscono dalle registrazioni. Moltissimi di quelli che spariscono la pensano come noi. Ovviamente non siamo una religione, e quindi non ci identifichiamo dappertutto con lo stesso nome. Ad esempio in spagnolo siamo la “resistenza sin cartera”. Altri non si sono dati nemmeno un nome. Si considerano “inattivi” o “dissidenti”. Ma se consideriamo che la pensiamo tutti più o meno allo stesso modo, allora in Italia siamo alcune migliaia. Nel mondo siamo forse centinaia di migliaia.

Geova.ORG: Cosa vuol dire essere un Testimone di Geova Riformato?

Lucio: Vuol dire diverse cose. Innanzitutto vuol dire continuare a credere in Geova, in suo Figlio Gesù Cristo e nella Bibbia. Vuol dire continuare a credere che l’inferno di fuoco non esiste, che l’anima immortale non esiste, e credere che verrà un Nuovo Mondo in cui Cristo dominerà per Mille anni.

Geova.ORG: In queste cose ci credono anche i Testimoni di Geova di Warwick. In che cosa si differenziano i Riformati.

Lucio: Noi non crediamo che il Corpo Direttivo sia lo Schiavo Fedele e Discreto promesso da Gesù. Noi crediamo che l’attuale Corpo Direttivo di Warwick ha fatto un vero e proprio “colpo di stato” appropriandosi “motu proprio” di un ruolo che non è il suo, e che non gli compete. Questo Corpo Direttivo è quindi un impostore. Noi crediamo che alcuni membri del Corpo Direttivo, in passato, hanno fatto parte dello Schiavo Fedele e Discreto, come ad esempio il fratello Russell e il fratello Knorr. Pensiamo allo stesso modo che altri membri del Corpo Direttivo di Warwick abbiamo fatto parte dello Schiavo Malvagio, come ad esempio il signor Rutherford e il signor Geoffrey Jackson. Noi crediamo che in buona sostanza, praticamente l’intero Corpo Direttivo odierno, forse solo con una unica eccezione, faccia parte dello Schiavo Malvagio profetizzato da Gesù, e ci sta facendo vergognare di essere  Testimoni di Geova.

Noi quindi crediamo che il Corpo Direttivo di Warwick NON abbia alcuna autorità conferitagli da Dio. Allo stesso tempo non riconosciamo nessuna “nomina” teocratica, né di Beteliti, né di Sorveglianti viaggianti e nemmeno di Anziani o Servitori di Ministero. Queste nomine ormai vengono date solo a chi obbedisce ciecamente al Corpo Direttivo di Warwick, e non hanno nulla a che vedere con lo spirito santo.

In aggiunta a questo, noi non riconosciamo nessuna autorità ai Comitati Giudiziari, consideriamo anti-scritturale la pratica dell’ostracismo e quindi non ci isoliamo dagli ex-testimoni di Geova.

Geova.ORG: Come considerate le pubblicazioni dei Testimoni di Geova, come la Torre di Guardia o i vari libri?

Lucio: Noi NON consideriamo queste pubblicazione come “cibo a suo tempo”, ma come articoli scritti da gente più o meno competente in materia biblica, che a seconda dei casi possono essere più o meno utili. Ad esempio i libri “Tutta la Scrittura” e “Perspicacia”, come anche il libro “Famiglia” e simili sono libri molto utili, con ottime spiegazioni ed eccellenti consigli. Quindi continuiamo a usarli come base per le nostre considerazioni bibliche. Ma non li consideriamo affatto “definitivi” o “infallibili”. Questi libri hanno lo stesso valore di altri libri che si possono trovare in libreria o in biblioteca. Dicono molte cose giuste, altre cose meno giuste, ed evidentemente contengono anche errori. Altri articoli, invece, sono vera e propria spazzatura mentale.

Geova.ORG: Come si entra a far parte di questo “movimento di pensiero” che sta prendendo il nome di Testimoni di Geova Riformati?

Lucio: I Testimoni di Geova Riformati compiono una serie di passi netti e precisi per segnare il loro “allontanamento”. Innanzitutto smettono di contribuire per la Sala del Regno e per qualsiasi altro progetto sponsorizzato dal Corpo Direttivo di Warwick. I Riformati non smettono di predicare, magari anche solo in maniera “informale”, ma si rifiutano di consegnare il “Rapporto di Servizio”, o lo consegnano in bianco. Inoltre, i Riformati smettono di frequentare le adunanze come luogo di culto, ma le frequentano “di tanto in tanto” per tenere allacciati i rapporti sociali con gli altri fratelli. Quando frequentano le adunanze i Riformati non commentano, in segno di protesta.

Geova.ORG: Come vi riconoscete fra voi, se continuate ad essere almeno apparentemente Testimoni di Geova come altri?

Lucio: Basta scambiare due parole, e subito ci si riconosce. Basta chiedere: hai sentito cosa sta succedendo in Australia? Un Testimone di Geova di Warwick cambierà immediatamente argomento. Un Testimone di Geova Riformato invece ti chiederà se tu sai altri particolari che lui ancora non conosce. Oppure basta chiedere la sua opinione sul Corpo Direttivo. Un Testimone di Geova di Warwick lo adorerà come un idolo. Un Testimone di Geova Riformato dirà che probabilmente Geova ha usato alcuni di loro in passato, ma gli è davvero difficile pensare che stia usando questi… Insomma, ci si riconosce a pelle. Bastano un paio di minuti.

Geova.ORG: Che senso ha fare parte dei Testimoni di Geova Riformati, piuttosto che abbandonare i Testimoni di Geova e andare per conto proprio?

Lucio: In questi anni molti hanno avuto il coraggio e le circostanze per andarsene via dai Testimoni di Geova, e noi abbiamo grande stima di loro. Altri si trovano nella impossibilità di andarsene. Alcuni di noi lavorano per altri Testimoni di Geova, sono affittuari di altri Testimoni di Geova, hanno loro colleghi che sono Testimoni di Geova, per non parlare di figli, nipoti, madri, padri, nonni, fidanzati. I Testimoni di Geova si sono sposati fra loro, hanno lavorato insieme l’uno con l’altro, hanno stretto amicizie fra loro. A causa della regola della disassociazione, che impone di espellere e ostracizzare chiunque lasci questa fede, diventa davvero difficile uscirne. Siamo intrecciati come le radici del grano con le zizzanie.

Diventando invece Testimoni di Geova Riformati, pur senza farci disassociare, noi abbiamo trovato un modo “soft” e “non traumatico” di andare via pian pianino. Diventiamo inattivi, frequentiamo le adunanze sempre più di rado, e nel frattempo cerchiamo altri che la pensano come noi per cercare nuovi appoggi sociali. Questa partenza “diluita nel tempo” ci permette di non soffrire più della tirannia del Corpo Direttivo di Warwick e dei loro tirapiedi, anziani e sorveglianti, ci permette di metterci al riparo dall’ostracismo che colpisce i disassociati, e allo stesso tempo non distrugge quella rete di amicizie e di sostegno reciproco che avevamo un tempo. Alcuni di noi semplicemente non possono fare a meno degli altri Testimoni di Geova. Non per ragioni religiose, che ormai non centrano nulla, ma per ragioni sociali, e a volte, economiche.

