La grande profezia del Figlio di Dio

Anteprima assoluta. I blogger di Zion stanno preparando una nuova sezione dove viene spiegata e trattata in profonditá, versetto per versetto, l´intera profezia sul tempo della fine fatta da Cristo.

Stanno facendo le cose per benino, e hanno ri-tradotto i capitoli in questione, che saranno la base della trattazione. A differenza di altri movimenti religiosi, verranno esaminati PARALLELAMENTE tutte le scritture attinenti. In anteprima ve li mostriamo queste parti della Bibbia.

LA GRANDE PROFEZIA DEL FIGLIO DI DIO

ANTEFATTO

Versione di Matteo 

1 Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. 2 Gesù disse loro: «Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga buttata a terra».

Versione di Luca

1 Alzati gli occhi, vide alcuni che gettavano le loro offerte da ricchi nel tesoro sacro. 2 Vide anche una povera vedova che vi gettava due spiccioli 3 e disse: «In verità vi dico: questa povera vedova, ha messo più di tutti. 4 Tutti questi, infatti, hanno donato in offerta il loro avanzo. Questa, invece, nella sua miseria ha dato tutto quanto lei aveva per vivere».5 Mentre alcuni parlavano del tempio e dei materiali da costruzione eccellenti e delle offerte sacre che lo adornavano, disse: 6 «Verranno giorni in cui, di tutto quello che ammirate, non resterà pietra su pietra che non sia buttata a terra».

Versione di Marco

Mentre usciva dal tempio, un discepolo gli disse: «Maestro, guarda che pietre e che costruzioni!». 2 Gesù gli rispose: «Vedi queste grandi costruzioni? Non rimarrà qui pietra su pietra, che non sia distrutta»

LE TRE DOMANDE

Versione di Matteo

3 Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: «Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno del tuo ritorno e del tempo durante il quale verrà la fine di questo mondo contemporaneo?».

Versione di Luca

7 Gli domandarono: «Maestro, quando accadrà questo e quale sarà il segno che ciò sta per compiersi?».

Versione di Marco

3 Mentre era seduto sul monte degli Ulivi, di fronte al tempio, Pietro, Giacomo, Giovanni e Andrea lo interrogavano in disparte: 4 «Dicci, quando accadrà questo, e quale sarà il segno che tutte queste cose staranno per compiersi?».

IL SEGNO DELLA FINE DEL XXI SECOLO

Versione di Matteo

4 Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; 5 molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e molti verranno ingannati. 6 Sentirete poi parlare di guerre e di racconti di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma sarà ancora l´ultimo giorno della fine. 7 Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; 8 ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori di parto. 9 Allora vi daranno alla tribolazione e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. 10 Molti inciampando andranno via, ed essi si tradiranno l´un l´altro e odieranno a vicenda. 11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; 12 per il moltiplicarsi dell’illegalità, l’amore di molti si raffredderà. 13 Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. 14 E verrà proclamata questa buona notizia del regno in tutta la terra, come testimonianza a tutte le nazioni e allora scoccherà la fine.

Versione di Luca

8 Rispose: «Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno nel il mio nome. Diranno: “Sono io” e: “Il tempo si é avvicinato”; non seguiteli. 9 Quando sentirete parlare di guerre e tumulti, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito l´ultimo giorno della fine».10 Poi disse loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, 11 e vi saranno terremoti in molti luoghi, carestie e pestilenze; vi saranno anche cose spaventose e grandi segni dal cielo.

12 Ma prima di tutto questo metteranno le loro mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. 13 Vi risulterá di testimonianza. 14 Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; 15 io vi darò una bocca e una sapienza tali, davanti a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né replicare. 16 Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; 17 e sarete odiati da tutti per causa del mio nome. 18 Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. 19 Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.

