Le menti nobili

Nell’ultimo anno e mezzo 103.907 diversi computer si sono collegati almeno una volta con il sito Geova.ORG. Ma quante delle persone che si trovavano dietro questi computer hanno realmente letto, approfondito, meditato su quanto veniva scritto? Quanti si sono presi il tempo per andare a rileggersi gli articoli scritti nel passato per avere una visione d’insieme? E quanti invece semplicemente hanno curiosato e sono andati via? Grazie ai potenti mezzi messi a disposizione di Google Analytics, al quale Geova.ORG è collegato, abbiamo fatto una ricerca ragionata.

Abbiamo visto quanti gruppi di utenti di determinate città tornano sul sito Geova.ORG almeno 4/5 volte e restano a leggere gli articoli scritti per un periodo superiore ai 5 minuti. Un atteggiamento simile evidenzia qualcuno che si prende il tempo di cercare, di andare a leggere i vecchi articoli e di capire. Quanti “gruppi di studio” si sono formati grazie a Geova.ORG nelle singole città? Vi proponiamo i dati.

Dato che al 99% queste persone sono tutte Testimoni di Geova, probabilmente nelle loro stesse città questi non si conoscono tra loro. Forse hanno avuto paura di uscire allo scoperto per non essere disassociati. Ma sono tutti li. Che lo abbiano saputo o no, hanno formato dei veri “gruppi” di Testimoni Riformati. Un giorno si cercheranno, si troveranno, studieranno insieme anche loro? Battisti diceva: “lo scopriremo solo vivendo….”.

Segue elenco delle “menti nobili”…

Offenburg: 13 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 23 minuti e 19 secondi

Ardea: 11 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 18 minuti e 32 secondi

Martina franca: 22 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 17 minuti e 19 secondi

Benevento: 58 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 15 minuti e 22 secondi

Nuremberg: 44 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 14 minuti e 47 secondi

Viterbo: 20 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 14 minuti e 12 secondi

Rieti: 19 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 12 minuti e 13 secondi

Gravina di Catania: 11 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 11 minuti e 28 secondi

Albino: 13 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 9 minuti e 42 secondi

Friedrichshafen: 68 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 9 minuti e 19 secondi

Bern: 53 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 9 minuti e 15 secondi

La Louviere: 30 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 8 minuti e 30 secondi

Lanciano: 57 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 8 minuti e 22 secondi

Arezzo: 184 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 7 minuti e 40 secondi

Cagliari: 263 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 7 minuti e 13 secondi

Quartu Sant’Elena: 155 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 49 secondi

Nocera inferiore: 71 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 47 secondi

Livigno: 44 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 40 secondi

Montelupo Fiorentino: 23 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 36 secondi

Sassari: 145 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 33 secondi

Gravina di Puglia: 29 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 30 secondi

Winterthur: 11 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 26 secondi

Frankfurt: 130 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 25 secondi

Bietigheim-Bissingen: 104 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 16 secondi

Laveno: 29 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 12 secondi

Dublino: 33 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 07 secondi

Bassano del grappa: 400 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 5 secondi

Pordenone: 66 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti e 02 secondi

Ravensburg: 20 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 6 minuti netti

Pescara: 862 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 55 secondi

Avellino: 79 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 52 secondi

Matera: 63 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 50 secondi

Stuttgart: 598 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 47 secondi

Barletta: 187 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 46 secondi

Molfetta: 38 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 45 secondi

Foggia: 563 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 44 secondi

Brindisi: 60 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 41 secondi

Gallipoli: 45 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 38 secondi

Zug: 11 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 37 secondi

Lecce: 290 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 36 secondi

Giarre: 21 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 36 secondi

Melbourne: 19 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 36 secondi

Trani: 29 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 35 secondi

Lido di Jesolo: 52 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 35 secondi

Augusta: 288 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 34 secondi

Venezia: 1236 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 31 secondi

Giulianova: 41 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 29 secondi

Lodi: 17 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 28 secondi

Nola: 39 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 23 secondi

Colonia: 111 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 31 secondi

Bergamo: 758 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 14 secondi

Varese: 204 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 12 secondi

Montesilvano: 407 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 11 secondi

Ivrea: 29 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti e 10 secondi

Udine: 800 computer si collegano regolarmente e restano sul sito ogni volta mediamente per 5 minuti netti

 

Classica delle città con numero di “diversi computer che accedono” maggiore di 500, indipendentemente da quanto tempo restano collegati

Roma: 13.974

Milano: 13.276

Napoli: 4.153

Torino: 3.784

Bologna: 2.567

Firenze: 2.463

Palermo: 1.862

Catania: 1.637

Venezia: 1.236

Genova: 1.197

Bari: 1.111

Monza: 1.028

Chieti: 997

Padova: 876

Pescara: 862

Trento: 800

Bergamo: 758

Zurigo: 692

Lucca: 676

Mannheim: 653

Parma: 646

Vicenza: 641

Verona: 641

Stuttgart: 598

Foggia: 563

Brescia: 560

Novara: 513

Treviso: 508

Prato: 501

 

I tre post più letti?