Geova.ORG: Ma non la considerate una soluzione “di compromesso”?

Lucio: In effetti è un compromesso. Ma in questo momento molti di noi non possono fare di più. Non contribuiamo più per loro, non collaboriamo nella predicazione delle loro idee, non aumentiamo il numero dei presenti in adunanza, ci dimettiamo da tutti i nostri incarichi all’interno della Congregazione… Pensiamo che sia già un’ottima presa di posizione. Per conto proprio ognuno di noi cerca, se può, di fare poi il passo decisivo.

Geova.ORG: Se non frequentate quasi mai le adunanze dei Testimoni di Geova, dove vi radunate?

Lucio: Ci raduniamo nel fine settimana a casa di amici. Studiamo qualcosa, commentiamo, e poi ci svaghiamo un po’ assieme.

Geova.ORG: Qual è il vostro rapporto con Teofilo di Patmos e i suoi amici?

Lucio: Noi consideriamo Teofilo qualcuno mandato da Geova per darci “collirio”, per farci aprire gli occhi. E ce li ha aperti. Per questo nutriamo massimo rispetto per quello che scrive e per chi collabora con lui, e abbiamo anche un grosso debito di riconoscenza. Allo stesso tempo Teofilo ha fatto capire a chiare lettere che lui non fa parte di nessuna religione, e non vuole fondare nessuna nuova religione. Noi rispettiamo questa sua posizione.

Geova.ORG: E quali sono i vostri rapporti con Geova.ORG?

Lucio: Noi in Italia siamo nati con Geova.ORG. Abbiamo un legame fortissimo con voi. Anzi. Segretamente accarezziamo l’idea che un giorno questo sito diventi il nostro punto di riferimento ufficiale per l’Italia. Così JW.ORG sarebbe il punto di riferimento per i Testimoni di Geova di Warwick, mentre Geova.ORG diventerebbe il punto di riferimento per i Testimoni di Geova Riformati.

Geova.ORG: Siamo in grado di promettervi che ripubblicheremo, ampliandoli, gran parte del materiale pubblicato in passato per “aprire gli occhi”.

Lucio: E questo ci rende felicissimi!!!

Geova.ORG: E qual è la vostra posizione sui casi di pedofilia, sia in Australia che in altri luoghi?

Lucio: Noi pensiamo che chiunque si renda colpevole di abuso sui minori vada denunciato. Non è solo una questione “familiare”. Se ad esempio il marito di una sorella é un pedofilo che ha abusato della figlia, denunciarlo o non denunciarlo non è una decisione che riguarda soltanto la sua famiglia, come vuole fare credere il Corpo Direttivo di Warwick. Questo perché il signor marito frequenta anche la congregazione. Forse visita scuole elementari, asili. Questo signor marito é ripetutamente a contatto con i nostri bambini. La signora moglie non può decidere per tutte queste “potenziali vittime” semplicemente dicendo che è una questione familiare. Un problema del genere riguarda tutto la comunità, perché va salvaguardata l’intera comunità, e non solo la sua famiglia.

Inoltre noi pensiamo che un pool di avvocati si dovrebbe occupare di vedere se nelle direttive del Corpo Direttivo di Warwick su come devono essere gestiti i casi di pedofilia sia contenuto qualcosa di illegale in base alla Legge italiana. Se questo dovesse essere provato, la magistratura dovrebbe spiccare un mandato di cattura internazionale nei confronti del Corpo Direttivo, perché sono loro a stabilire la “dottrina” dei Testimoni di Geova di Warwick. Ma ripeto, è solo un’ipotesi. Noi non siamo avvocati e non siamo competenti su questa materia. Ma pensiamo che qualcuno dovrebbe fare questa verifica.

Geova.ORG: Voi avete anziani nominati?

Lucio: No. Chi ne sa di più aiuta chi ne sa di meno, ma decidiamo le cose sempre in maniera democratica, coinvolgendo sia uomini che donne.

Geova.ORG: Ultima domanda. Perché avete voluto usare il nostro sito per fare “outing”.

Lucio: Perché ci fidiamo di voi. Siete gente seria. E perché, in un certo senso, siamo nati grazie voi. Qui ci sentiamo a casa. Possiamo quindi sperare che Geova.ORG diventi il nostro punto di riferimento per l’Italia?

Geova.ORG: Possiamo solo dirvi che ricevere una risposta quanto prima.

211 Commenti

  1. Ottimo post! Condivido al 90%. Il mio pensiero diverge sulla questione schiavo fedele! Da quello che comprendo io, ogni seguace di Cristo al Suo ritorno deve farsi trovare come uno schiavo fedele. Essendo una parabola e non una profezia penso che non sia mai esistito un gruppo di persone che sia lo schiavo fedele cosi come viene inteso dalla wt! Cristo disse che ci avrebbe inviato il soccorritore (spirito santo). Se ci fosse stato uno schiavo fedele stile corpo direttivo Cristo avrebbe detto seguite loro e state sereni! Per il resto è condivisibile il pensiero di base!

    • Cristo mediante illustrazioni parlò di economi fidati e altri pigri. Ciononostante non disse mai di seguire gli economi fidati, anzi ciascuno di loro deve solo riconoscere di essere uno schiavo che cerca di fare il suo dovere in quanto tale. Secondo quanto io ho compreso da questa intervista, nè Lucio nè la redazione di Geova.org intendono dire che esista o sia mai esistito uno schiavo fedele e discreto in stile corpo direttivo dei tdg. I vari economi nel corso del tempo dovevano seguire Cristo. E noi dobbiamo seguire Cristo:)

      • Cogliamo al balzo questo commento per sottolineare che la Redazione di Geova.ORG non è necessariamente daccordo su tutto quello che ha detto Lucio. Era una intervista, e lui era libero di dire quello che pensava. Ma lo ha detto lui, non noi… 🙂

  2. Mi piace il pensiero libero che trascende da questo movimento “Riformato”. Mi sembra proprio che i riformati abbiano fatto un salto forte in qualita`di vita e di cristianesimo. Grazie voi di Geova.org che ci siete e non mollate mai nel difendere il Vero a somiglianza di Gesu.

  3. Concordo quasi con tutto ciò che hanno detto i riformati, anche io in un certo senso sono un riformato anche se per questa mia presa di posizione sono stato Disassociato, non concordo però sul fatto che Russel facesse parte dello schiavo, in quanto tutto ciò che lui scrisse fu preso a prestito dagli avventisti, inoltre ciò che diceva all’epoca oggi è un eresia e non credo che Yahweh abbia illuminato Russell con storie tipo piramidi e quant’altro , scusatemi se sono intervenuto e se verrà accettato questo mio post visto che sono sparito per un po’ di tempo….ma sapete avevo bisogno di meditare….un saluto a tutti voi…Teofilo Nikita, Debora P. È tanti altri che ho avuto il piacere di conoscere personalmente.

  4. Noi siamo una intera famiglia “riformata”. Non crediamo piu nel corpo direttivo, i soldi non li mettiamo piu e in sala ci vedono col contagocce. Piano piano si interessano sempre meno a noi. Spero ci dimentichino presto.

