La partenza di Cristo

Buona sera. Ho una domanda da farvi. Da come ho capito, l´illustrazione dello Schiavo Fedele e Discreto é strettamente collegata alla partenza di Cristo. Quando avviene questa partenza? Grazie

Grazie per averci scritto. Cristo stesso afferma in Matteo 28:20 “Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni fino al termine del sistema di cose”. A quale termine del sistema di cose” si stava riferendo Cristo? Nella mente dei suoi apostoli il “sistema di cose” che doveva “terminare” non era questo mondo così come lo conosciamo nel XXI secolo. Il loro “sistema di cose” era il sistema di cose romano, con Gerusalemme come capitale di una delle sue provincie. Confrontando le parole di Matteo 24:1-3 si comprende che Cristo stava promettendo di essere con i suoi apostoli fino a un periodo vicino alla distruzione di Gerusalemme. Qualche tempo dopo che quel “sistema di cose” sarebbe terminato, Cristo sarebbe “partito” dalla sua congregazione.

Le Scritture indicano come tramite varie visioni date a suoi fedeli discepoli come Stefano, Anania, Giacomo, Paolo, Giovanni e forse altri di cui non conosciamo il nome, Cristo continuò ad essere presente attivamente come Capo della congregazione per decenni dopo la sua morte e ascensione al cielo. (At 7:56; 9:10,17; 18:9; Ri 1:1). Quindi la sua “partenza” non si verifica con la sua morte e risurrezione nel 33 E.V. Anche se invisibile, Cristo continua ad essere presente.

Mentre l’apostolo Giovanni era prigioniero a Patmos, Cristo gli appare una ultima volta in visione. Questa ultima apparizione viene descritta nel libro biblico di Rivelazione. (Ri 1:19) Probabilmente le ultime parole che Cristo rivolse direttamente ai discepoli in qualità di Capo della congregazione furono le parole conclusive che troviamo in Rivelazione 22:20: “Sì, vengo presto”. Con la stesura di Rivelazione, la parousìa di Cristo nel primo secolo termina. Non è un caso che le ultime parole che Cristo rivolge ai suoi discepoli sono in relazione alla sua futura venuta. Evidentemente, da quel momento in poi inizia quello che possiamo definire la sua “partenza” e la sua relativa “assenza” dalla congregazione.

Non risulta che Cristo sia apparso successivamente in visione a qualche altro discepolo. Pochissimo tempo dopo la stesura di Rivelazione, con la morte dell’apostolo Giovanni, le Sacre Scritture vengono completate. Non vengono mandati altri messaggi ispirati ai suoi discepoli. Con la morte di Giovanni, avvenuta poco tempo dopo la stesura di Rivelazione e delle altre Scritture redatte da lui, si interrompe anche la possibilità di trasmettere i doni dello spirito. (1 Co 13:8) Quando coloro che avevano ricevuto i doni dello spirito dagli apostoli terminarono la loro vita terrena, il periodo apostolico volse al termine. Tutti questi avvenimenti rendono evidente che la partenza di Cristo è simbolicamente avvenuta dopo la “fine del sistema di cose” giudaico, con la fine del periodo apostolico.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.