Versione di Marco

5 Gesù si mise a dire loro: «Guardate che nessuno v’inganni! 6 Molti verranno in mio nome, dicendo: “Sono io”, e inganneranno molti. 7 E quando sentirete parlare di guerre, non allarmatevi; bisogna infatti che ciò avvenga, ma non sarà ancora la fine. 8 Si leverà infatti nazione contro nazione e regno contro regno; vi saranno terremoti sulla terra e vi saranno carestie. Questo sarà il principio dei dolori di parto.

9 Ma voi badate a voi stessi! Vi consegneranno ai sinedri, sarete percossi nelle sinagoghe, comparirete davanti a governatori e re a causa mia, per render testimonianza davanti a loro. 10 Ma prima è necessario che la Buon Notizia sia proclamato a tutte le genti.

11 E quando vi condurranno via per consegnarvi, non preoccupatevi di ciò che dovrete dire, ma dite ciò che in quell’ora vi sarà dato: poiché non sarete voi a parlare, ma lo spirito santo. 12 Il fratello consegnerà a morte il fratello, il padre il figlio e i figli insorgeranno contro i genitori e li metteranno a morte. 13 Voi sarete odiati da tutti a causa del mio nome, ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato.

IL SEGNO DELLA DISTRUZIONE DI GERUSALEMME NEL I SECOLO

Versione di Matteo

15 Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo – chi legge comprenda -, 16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, 17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba in casa sua, 18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni. 20 Pregate perché la vostra fuga non avvenga d’inverno o di sabato. 21 Poiché vi sarà allora una tribolazione, grande come non avvenne mai dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. 22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa di coloro che sono stati scelti, quei giorni saranno abbreviati.

Versione di Luca

20 Ma quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti, sappiate allora che la sua distruzione si è avvicinata. 21 Allora coloro che si trovano nella Giudea fuggano ai monti, coloro che sono dentro le sue città se ne allontanino, e quelli che sono nella campagna non tornino in essa. 22 Saranno infatti giorni di vendetta, perché tutto ciò che è stato scritto si compia.

23 Guai alle donne che sono incinte e allattano in quei giorni, perché vi sarà grande calamità nel paese e ira contro questo popolo. 24 Cadranno sotto i colpi della spada e saranno condotti prigionieri in tutte le nazioni; Gerusalemme sarà calpestata dai Gentili finché i tempi dei Gentili siano compiuti.

Versione di Marco

14 Quando vedrete l’abominio della desolazione stare là dove non dovrebbe, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti; 15 chi si trova sulla terrazza non scenda per entrare a prender qualcosa nella sua casa; 16 chi è nel campo non torni indietro a prendersi i suoi vestiti. 17 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni! 18 Pregate che ciò non accada d’inverno; 19 perché quei giorni saranno di una tribolazione tale, quale non è mai stata dall’inizio della creazione, fatta da Dio, fino al presente, né mai vi sarà. 20 Se il Signore non abbreviasse quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Ma a motivo di coloro che sono stati scelti da lui, egli ha abbreviato quei giorni. 21 Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: “Ecco, il Cristo è qui, ecco è là”, non ci credete; 22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e meraviglie per ingannare, se fosse possibile, anche coloro che sono stati scelti. 23 Voi però state attenti! Io vi ho predetto tutto.

LA VENUTA DEL FIGLIO DELL´UOMO NEL XXI SECOLO

Versione di Matteo

23 Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete. 24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi segni e meraviglie, da ingannare, se possibile, anche coloro che sono stati scelti. 25 Ecco, io ve l’ho predetto. 26 Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete. 27 Come il lampo viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà il ritorno del Figlio dell’uomo. 28 Dovunque sarà la carcassa, li si raduneranno gli avvoltoi. 29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno messe sottosopra.

IL SEGNO DEL FIGLIO DELL´UOMO NEL XXI SECOLO

Versione di Matteo

30 Allora comparirà nei cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora tutte le tribù della terra piangeranno, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. 31 Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno coloro che sono stati scelti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli.

Versione di Luca

25 Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e delle sue onde, 26 mentre gli uomini moriranno di paura e per l’attesa di ciò che starà arrivando sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno messe sottosopra.