  5. buonasera a tutti. Nella zona tuscolana siamo almeno una decina (che conosco io) famiglie ormai “riformate”. Ci stiamo dentro perchè dopo 30 anni é il nostro mondo. Ma non vedono da noi nemmeno un euro, e manco un’ora di servizio. È una gara a chi si stanca prima. Noi o loro.

  6. Nela zona di Waiblingen nel sud dela Germania mezza congregazione sono famiglie di testimoni riformati. non ci crediamo piu e andiamo in servizio solo x farci una pasegiata. i soldi li usiamo x andare al cinema.

  7. Articolo sacrosanto. il 75% sono Testimoni di Geova per necessità, non per scelta. A volte anche necessità economiche. Mi avete tolto un peso come una pietra dalla pancia. Qualcuno doveva avere il coraggio di dirlo.

    Un testimone talmente riformato che vorrebbe buttare tutte le sue cravatte…

  8. I Testimoni di Geova Riformati sono nei fatti già una realtá. Io li calcolo intorno al 20% del totale. Basta vedere il “mazzetto” delle cartoline degli irregolari e degli inattivi, che sta crescendo quasi a eguagliare quello degli “attivi”… Lo scandalo australiano ha ucciso definitivamente la fiducia sul Corpo Direttivo di Warwik. Cosa siamo diventati? Non lo so nemmeno io.

  9. la cerchia dei miei amici si sta gia passando questo post. se ne è discusso parecchio. Quanti di noi senza saperlo sono in realtà dei Testimoni Riformati. Io non credo nel Corpo Direttivo, non credo negli anziani, non rispetto la dissasociazione, non contribuisco e in Sala di vado solo quando mi va. Quindi sono una Testiomone Riformata anche io 🙂 Wow cha scoperta 🙂

  10. Salve Romolo mi fa molto piacere sentire che molti fratelli come te, stanno aprendo gli occhi,capisco che per molti di voi non è facile uscire dopo tutti questi anni…io sono uscito e non ho più accettato compromessi….Hai mai pensato che per amare Dio e il nostro prossimo non abbiamo piu bisogno delle religioni, Gesù diede ottimo esempio …il primo passo lo avete fatto ….non vi fermate,..

    • Nei prossimi giorni molti di questi avranno un nome, un cognome e un vero servizio fotografico 🙂 citiamo un proverbio letto su facebook: La paurà bussò alla porta. Il coraggio si alzó e apri la porta. E vide che non c´era nessuno……

  11. questo post è davvero importante. Non avevo mai riflettuto dove “andassero a finire” gli oltre 150000 proclamatori che secondo gli annuari “spariscono” ogni anno… diventato Testimoni Riformati. Non vanno più in Sala, spariscono e vivono la loro vita alla faccia dei barboncini di Warwick. Mi sa che mi do alla macchia anche io… grazie di cuore a tutti….

  12. Ma dopo tutto quello che sta venendo fuori sull’abuso dei bambini in Australia, USA, Inghilterra, Spagna, come si fa a continuare ad andare in Sala come se niente fosse? Vedo quelle facce di terracotta degli anziani venire a farmi visita e disinteressarsi completamente di quello che significa per me, mamma, dover stare in una Sala dove è ammesso che un bambino puo sedere a fianco al suo abusatore se non ci sono 2 testimoni oculari. Ma questa gente per chi ci ha presi? Ma pensano davvero che siamo un branco di idioti? Evidentemente si…

  13. Buonasera a tutti. Scrivo per la prima volta su questo blog e sono lieto nel vedere come il libero pensiero scardina gradualmente le gabbie mentali. Io ho rifomato la mia vita dopo 35 anni di militanza e 20 da ex anziano. Sono da 10 anni inattivo e gradualmente sono sparito dai loro radar anche perché quelle poche volte che sono venuti hanno trovato pane duro per i loro denti. Per la redazione:complimenti di cuore per il vostro lavoro. Continuate cosi. Vi apprezzo molto.

  14. Un saluto a tutti da parte di un nuovo frequentatore del vostro blog.
    La settimana scorsa ho presentato la mia rinuncia come anziano e come pioniere speciale che serve all’estero da quasi 20 anni.
    L’ho fatto per ragioni simili alle vostre e per non dover più andare a dormire sentendo di dover fare a pugni con la mia coscienza.
    Ho presentato diverse domande bibliche ai due anziani che il sorvegliante di circoscrizione ha incaricato perché mi visitassero. Non avevano risposte, non hanno nemmeno provato, ma mi hanno detto che il sorvegliante incaricherà qualcuno maggiormente competente affinché parli con me. Attendo fiducioso.
    Per il momento, vorrei evitare una espulsione per apostasia per due ragioni. La prima è che al problema già pesante di dover cercare da zero un lavoro ed una casa non vorrei aggiungere quello di veder troncato il rapporto con i miei famigliari che sono parte dell’organizzazione, includendo mia moglie che per ora non condivide la mia posizione (potete immaginare il livello di sofferenza già raggiunto).
    La seconda, è che credo presto ci sarà un disperato bisogno di conforto per tutti coloro che si sentiranno delusi e traditi dalle decisioni future del Corpo Direttivo e credo sarà più facile fornire aiuto se non si è stati precedentemente marchiati come apostati.
    Non so se riuscirò nel mio tentativo di evitare la espulsione e allo stesso tempo sostenere la verità scritturale sui tanti punti che ho potuto approfondire e che non mi trovano d’accordo con la versione ufficiale dell’organizzazione: del resto, sappiamo bene come finisce spesso nei film l’uomo che credevano sapesse troppo……
    Comunque vada, mi ritrovo abbastanza nella definizione di Testimone di Geova riformato e mi piacerebbe poter stabilire un contatto per poter condividere esperienze e punti di vista scritturali nello spirito di Matteo 18:20, per una volta senza giacca, senza cravatta e senza dover contare e registrare i presenti sull’apposito formulario.

    Grazie per il vostro instancabile lavoro.

      • Questa per esempio:
        L’intendimento sulla generazione di Matteo 24:34 è stato recentemente modificato letteralmente per la sesta volta (1897-1927-1951-1995-2008-2010), ma la nuova spiegazione delle due generazioni sovrapposte, basata esclusivamente su Esodo 1:6, oltre che confusa, non si può dire che sia in armonia con il contesto generale delle Scritture.
        In Esodo 1:6 infatti, si fa riferimento alla generazione di Giuseppe e dei suoi fratelli, ma in nessun momento si menzionano due generazioni, ne molto meno si evince il fatto che siano sovrapposte. Al contrario, poco prima in Genesi 50:23, si dice chiaramente con riferimento a Efraim, che i suoi figli, nipoti e pronipoti, seppure per qualche tempo contemporanei di Giuseppe, appartenevano a diverse generazioni, infatti si parla di ben tre diverse generazioni, quattro se si include Giuseppe.
        Questo ulteriore cambio di intendimento, si può onestamente far passare per un lampo di luce, o si tratta dell’ennesimo tentativo di guadagnare tempo, obbligati dalle circostanze, rivelando mancanza di vera illuminazione spirituale?

    • Certo che per essere un accanito sostenitore delle tue idee sei piuttosto pavido. Ma se si è convinti delle proprie idee bisogna lottare. ci sono stati in passato persone che sono disposte andare sul luogo perle loro idee.

