L´albero di Natale di Geoffrey Jackson

30 NataleOramai tra pochi giorni è Natale. Sei un Testimone di Geova. Fuori nevica. Sei in servizio e cerchi di riscaldarti. Dentro le case si illuminano a intermittenza le luci di un albero di Natale. Dici a te stesso: a essere bello é bello essere li al calduccio vicino l´albero. Ma io un albero di Natale, in casa mia, non lo metterei mai. È paganesimo.

Si, ma tu non sei Geoffrey Jackson.  Perché?

Risentendo il dialogo tra G.J. e il Giudice che lo ascolta nella audizione della Commissione Reale Australiana non si puó fare a meno di ascoltare questo scambio di battute tra il Giudice e il mitico G.J.

Giudice. So, for example, if they [a Jehovah’s Witness] had become inactive or sought to fade without formally disassociating, and the elders came to visit and found them celebrating Christmas or a birthday, they would be found to be in transgression of the rules, would they not?

G.J. That is not my understanding. But again, as I said, it is not my field, that goes into policy with regard to those type of things, but from my personal experience, that’s not the case.

Tradotto verrebbe reso cosí:

Giudice: Se, per esempio, un Testimone di Geova diviene inattivo o non é formalmente disassociato,  e un anziano lo va a trovare e le trova celebrando il natale o un compleanno, sarebbe stato considerato come uno che trasgredisce le regole, o no?

G.J. Non é questa la mia comprensione. Ma, lo ripeto, non é il mio campo, non ho a che fare con le procedure su cose di questo tipo, ma dalla mia esperienza personale, non é cosi.

fine citazione

Che dire: non ci resta che augurare buon Natale a tutti i Testimoni di Geova dal mitico G.J.  Per gli auguri di Buon Capodanno, aspettiamo la prossima intervista di Jackson. 🙂

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.