Pastore con tutta l’anima

La ragazza del mondo

Ma voi chi siete?

20 Commenti

  1. Beh speriamo che a forza di collegarsi al sito per studiare non si riducano come quello nella foto. 🙂
    A parte gli scherzi i numeri sono impressionanti per un blog che si rivolge esclusivamente a TDG in lingua italiana e messo su praticamente senza mezzi economici.

  2. Faccio un appello a tutti coloro che vivono a BASSANO DEL GRAPPA o nelle vicinanze o che mi conoscono: Chi vuole contattarmi per avere informazioni o per un confronto diretto o solo per curiosità lo invito a mettersi in contatto con la Redazione che autorizzo fin da subito a fornire i miei recapiti. Vi garantisco la massima discrezione! Forza Fratelli è in gioco la vostra spiritualità!

  3. In questo caso i numeri non sono solo fredde cifre: dietro questi dati ci sono delle vite, dei cuori, delle menti che si stanno risvegliando. È un piacere vedere che il numero dei moderni bereani continua ad aumentare.

  4. eccomi qui…mi hanno liberata😁 x la gioia o dispiacere di qualcuno😛 gli amministratori hanno voluto prendersi un pò di tempo prima di decidere se abilitarmi🙄 restando a bomba sul pezzo…il post…un pò di anni fa lessi un fantastico e illuminante libro, il suo titolo catturò la mia attenzione in un annoiato e infausto pomeriggio di aprile..: “SI STA FACENDO SEMPRE PIÙ TARDI”…. è il racconto di avvenimenti come avrebbero potuto essere..,SE..SE…SE…tastieristi in incognito, tra cui miei amici di merenda e bisboccie😚,parenti affini😘 curiosi😜; qualcuno di come avrebbe potuto essere leggerà in FUTURO, la domanda è: tu ci sarai?🤔 coraggio che si fa sempre più tardi😘

  5. Effettivamente, dalla nascita del sito sono passati ormai due anni.
    Questi risultati sono la dimostrazione che il candelabro di Laodicea è stato avvisato e ha avuto tempo di fare gli aggiustamenti necessari.
    L’ammonimento però rimane ancora lo stesso:
    “So che non sei né freddo né caldo, sei tiepido, ed io sto per vomitarti.
    Tu dici di te stesso: “Non ho più bisogno di nulla”! E non ti accorgi di essere un miserabile, un infelice, un poveretto, qualcuno cieco e nudo.
    Io rimprovero e castigo coloro per cui provo affetto. Diventa INFUOCATO e cambia vita!”
    Pensare di esserci ormai liberati dalla “prigione mentale” dei testimoni di Geova, solo perché abbiamo conosciuto la falsità delle dottrine, abbiamo scoperto gli inganni e abbiamo letto i libri di Teofilo, in realtà rimane un’altra illusione. L’invito è di diventare INFUOCATI. Rimanere dietro una tastiera, avere paura che gli anziani sappiano del materiale che di nascosto viene studiato, autoconvincersi che un rapporto in bianco o la saltuaria presenza alle adunanze rappresenti una sorta di indipendenza o emancipazione, in verità vuol dire solo cambiare nome alle catene che tengono vincolati.
    Il corpo direttivo è stato avvisato, sono passati due anni dall’invito a non rimanere tiepidi, si è avuto tutto il tempo per prendere posizione.
    Questa è l’ennesima esortazione al candelabro di Laodicea.
    La paura di essere disassociati, o di perdere una posizione dimostra che ancora non si è capito in che tempi stiamo vivendo.
    @Aaron Secondo me, tanti testimoni di Geova che si nascondono dietro al sito, sono in realtà da tantissimo tempo come il tizio nella foto, e pensano di essere più vivi che mai.

    • Laodicese sono d’accordo con te. Non dobbiamo cadere nell’errore di credere che quell’avvertimento di Ieosus fosse solo per il Corpo Direttivo e per chi si associa con i tdg. Tutti noi del candelabro di Laodicea abbiamo la responsabilità davanti a Ieosus di fare del nostro meglio per condividere con altri ciò che abbiamo ricevuto, invece di tenercelo solo per noi come quello schiavo dell’illustrazione dei talenti che sotterrò il suo talento e il Maestro lo definì un fannullone.

  6. Questo articolo è molto incoraggiante. Mi fa capire che la religione non è riuscita ad appiattire la mente di tutti, almeno non completamente. C’è ancora chi cerca il Padre.

  7. Sono dei dati stupefacenti e non posso che esserne felice anzi strafelice e spero che i semi germoglino.
    Invito tutti gli utenti che si collegano da Padova e che vogliono approfondire di contattarmi.Come Davide autorizzo la redazione a fornire i miei recapiti.
    Non temete fratelli non è il momento di indugiare siamo e sono a vostra disposizione, continuate a leggere e a farvi una VOSTRA idea della situazione in cui realmente vi trovate.

  8. (Scusate mi è partito il commento prima di competarlo) dicevo che solo poche persone 6 o 7 legessero il sito! ! Comunque spero anche io che si sveglino prima che sia troppo tardi .

Leave a Reply