      • Non si tratta di essere pavidi o meno. Spesso nella vita non conta solo il risultato finale, conta anche il modo in cui ci si arriva. Se qualcuno vuole ucciderti, non è detto che bisogna per forza facilitargli il compito suicidandosi.
        È giusto che ognuno si assuma le sue responsabilità. La mia è stata quella per ora di dimettermi da ogni incarico, ora gli anziani, il sorvegliante, la Betel dovranno assumersi la loro. Non so se ho reso l’idea.

      • Manlio Tedeschini, è facile sparare sentenze sugli altri. Riformato ha già fatto un’azione coraggiosa dimettendosi da anziano e pioniere speciale dopo due decenni! Come inizio non è da tutti, inoltre sono certo che in passato già si è speso per la sua fede in Dio e non mancherà di continuare a farlo nel futuro. Tu piuttosto sai battagliare bene con la tastiera… complimenti!

      • Caro Manlio, forse non tutti l’hanno notato, ma il primo articolo di studio della Torre di Guardia di aprile 2017 al paragrafo 16, per la prima volta, che io ricordi, in modo esplicito lascia capire che la moglie potrebbe legittimamente decidere di separarsi nel caso il marito sia divenuto un “apostata”. Per questo credo che, con un po’ di empatia, anche tu possa riuscire a capire il peso che certe decisioni comportano.

    • Ciao Riformato, io ci sono: Nello spirito positivo di Matteo 18:20 da te citato mi metto a tua disposizione: mi trovi facilmente su Facebook!. Ho molte cose da condividere anche con te.

  15. Ottimo articolo che fa capire la serietà e l’importanza di essere o non essere (riformato)
    Ai miei tempi quando si faceva la visita per la leva alcuni erano riformati non accettati per la leva.
    Altri gli accettati ridevano dei riformati, ma la realtà e stata che gli accettati me compreso siamo stati agli ordini degli ufficiali e tutta una serie di leggi interne da NAIA compresi altri militari chiamati anziani perche da tempo già sotto cavetta, e i riformati si spassavano la vita.
    Non ho potuto fare a meno del associazione mentale che ho avuto per dire che oggi da riformato tdg sto assaporando la liberta che appartiene ai figli di Dio.
    Grazie del post

  16. Anche nella zona di Torino siamo in molti ad essere felici e riformati. L era delle congregazioni “grande famiglia” é finita da un pezzo, e i porcellini d’india di warwick hanno perso ogni credibilitá. pianino pianino stiamo sparendo dalle congregazioni e dalle assemblee. ci cercano solo per contribuire. noi al massimo possiamo firmargli un paio di cambiali…

  17. sono una ex betelita riformatissima. Un consiglio a tutti, lasciate perdere gli scontri frontali, non servono. Inventatevi le scuse più fantasiose: ho portato il mio gatto dallo psicologo. Ho paura di lasciare casa mia se no crolla. soffro di agarofobia durante le ore dell’adunanza. Sono allergica alle sedie della Sala… inventate inventate inventate e inventate. Non andate in Sala, non contribuite e vivete felici. Quando Geova interverrà di sicuro nella Sala del Regno non c´e salvezza. Magari fuori si.

  18. Forniamo qualche dato

    Il nostro analizzatore di traffico ci dice che questo blog é stato letto finora da 65.488 NUOVI UTENTI (singoli computer) in Italia, 3.006 in Germania, e 1.575 in Svizzera. Non sono semplici accessi casuali, perchè queste persone restano sul blog mediamente 4 miniuti e mezzo ogni volta che accedono. Quindi non siamo esattamente quattro gatti….

  19. Leggere questi commenti a distanza di due anni dalla nascita del blog ci rende veramente felici. Personalmente non mi aspettavo un impatto così forte. Il blog è nato quasi per caso da un idea alle 3:00 di notte senza avere da parte della redazione per rivolsero esperienze in questo campo. Io sono convinto che “i piani alti” abbiano fatto la loro parte e mi auguro davvero di tutto cuore che Geovaorg possa compattare tutti quei fratelli che soffrono in silenzio. Siamo in tanti, prendiamo consapevolezza che appena a Worwik capiscono che non abbiamo paura per loro è finita, rimarranno 4 gatti chiusi nel loro fortino.

      • Da Bassano del Grappa ci leggono in 349 🙂 Hanno disassociato Davide troppo tardi, dovevano pensarci prima 🙂

      • Chi ha detto quelle assurdità dev’essere uno che non riesce a vedere più in là del proprio naso 🙂

  20. Anche io penso che lo scontro diretto produce solo danni. Invece progressivamente ma costantemente cerchiamo di tirare i remi in barca! Gli effetti si sentiranno! Togliere il sostegno economico, è il primo passo! Alla fine della wt rimarrà un castello di carta,

  21. Grazie per l’info, wao se pure in una regione come la Sardegna nascono riformati (quelli che leggono per me già lo sono in buona parte) avete sicuramente fatto centro

    Continuate così complimenti

  22. Grande redazione!!!!
    Per quelli di Worwik ormai siete un epidemia per noi riformati una benedizione , continuate così…..
    a dimenticavo da Foggia dovete moltiplicare quel numero per almeno tre perché qui ricordatevi siamo al Sud un po’ indietro con la tecnologia e c’è un computer per ogni tre persone in famiglia 😂 quindi è facile che da ogni computer siano almeno in tre ad attingere buon lavoro

  23. Dal golfo della capitanata i coraggiosi prendono posizione, mentre le macchiette convinte dotate di lingue lunghe e viscide vanno a caccia delle streghe. Ma quante streghe siamo qui Cara redazine?

  24. Sono contento di sapere che tramite il vostro blog sempre più persone capiscono tante cose! Meritate un encomio solenne per La vostra attività di informazione! Complimenti vivissimi!

  25. Riformato, se posso suggerire, ignorali non parlare con l’esperto che di esperto e allenato ha solo l’arroganza. Se non gli parli più gli fai più male perché gli dimostri che non hai più tempo da perdere. I miei ” anziani” li stó facendo schiattare ormai si lamentano con tutti del fatto che non sono collaborativo per incontrarli. Ultimamente gli ho detto che non potevo incontrarli perché dovevo smacchiare il giaguaro😂😂😂 non potrai crederci si sono infuriati, hanno perso il loro tono mielose e mi hanno aggredito verbalmente…… Quindi se ti vuoi divertire evitali, semplicemente impazziscono. Buon divertimento

  26. Grandi!!! E dalla Toscana!! Nella mia zona mi sembra di essere l’unica…abito nel grossetano…e siccome siete gentili nel rispondere mi potete dire in Germania i zona Wiesbaden vicino Selters?? Sarei felice ci fossero perché forse ho speranza che una persona a me cara possa aprire gli occhi!! Grazie fin da adesso!!

  27. Salve. Sono un Riformato della primissima ora. Ho sperato in un vostro congresso nella zona, ma mi sembra che ancora non ci sia stato da queste parti. Le domande? Che aria tira a Roma? Grazie. Saluti carissimi.

