Il cerchio si chiude

4500 Fonte del materiale: http://www.theguardian.com/australia-news/2015/jul/27/jehovahs-witnesses-destroyed-notes-about-child-sex-abuse-inquiry-told

Alcuni mesi fa, l´auterovolissimo giornale di fama mondiale The Guardian riportava QUESTO ARTICOLO. Questo articolo riportava la testimonianza sotto giuramento davanti alla Commissione Reale Australiana di un anziano dei Testimoni di Geova, un certo Horley. Il giornale dice testualmente quanto segue:

Horley, an elder in the church for more than 30 years, said notes about sexual abuse allegations were not kept in case they fell into the wrong hands. “We do not want our wives knowing our stuff – what sort of things we are dealing with,” Horley said. He also said they destroyed notes because they wanted to limit the number of people in the congregation who knew about the abuse.

Tradotto si può rendere: Horley, anziano nella chiesa [dei Testimoni di Geova] da oltre 30 anni ha detto che gli appunti sui casi di accusa su violenza sessuale [sui minori] non venivano conservati per la paura che capitassero nelle mani sbagliate. “Noi non vogliamo che le nostre moglie siano al corrente con che razza di cose abbiamo a che fare”, ha detto Horley. Lui ha anche detto di aver distrutto tutti gli appunti per limitare il numero dei componenti della congregazione che venivano a conoscenza di questi casi. – fine della citazione

Non esprimiamo giudizi su Mr. Horley. Oguno si faccia il suo. Sta accadendo lo stesso anche in Italia? Noi non sappiamo se sia così. Se non esiste un pezzo di carta che lo può provare o la testimonianza diretta di qualcuno che lo abbia fatto, come è nostra abitudine, le consideriamo solo voci. Magari voci informate, ma solo voci.

Se invece qualcuno ha qualcosa da dire, lo faccia.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.