27 Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con potenza e gloria grande.

28 Quando cominceranno ad accadere queste cose, alzatevi e levate il capo, perché la vostra liberazione si vicina».

Versione di Marco

24 In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà e la luna non darà più il suo splendore

25 le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno messe sottosopra.

26 Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. 27 Ed egli manderà gli angeli e riunirà coloro che sono stati scelti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo.

LA GENERAZIONE SEGNATA NEL XXI SECOLO

Versione di Matteo

32 Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. 33 Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è vicino, proprio alle porte. 34 In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. 35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.

36 Quanto a quel giorno e a quell’ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.

Versione di Marco

28 Dal fico imparate questa parabola: quando già il suo ramo si fa tenero e mette le foglie, voi sapete che l’estate è vicina; 29 così anche voi, quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, alle porte. 30 In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutte queste cose siano avvenute. 31 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. 32 Quanto poi a quel giorno o a quell’ora, nessuno li conosce, neanche gli angeli nel cielo, e neppure il Figlio, ma solo il Padre.

IL MONDO DURANTE LA VENUTA DEL FIGLIO DELL´UOMO NEL XXI SECOLO

Versione di Matteo

37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà il ritorno del Figlio dell’uomo. 38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell’arca, 39 e non capirono nulla finché venne il diluvio e li portò via tutti, così sarà anche il ritorno del Figlio dell’uomo. 40 Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l’altro lasciato. 41 Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l’altra lasciata.

42 Vigilate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. 43 Questo considerate: se il padrone di casa avesse saputo in quale ora della notte sarebbe venuto il ladro, avrebbe vigilato e non avrebbe permesso di lasciar scassinare la sua casa. 44 Perciò anche voi state pronti, perché in un´ora che non vi aspettate, viene il Figlio dell’uomo.

Versione di Luca

29 E disse loro una parabola: «Guardate il fico e tutte le piante; 30 quando già germogliano, guardandoli capite da voi stessi che ormai l’estate è vicina. 31 Così pure, quando voi vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino. 32 In verità vi dico: non passerà questa generazione finché tutto ciò sia avvenuto. 33 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.

34 State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano dagli effetti dei vizi, dalle ubriachezze e dal prestare troppa attenzione alla vostra vita e che quel giorno non vi piombi addosso all´improvviso; 35 come una trappola nascosta, poiché esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. 36 Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e a stare in piedi davanti al Figlio dell’uomo»

PRIMA PARABOLA SUL TEMPO DELLA FINE: IL SERVO FEDELE

Versione di Matteo

45 Qual è dunque il servo fidato e saggio che il Signore ha preposto ai suoi domestici per dar loro il cibo al tempo dovuto? 46 Benedetto quel servo che il Signore, essendo ritornato, lo troverà ad agire così! 47 In verità vi dico: lo metterà su tutti i suoi possedimenti. 48 Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Per me, il Signore sta facendo ritardo, 49 e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a bere e a mangiare con gli ubriaconi, 50 arriverà il Signore quando il servo non se l’aspetta e nell’ora che non sa, 51 e lo farà a pezzi, e lo porrà con gli ipocriti: e là sarà pianto e stridore di denti

Versione Luca 12:35-48

35 Siate pronti, con le vesti raccolte per lavorare e le vostre lampade accese; 36 siate simili a coloro che aspettano il Signore in qualsiasi momento egli torni dalle nozze, per aprirgli subito, appena egli arriva e bussa. 37 Benedetti quei servi che il Signore al suo ritorno troverà ancora di guardia; in verità vi dico, sarà lui a raccogliere le sue vesti per lavorare, li farà mettere a tavola e passerà a servirli. 38 E se, giungendo nel mezzo della notte o prima dell’alba, li troverà così, benedetti loro! 39 Sappiate bene questo: se il padrone di casa avesse saputo a che ora veniva il ladro, non avrebbe lasciato scassinare la sua casa. 40 Anche voi tenetevi pronti, perché il Figlio dell’uomo viene nell’ora che non pensate».