    • Ciao Feretto. Ti sorprenderà sapere che i più assidui lettori di questo blog sono proprio quelli della Bufalotta… Comunque Roma si piazza saldamento al PRIMO posto dei nostri “aficionados”, con bel 10.238 nuovi lettori contatati. Anzi. Cogliamo l’occasione per salutare i due nuovi responsabili della Filiale 🙂

    • Nel veneto siete tra i piu informati. Solo Venezia conta 988 lettori, 450 verona e cosi via… da voi se ne è parlato tantissimo. Tutti sanno tutto, viaggianti compresi. Poi a Bassano c´è lui… 🙂 🙂 🙂

      • salve vorrei sapere dalla provincia di pisa quanti riformati sto impazzendo da solo stasera ho la visita del sorvegliante e vorrei dare le dimissioni da servitore

  28. E´un grande piacere per me conoscere tutti voi coraggiosi e leali al vero Dio YAH. Vi saluto caramente!
    Saluto anche i protestanti e approfitto per comunicare loro che la notte noi dormiamo sereni, e che di giorno camminiamo a testa alta non vergognandoci di nulla che sia nascosto.
    La pace e la gioia appargengono ai figli di Dio.

      • Raffaele Di mattino la redazione ci ha dato una grande notizia per la nostra zona di Ancona ,Jesi e Macerata… Sono veramente contento…. Forza fratelli andate avanti non vi fermate più….

  29. Giusto per capire. Se io accedo al blog da 4 pc diversi collegati supponiamo tramite 2 linee internet diverse perché situati io zone diverse come viene effettuato il conteggio?
    In sostanza se nella mia zona ci siano 600 contatti potrebbero essere in realtà molto di meno poiché gli stessi accedono tramite terminalo o indirizzi IP diversi?
    Grazie per il chiarimento, ripeto è solo una curiosità perdonale

    • Vengono contati i PC fisici che si collegano. Ora dietro un pc ci possono essere anche 4 o 5 persone, come nel caso di una famiglia. Oppure una sola persona puo usare sia il pc che il cellulare, e viene contato due volte. Dai nostri dati risulta che 80 per cento dei contatti avviene su rete mobile, il che indica che si tratta per la stragrande maggioranza di casi di singoli utenti. D`altra parte non stiamo facendo un censimento. Stiamo semplicemente “tastando il polso”. L’idea che i dissidenti dei TdG siano quattro gatti isolati é una leggenda metropolitana da sfatare. Invece é vero che si riescono a nascondersi benissimo… 🙂

  30. Grazie mille…Jesi sta a 10 km da casa mia e credo di conoscerne parecchi…io sono qui Jesini se volete ci incontriamo…e comunque a jesi ci sono tre congregazioni o al massimo quattro se non ricordo male,quindi almeno la meta dei tdg di Jesi vi legge.

  31. Sono un Testimone “riformato” ormai da molto, molto tempo! Ho preso coscienza della vera faccia di questa organizzazione poco dopo essermi battezzato (che s..fortuna!) nella post-adolescenza. Quindi oltre a pochi incarichi di routine, il sottoscritto non è mai piaciuto agli anziani (sentimento peraltro condiviso); fino a che, tra sviluppi legali e organizzativi sempre più inquetanti (i primi) e ridicoli (secondi) unito a continui situazioni imbarazzanti/tragicomici vissuti in prima persona nella mia ormai trentennale vita all’interno della “vera e felice frattellanza mondiale” mi ha spinto, con enorme dolore e costernazione (non è vero), di mandarli tutti a “ramengo” e diventare inattivo e dissidente. Con familiari all’interno, di vecchio stampo, non dal punto di vista “bacchettoni” ma da quello di persone con la fede genuina che hanno affidato la loro vita allo “schiavo fedele e discreto” (sigh) da giovani, facendo rinunce e subendo anche persecuzione dai propri familiari quando per “il nuovo mondo”…ora sono invecchiati e completamente stralunati da tutto questo circo di luci, cartoni animati e ciondolini sponsorizzanti un sito internet degno di un grande “show business”; lo stesso che loro, in gioventù, avevano condannato come attività delle false chiese di “Babilonia la Grande”…e come biasimarli? Tra ciò che si insegnava (e come si intendeva vivere “la verità”) negli anni 70,80 e anche 90 rispetto all’ultimo decennio c’è una differenza che definirla abissale è un eufemismo. Sinceramente non credevo che il mio modo di “protestare” avesse un termine specifico, anche se io in verità non predico più neanche per sbaglio, forse potrei pensare di “passeggiare nei parchi” facendo finta di predicare sotto busta paga, una lauta busta paga, oppure di un appartamento a Walkill per le ferie. Faccio in primo luogo i complimenti a questo blog ricco di contenuti e inoltre sono stato stuzzicato dalla discussione dei Testimoni “riformati” delle varie regioni e non avendo ancora visto la mia mi sto un po’ preoccupando, non perché credo di essere l’unico! Perché da me i Testimoni che predicano attivamente “come una volta” sono rari come i Dodo ormai (infatti gli unici sono impagliati)… ma proprio questo è il problema! Pensavo che l’Emilia-Romagna e in particolare Bologna fosse ormai “7 nani free” per quello volevo chiedere alla redazione: com’è la situazione a Bologna? Com’è possibile che non siamo al primo posto??

    • Bologna città registra 1754 nuovi utenti

      Siete in tanti in tutta l’Emilia, ma le regioni davvero “7 nani free” sono Roma e dintorni e Milano e dintorni, seguite da Napoli. Ma Roma e Milano é una cosa impressionante. Non ne conosciamo la ragione.

      • A Milano Monza siamo ben stufi di questa tirannia americana e delle cerimonie con raccomandazione stile birra e salciccia, baciamano e pacca sulla spalla. Vogliamo tornare ad assaporare il vero cibo spirituale. Da queste parti le informazioni ricevute sono piatti scaldati e spesso non adatti alle vere necessità del periodo che stiamo affrontando. Tutti comprendono che lo schiavo malvagio o dorme o tosa a pelle. Altro non sa fare. Molti occhi sono puntati su di voi.

  32. Ho letto con piacere la testimonianza di tutti coloro che hanno commentato questo articolo. Sono veramente molti, senza contare tutti quelli che seguono ma ancora non hanno dato voce ai loro pensieri. Se permettete vorrei rivolgermi proprio a loro: non siate timorosi, non siete soli. Vi stiamo aspettando…una volta fatto il primo passo, sarà il nostro Kyrios a guidare i successivi, e pian piano guiderà il nostro cammino. Almeno, questa è la mia esperienza. Un fraterno saluto a tutti.

  33. Livorno e provincia come è messa in classifica? Tutti in sala pensano che mi sono solo un po’ raffreddata e che presto grazie alle loro preghiere tornerò ad essere la sorella zelante di un tempo..Io invece sto pregando affinché loro aprano gli occhi e siano finalmente LIBERI

  34. Redazione riflettevo che se in Italia i lettori , quindi presumibilmente riformati (anche se magari loro stessi non lo sanno) fossero 50.000 e se per ogni lettore si riuscisse a raggiungere col passaparola altri 2 testimoni di Worwik , vorrebbe dire pareggio 150000 a 150000 tra informati e non informati.
    Forza ragazzi palla a centro la remuntada dei riformati è cominciata

  35. Buongiorno Redazione, considerato che se non erro nessuno ancora l’ha chiesto, per Bari come stiamo messi? E soprattutto, com’è possibile mettersi in contatto con gli altri?

