Geova.org vendesi?

Tanti Testimoni di Geova, su diverse piattaforme (Facebook, blog e simili) ci stanno chiedendo di non usare il dominio o nome geova.org per il nostro sito. Questo perché quando la gente su Google digita “Geova” viene spesso reindirizzata al nostro sito e non sul loro sito ufficiale jw.org. Il risultato è che una enorme fetta di persone (siamo ben oltre i 100.000 utenti, su di un bacino potenziale di 400.000 Testimoni di Geova, tra proclamatori, studenti, familiari e tutto il resto) in qualche modo “aprono gli occhi” sul mondo dei Testimoni di Geova. E questo a loro, ovviamente, non fa piacere. Lo possiamo anche comprendere.

Vogliamo quindi spiegare come funzionano le cose. Un blogger non può “alzarsi la mattina” e dare il nome che vuole al suo blog “indipendente”. Esiste un organismo internazionale che “vende” i “nomi” o “domini” su internet. Quindi i “nomi” dei blog non si scelgono, ma si comprano e si pagano. A volte anche tanto. Quando abbiamo messo in piedi il blog Geova.ORG, il “nome” o “dominio” geova.org era libero. Non sappiamo se è stata una dimenticanza della sede italiana della Watchtower (i loro tecnici sarebbero da licenziare), se non erano interessati (di questo dubitiamo, visto che tutti gli altri nomi “simili” erano stati comprati), se è stato il destino, se é stata volontà di Dio… non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che il dominio “geova.org” é stato comprato da noi per molti, molti, molti anni (abbiamo visto lungo…). Ora é legalmente nostro.

Vuol dire che sarà per sempre nostro? Non necessariamente. Come abbiamo detto sin dal primo post, noi non siamo come quei siti di “apostati” che passano tutta la vita a parlare male dei Testimoni di Geova. C´è già chi lo fa, non serve il nostro contributo. Noi siamo piuttosto un “sito di informazione” sui Testimoni di Geova, che vi racconta tutto quello che JW.ORG non ha il coraggio di raccontarvi su loro stessi. Poi se un Testimone di Geova legge queste informazioni e decide che vuole ugualmente continuare ad essere un Testimone di Geova, a noi non fa ne caldo ne freddo. Sono sacrosanti affari suoi. La nostra missione finisce li.

Inoltre noi informiamo la comunità di quello che JW.ORG non dice. Ma se altri, nonostante le nostre informazioni, vogliono lo stesso diventare Testimoni di Geova, a noi la cosa non ci tocca minimamente. È la loro vita, se la gestiscono da sé.

Quindi noi “teoricamente” non abbiamo nessun problema a spostarci su un altro “dominio” che non sia “geova.org”. Ci potremmo anche scegliere un “dominio” diverso. Ma ovviamente non regaliamo a nessuno quello che abbiamo comprato con i nostri soldi, e costruito con i nostri sforzi. Questo vuol dire che se ci sarà una “congrua offerta in denaro” da parte di qualche soggetto (non ci interessa se sia il GRIS, il Vaticano, la Watchtower, i Mormoni, Fatebenefratelli e compagnia) noi la potremmo anche prendere in considerazione, vendere il nostro dominio, e spostarci quindi su di un altro dominio che compreremo per l’occasione. Se non ci spostiamo, vorrà dire che in realtà questa possibilità non é interessata a nessuno, e tutto resterà come è. Verba volant..

Speriamo di essere stati esaurienti.

PS: la nostra email: geovaorg@gmail.com

2 Commenti

  1. Cara redazione se mi permetti, vorrei farti una proposta visto che i cari fratelli T.G. non ti hanno fatto nessuna proposta di acquisizione del sito Geova .org.. Penso??
    Potresti permettere di fare pubblicità nel sito, cosi da avere un introito e magari il valore di mercato di Geova .org, potrebbero aumentare.
    Naturalmente continuando a fare informazione e tenere aggiornati i cari fratelli e non , dissidenti o riformati, italiani di tutto il mondo.
    Questo si chiama Marketing informatico, ma tu sicuro che lo sai meglio di me.
    Comunque io in questo caso non ci vedo niente di male, lo fanno anche loro i T.G. nei loro vari siti privati e non, mischiando il sacro con il profano.
    La spiritualità qui non centra questo e un sito d’informazione su un’organizzazione religiosa che si erige come baluardo della verità, naturalmente noi sappiamo, (grazie a questo sito e le varie testimonianze e post che sono stati esposti) che non è vero, che si tratta di una grande menzogna di tipo il gatto e la volpe per intenderci.
    Quindi continua a fare informazione vera, ma lascia entrare la pubblicità per un’onorevole ricompensa del lavoro che qui si continua a fare, visto che a loro della Watchtower non interessa l’acquisto di Geova.org.
    Sogni d’oro.

Leave a Reply