41 Allora Pietro disse: «Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?». 42 Il Signore rispose: «Qual è dunque l’amministratore fedele e saggio, che il Signore porrà a capo della sua servitù, per distribuire a tempo debito la razione di cibo? 43 Benedetto quel servo che il Signore, arrivando, troverà a fare il suo lavoro. 44 In verità vi dico, lo metterà a capo di tutti i suoi averi. 45 Ma se quel servo dicesse in cuor suo: Il mio Signore tarda a venire, e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, 46 il padrone di quel servo arriverà nel giorno in cui meno se l’aspetta e in un’ora che non sa, e lo spezzerà in due e gli darà il posto fra gli infedeli. 47 Il servo che, conoscendo la volontà del Signore, non si sarà preparato o non avrà agito secondo la sua volontà, verrà battuto con molti colpi; 48 Quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. A chiunque viene dato molto, molto sarà chiesto; a chi viene affidato un deposito, sarà richiesto ancora di più.

Versione di Marco

33 State attenti, restate di guardia, perché non sapete quando sarà il momento preciso. 34 È come un uomo che è partito per un viaggio dopo aver lasciato la propria casa e dato autorità ai servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di restare di guardia. 35 Vigilate dunque, poiché non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino, 36 perché non giunga all’improvviso, trovandovi addormentati. 37 Quello che dico a voi, lo dico a tutti: Vigilate!».

SECONDA PARABOLA SUL TEMPO DELLA FINE: DIECI RAGAZZE

Versione di Matteo

1 Il regno dei cieli è simile a dieci ragazze che, prese le loro lampade, uscirono incontro allo sposo. 2 Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; 3 le stolte presero le lampade, ma non presero con sé olio; 4 le sagge invece, insieme alle lampade, presero anche dell’olio in piccoli vasi. 5 Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e dormirono. 6 A mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, andategli incontro! 7 Allora tutte quelle ragazze si destarono e prepararono le loro lampade. 8 E le stolte dissero alle sagge: Dateci del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono. 9 Ma le sagge risposero: No, che non abbia a mancare per noi e per voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene. 10 Ora, mentre quelle andavano per comprare l’olio, arrivò lo sposo e le ragazze che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. 11 Più tardi arrivarono anche le altre ragazze e incominciarono a dire: Signore, signore, aprici! 12 Ma egli rispose: In verità vi dico: non vi conosco. 13 Vigilate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora.

TERZA PARABOLA SUL TEMPO DELLA FINE: I TALENTI

14 Avverrà come di un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni. 15 A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, a ciascuno secondo la sua capacità, e partì. 16 Colui che aveva ricevuto cinque talenti, andò subito a impiegarli e ne guadagnò altri cinque. 17 Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. 18 Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone. 19 Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò, e volle regolare i conti con loro. 20 Colui che aveva ricevuto cinque talenti, ne presentò altri cinque, dicendo: Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque. 21 Bene, servo buono e fedele, gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone. 22 Presentatosi poi colui che aveva ricevuto due talenti, disse: Signore, mi hai consegnato due talenti; vedi, ne ho guadagnati altri due. 23 Bene, servo buono e fedele, gli rispose il padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone. 24 Venuto infine colui che aveva ricevuto un solo talento, disse: Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso; 25 per paura andai a nascondere il tuo talento sotterra; ecco qui il tuo. 26 Il padrone gli rispose: Servo malvagio e buono a nulla, sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; 27 avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l’interesse. 28 Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti. 29 Perché a chiunque ha sarà dato e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha. 30 E il servo pigro gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti.

QUARTA PARABOLA SUL TEMPO DELLA FINE: PECORE E CAPRI

31 Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. 32 E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, 33 e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. 34 Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. 35 Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, 36 nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. 37 Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? 39 E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? 40 Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me. 41 Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. 42 Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; 43 ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. 44 Anch’essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? 45 Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l’avete fatto a me. 46 E se ne andranno, questi all´annientamento eterno, e i giusti alla vita eterna».

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.