  36. Sono felicissimaaaaaa!!! Se non dalla porta entrate dalla finestra…non fa niente!Importante che entriate a servire il vero Dio Yah e Jesus che è morto per tutti noi! Anche se avete paura all’inizio (normale siamo umani) , importante che pian piano non seguite più l’uomo o uomini …sia lodato Yah! Alleluia!!! ❤❤❤E preghiamo che al più presto vi liberate del tutto da babilonia! Gesù ci rende liberi ed è l’unica VIA e nessuna religione con a capo uomini! Dimostrazione che le acque di Babilonia si stanno prosciugando!!! Continuate ad aprire i vostri occhi e prendete il collirio che solo Jesus da’ ! Benvenuti a tutti !! E saluti sempre dell’Abruzzo ad Occhio di Falco!

  37. Vorrei fare una proposta per poterci riconoscere, a luglio 28, 29 e 30 abbiamo l’assemblea al pala lottomatica di Roma, si potrebbe mettere un segno distintivo nel distintivo per riconoscerci? tipo un disegno scelto all’unisono che ci distingue dalla massa in modo che osservando quel segno possiamo avvicinarci e fare conoscenza e condividere i nostri pensieri? Io sono più di un anno dissidente e come sopra l’intervista non riconosco il CD quale schiavo oltre molte dottrine fasulle, non commento per protesta, esco in servizio una volta la mese giusto x quelle 2 ore e non porto con me nessuna pubblicazione, solo la bibbia leggendo un o più versetti scelti da me per ragionarci su e basta.
    Quella del segno da distinguerci per quel giorno è solo una mia idea visto che come dice siamo un migliaio in Italia e mi piaceva sapere quanti ne sono nel centro Italia.
    Non potendo parlare con i fratelli nella congregazione o all’assemblea a Roseto appena tenuto di certi argomenti, visto che non conosco nessun dissidente o riformato.
    Salute a tutti voi

  38. Buongiorno Redazione, sono state menzionate tante regioni ma non la mia…potreste dirmi come vanno le cose in Liguria e specialmente nella provincia di Imperia? Un grazie di cuore.

  39. Ciao,

    bellissima intervista, e i commenti ancora meglio.

    In uno dei prossimi Venerdí sera abbiamo l´adunanza col CO, e la mia lettera di dimissioni da anziano é pronta. La consegneró direttamente a lui.

    Redazione, mi sapresti dire quanti siamo nella Bassa Baviera (Monaco e provincia).

    Ciao

      • Cara redazione, rimanendo in Germania: quanti siamo nella zona Mannheim/ Ludwigshafen e dintorni? Grazie per il vostro impegno!

      • Siete tanti, specialmente Mannheim. Ti basta sapere che è la seconda città in Germania come numero di utenti, seconda solo a Stoccarda dove tutti conoscevano “Attenti a quei due…” e ovviamente la loro fuoriuscita ha avuto una risonanza enorme. Subito dopo viene la vostra zona. Tu sai perche?

      • MA / LU. Davvero?? Sono molto meravigliato. Mi sento cosí solo. Quì pare tutto tranquillo. Nessuno ha il coraggio di uscire allo scoperto. Come me d’altra parte.

      • Senza esagerare, un buon 40% non crede più a quello che dice la Torre di Guardia. Se lo diranno mai apertamente o no, è un altro discorso… Comunque non sei solo.

  40. Eccomi qui, e scusatemi per il ritardo.
    Questo post è memorabile, meraviglioso!!!!
    Onestamente non credevo nel sub strato dormiente delle congregazioni ci fossero tanti sani di mente 🙂 🙂 🙂
    Riformato, come darti torto ora che hanno pure sdoganato il divorzio/separazione X apostasia…vera o presunta che sia.
    Devo dire la verità, quando cercavo di essere una tg nei canoni , disprezzavo gli inattivi o chi si dava alla macchia X non farsi disassociare e poter mantenere i contatti con gli affetti.
    Lo ritenevo un segno di codardia inaudita, e incoerenza gratuita.
    Non consideravo il dolore , e da classica tg la mia visione non aveva prospettive ma paraocchi rigidi.
    Ora,libera….con mente sana, spirito sereno, e fede senza precedenti, mi sento più umana e comprendo tutti i riformati che boccheggiano, cercano appoggi, amicizia, forza, sostegno.
    Io, noi ci siamo.
    E se volete assaporare come sia vivere liberi fatevi una chiacchierata con chiunque di noi, lo vedrete da soli.
    Yahweh e Ieosus,i nostri Kiryos sapranno guidarvi verso la libertà….lasciateglielo fare.
    🙂 🙂 🙂 🙂

  41. Commento amaro, io fuori tutto il giorno in cantiere mia moglie non torna a casa a preparare da mangiare ai ragazzi che tornano da scuola, perchè impegnata nella predicazione.
    Non so a chi chiedere aiuto….

    • Giuseppe, so che non ti sarà di grande consolazione, ma ci sono problemi peggiori.
      Nel mio caso, la settimana scorsa, mi sono dimesso da anziano e pioniere speciale che serve all’estero.
      Questa mattina mia moglie mi ha detto che vuole separarsi da me in base alla Torre di Guardia di Aprile che per la prima volta ammette apertamente la separazione nel caso in cui il marito venga considerato un apostata. Nonostante non abbia ricevuto nessun comitato giudiziario, per il momento, mi ha detto che preferirebbe che lasciassi la casa e tornassi in Italia per non sottoporla alla mia influenza dannosa. Non ho più lacrime per piangere. Spero solo che Geova faccia in fretta ad agire in armonia con Geremia 5:28-31 in modo che oltre al sostegno economico e ad una casa in cui vivere non debba perdere anche il coniuge. La sofferenza che sto provando in questi giorni è indescrivibile.

      • Caro riformato, ti sono molto vicino!
        Non agire di impulso e non acconsentire alla richiesta assurda di tua moglie che vuole separarsi solo perché hai rinunciato al ruolo privilegiato di anziano e pioniere speciale.
        Lascia che sia lei a prendere l’ iniziativa di trascinarti in Tribunale: lì deve dimostrare le sue ragioni e tu avrai la possibilità di difenderti.
        Considera altresì che i giudici della separazione hanno l’ obbligo di aiutare i coniugi a trovare un accordo preventivo per non separarsi.
        Almeno qui in Italia è così.

      • Ma dille che tu non lasci nessuna casa e che se ne può andare lei se le disgusta tanto la tua posizione. Io non sto approvando o condannando le tue decisioni, ma allo stesso tempo non vedo coerenza nel voler allontanare un coniuge pretendendo che sia lui a mollare tutto ed andarsene. Tua moglie pensa che Geova non abbandona i suoi leali nel momento della prova, visto che lei penserà sicuramente che questo tuo cambiamento lo è? Allora che faccia lei le valigie, senz’altro sarà aiutata.

  42. Scusami Riformato, ma da quando in qua la w supera le leggi dello stato e della bibbia? Non puoi costringere il coniuge ad amare, le volontà vanno rispettate. Mi spiace dirlo, non vorrei, ma spesso nei tdg si amano i privilegi e gli incarichi più della persona stessa (é un pioniere, un anziano, un missionario..). Ma se vuole la separazione deve mettertelo per iscritto. Poi valuterai come agire a mente più fredda e con cuore più sereno. Le cose col tempo si sistemano sempre. Un abbraccio fraterno. Pregherò volentieri in tuo favore.

    • Sí, è quello che ho detto anche io. Mia moglie è sincera, non lo fa per il privilegio, lo fa perché confonde la lealtà a Geova con la lealtà a una organizzazione e rifiuta qualsiasi mio tentativo di parlare con lei Bibbia in mano. Gli anziani che ci hanno visitato a casa ovviamente le hanno detto che fa bene ad agire così. In ogni caso, fra poco ci sarà l’adunanza e voglio essere presente visto che annunceranno che non servo più come anziano e non voglio lasciare a lei il peso di dover spiegare a chi farà sicuramente domande. Apprezzo molto le tue preghiere e i commenti di appoggio morale di altri in questo che è sicuramente il periodo più difficile della mia vita.

      • Ciao Riformato,

        Sarebbe possibile contattarti in qualche modo?

        Se sí, autorizzo la Redazione a darti il mio indirizzo email.

        Forse posso darti una mano… mia moglie all´inizio era anche lei confusa, ma ora ha capito tutto, e anche prima di me.

        Non sottovalutare tua moglie, se trova lo spiraglio, fará tutto da sola.

        PS: anche noi siamo stati per parecchi anni nel servizio continuo e ci siamo spostati parecchio sotto “le ali” dellß organizzazione.

  43. Io sono di Padova,se qualcuno vuole mettersi in contatto con me per confrontarci e fare quattro chiacchiere sono disponibile su fb mi trova facilmente sia con il Nick Name che con il nome e cognome.

  44. Buonasera a tutte/i,
    ho letto sul famoso forum dei crociati tdg come hanno commentato questa intervista e i suoi commenti.
    Scandaloso sia come parlano di pedofilia, di chiunque non sia gregario al loro gruppo, ecc., ma anche come siano trincerati su arroganti posizioni difensive che prescindono ormai da qualunque apertura alla verità, al dubbio, al rispetto per bambine e bambini, donne e uomini. Basta vedere che uomini sono per capire che spiritualità possono esprimere…

  45. Cosa pensa BARNABINO dei TdG online su di voi. Nel loro blog non è possibile controbbattere visto che cancellano tutti i messaggi. Chi lo desidera può farlo qui e poi “andare a riferire” 🙂

    citazione: “Il link da lei postato riporta ad uno tanti micro-blog apostati che propaganda idee che poco o nulla ha a che vedere con testimoni di Geova e che non è certo seguito da migliaia di persone. Dagli argomenti si tratta dei soliti sciacalli che sfruttano la pedofilia fregandosene di come sono davvero trattati i bambini nella nostra organizzazione solo per fare della propaganda per di più assurda per chi possiede un minimo di cervello, giacché come abbiamo ripetutamente mostrato che non esiste alcuno scandalo in merito né la famosa Royal Commission ha incriminato alcuno. Da parte nostra seguiamo le parola di Gamaliele: “se questo progetto o quest’opera è dagli uomini, sarà rovesciata”.

    • No cocco di mamma, noi cancelliamo solo i commenti di chi vuole trollare, ossia riempire e oscusare il contanuto della pagina con commenti pieni di nulla. In questo modo si distoglie l’attenzione dal contenuto della pagina. Ti è chiaro adesso? Ti é stata data la possibilità di esprimerti e sei stato chiaro. Ora vai dai tuoi simili, quelli secondo cui oltre 1.000 casi di abusi sui minori non sono uno scandalo. Aria, aria….

      • Sapete benissimo che nei 1000 casi che menzionate ci possono essere anche casi di comportamenti errati come “sexting” o altri peccati di impurità diversi da veri e propri abusi sessuali. Lo scandalo sarebbe il fatto di non tenerne traccia e di nascondere, non il contrario…
        Questo lo pubblicate? 🙂

      • Caro Mario,

        all´inizio nemmeno io ci credevo, avendolo letto per caso in questo sito, e pensando fosse “uno dei tanti” siti contro.

        Ci sono andato a finire perché, mi aveva tratto in “inganno” il nome del sito, e ringrazio Dio per questo.

        Ho fatto una cosa molto semplice: sono andato direttamente nel sito della Royal Commission ( http://childabuseroyalcommission.gov.au ), e ho visto direttamente dal sito ufficiale che era tutto vero.

        E tutto confermato dal “caro” Jakcson nella sua deposizione, vista in inglese senza sottotitoli italiani, sotto giuramento.

        Non paragoniamoci ai Bereani solo quando si leggono le pubblicazioni dello “schiavo”, ma definisciti Bereano quando vai in fondo veramente ad una questione, per capire cosa sta succedendo. Allora potrai dire come loro di essere “di mente nobile”.

      • Scusami redazione, ma per loro i casi di abuso sarebbero molto inferiori ai 1000. Almeno questo è quello che ho letto sul loro forum. Ora a prescindere dal numero effettivo dei casi, resta il fatto che per me la procedura dei due testimone e il non denunciare sono qualcosa di deplorevole!

      • I realtà ne sono di piu, non di meno. Perchè L’elenco non é delle vittime, ma degli aggressori, e alcuni sono seriali. A questi tipi che dicono che non ce scandalo vorrei fare leggere (ed è tutto pubblico) le età degli abusati. anche 4,5,6 anni. Ma dico: si può ancora cercare di difendere gente simile? Qui non parliamo di adolescenti “quasi adulti”, ma di bimbi. Ma ci rendiamo conto? Mi cascano le braccia.

    • Caro Mario,
      Ieri sera sono andato all’adunanza, probabilmente per l’ultima volta, per ascoltare l’annuncio della mia rimozione come anziano, avvenuta per rinuncia volontaria. Ho avuto solo la forza di commentare sulla lettura biblica settimanale in relazione a Geremia 5:28-31. Ho solo chiesto: se una situazione simile dovesse accadere oggi, faremmo finta di nulla come molti dell’antico popolo di Israele o avremmo il coraggio di denunciarla come fece Geremia? Gli anziani presenti ovviamente sapevano a cosa mi riferivo. Vedi, anche al tempo di Israele probabilmente la maggioranza dei padri non abusava dei propri bambini o di quelli altrui. Il fatto è che nelle cause giudiziarie, i leader del popolo, invece di sostenere i più deboli e le vittime di abusi, si mettevano contro di loro per ragioni economiche. Mi sembra che purtroppo sia quello che sta accadendo oggi con l’organizzazione. Sono i membri del Corpo Direttivo direttamente responsabili degli abusi? Ovviamente no. Ma il fatto che vedessero accumularsi migliaia di casi di questo crimine orrendo sotto i loro occhi in tutto il mondo e non si siano preoccupati di fornire vero aiuto alle vittime (di questo come anziano posso dare prova certa citando svariati casi), li rende responsabili per la posizione che occupano. Il fatto poi che usino il braccio legale della Watchtower per sedere contro le vittime in giudizio è qualcosa per la quale sono certo Geova chiederà conto come lo fece al tempo di Geremia. Per questo ti ripropongo la stessa domanda di Geremia 5:31: “il mio proprio popolo [lo] ha amato così; e che farete voi al termine d’esso?”

      • Non solo non hanno fatto niente a favore delle vittime, ma addirittura in alcuni casi hanno messo la vittima di fronte al proprio carnefice per capire chi dei due mentiva. Ma vi immaginate che ulteriore trauma ha dovuto subire la vittima?

  46. Ho trovato sempre interessante il riferimento a At 5:38. L’ho sentito richiamare come un mantra esorcistico sin dai tempi delle scoperte che io ed altri facemmo, essendo ivi presenti, sui retroscena delle vicende della filiale del Benine del 1973 all’epoca della crisi politica con il governo “popolare”, e la conseguente scoperta dell’internità della WBTS (come di altri gruppi predicazionisti nordamericani) nel sistema del Dipartimento di Stato degli Usa.
    L’osservazione sorge spontanea: negando o contrastando l’inizio del “rovesciamento” l’opera potrà essere sempre dipinta come divina e non “di uomini”. E così il mantra “autoassolutorio” può essere ripetuto in un esercizio solipsistico. Fino a quando il rovesciamento avverrà per davvero: ma anche lì, si potrà sempre descriverlo come prova di detenzione della “Verità” vera in quanto opera perseguitata per il nome di Iesous. E così il mantra riparte….per chi vuol confondere la realtà con i propri desideri (chi lo farà in bona fide, chi per difendere interessi materiali).

    Lanterne accese!

    Uomo con la Lanterna

    • Si, anche perchè a chi sventola quella scrittura si è fatto notare “Ma allora che dovremmo dire della Chiesa Cattolica che è li da 1700 anni!”, la risposta “No, che c’entra… quella è già caduta perchè è la falsa religione e scomparirà, noi che siamo la vera religione invece riempiremo la terra”. Non so se chi risponde così sia inconsapevole che sta delirando o la butta li tanto poi censura le legittime pernacchie!

  47. Mario Tresta é sparito?? 😂😂😂😂 É tipico di quella razza, ho si fa quello che dicono ho girano i tacchi ti marchiano e se ne vanno. Mario, Mario, vedi che si stá ragionando fra persone civili, non ti incupire, su via fai il bravo!!!! Posso farti una domanda? Hai figli??? Quando non stanno bene, noi genitori durante la notte non chiudiamo gli occhi tanta é la preoccupazione. Sapere che quelli del CD non si preoccupano del benessere emotivo, fisico, dei nostri figli é qualcosa che gela il sangue. Prova, se ti riesce a provare un po’ di empatia per le povere vittime di pedofilia, forse capirai cosa si cerca di fare in questo blog. Stai tranquillo non vi odiamo, ma proviamo tanta tanta compassione per la vostra insensibilitá di cuore. Un affettuoso abbraccio Mario. Ricordati che non tutti quelli che ti fanno la cacca addosso ti vogliono male.

    • Bravo Romario, risposta civile, coerente e saggia.
      E aggiungo che non tutti coloro che parlano di Dio Lo conoscono attraverso la riconciliazione per mezzo del Figlio; non tutti coloro che parlano del Paradiso vi entreranno, proprio perchè amano servire gli uomini e non Il Dio Vivente
      ciao

  48. Ai riformati, inattivi, raffreddati, consiglio il libro “Crisi di coscienza ” di Raymond Franz .. nipote dell’allora presidente della WT, e appartenente al corpo direttivo negli anni 80. Un libro illuminante. per me una seconda Bibbia. leggendo i commenti, capisco il bisogno del compromesso ma la libertà richiede un prezzo alto da pagare e ripaga nella stessa misura della fatica di pttenerla. Riprendere in mano la propria vita. Non so voi, ma io ho dovuto reimparare a pensare partendo da chi fossi, perché poco di me sapevo essendomi completamente annullata nell’organizzazione dei TdG. So quanto mi è costato, Mi svegliavo con l’ansia di essere in ritardo per predicare e mi sentivo gli occhi di Geova in ogni cosa che facevo e pensavo.. ed ero già uscita da mesi dalla setta. Ancora oggi dopo 20 anni, sogno di tanto in tanto di dover predicare e nel sogno accetto di accompagnare il TdG ma io rifiuto di parlare.. un incubo!!! Ma pago volentieri questo piccolo scotto della mia libertà. Forza e coraggio a tutti.

    • Rita, la Watchtower descritta da Raymond Franz non esiste più. Ormai è solo un libro di storia. La realtà attuale si riassume solo in una parola: Business. Tutto il resto è noia.

      • Penso proprio di no. Potrebbe sicuramente risultare interessante, ma certe domande il TdG Non se le pongono più. Ovviamente non sto scoraggiando la lettura di quel libro. Al contrario. Conoscere fa sempre bene.

  49. Cara Rita, anche io lo lessi diversi anni fa, da tg attiva pensante con domande perenni che non avevano risposte.
    Se posso permettermi, credo che quello che la redazioni ti ha detto è in stretto rapporto al fatto che appunto tu sei stata tg fino a 20 anni fa…quindi vecchia guardia…come Franz….in quel contesto storico.
    Oggi, già da un buon decennio è davvero solo business, ma i relativamente nuovi tg non sanno di cosa parliamo.
    Il libro di Franz certo aiuta a conoscere retroscena inediti già da diversi decenni….il terreno che ha fatto poi sbocciare questo sfacciato business.
    Ma quei tg….sono un ricordo lontano.
    Ora una buona percentuale sa di essere parte di una religione come tante, a condizione famigliare, anzi ad allevamento intensivo famigliare, ma non lo dicono apertamente.
    Cmq benvenuta nel blog.:-) 🙂

  50. Io metto in discussione il nome “TESTIMONI DI GEOVA RIFORMATI” perché mi sa tanto di una nuova religione organizzata, mentre ciò non è (ancora) vero.
    Mi sta bene il riferimento ai Testimoni di Geova perché il battesimo ha pur sempre un significato positivo ma propenderei per “TESTIMONI DI GEOVA CON LA MENTALITA’ APERTA AL PLURALISMO”, atteso che i Testimoni di Geova classici hanno una mentalità chiusa al pluralismo. Che ne pensate?

    • Caro Vito, nel mio caso, mi considero Testimone di Geova e Cristiano solamente nel senso biblico dei termini. Concordo con te che bisogna evitare di ricadere nell’errore di istituire una nuova organizzazione con la O maiuscola che adatti la Bibbia agli interessi del momento invece di adattarsi alla Bibbia come purtroppo è successo. Personalmente credo che definirsi “Cristiani” sia sufficiente, senza aggiungere altre denominazioni anche se un sistema ordinato finalizzato allo studio delle Scritture che ne faciliti anche l’applicazione pratica sarebbe auspicabile.

      Approfitto, se posso per farti una domanda: a chi ci si può rivolgere per ricevere un parere legale nel caso di un abuso a un minore avvenuto in Italia parecchi anni fa? Esiste qualche tipo di tutela come in Australia e negli Stati Uniti o siamo come sempre molto indietro? Grazie per il tuo commento e per qualsiasi indicazione utile in merito a questo.

Leave a Reply