Lo Schiavo Fedele non esiste più

Quanti Testimoni di Geova crederebbero ad una dichiarazione come questa: Lo schiavo fedele e discreto non esiste più? Probabilmente nessuno, o molto pochi. Dispiace dirlo per loro, ma questo è quanto è stato scritto “dietro le righe” nel corso degli ultimi quattro anni, ed è questo che si annuncerà in maniera definitiva “quando i tempi saranno maturi”. Ottobre? Chissà.

Andiamo con ordine. Dove sta scritto che lo “schiavo fedele e discreto” non esiste più? È stato scritto proprio nella rivista Torre di Guardia. Ma è stato scritto in maniera tale che solo una mente allenata al linguaggio legale può comprenderlo. Ad esempio un avvocato. E proprio agli avvocati era indirizzato questo “intendimento” dietro le righe.

Ripercorriamo le cose dall’inizio. Cosa rappresentava lo Schiavo Fedele e Discreto grossomodo dal 1918 in poi? La w05 15/9 p. 22 par. 9 rispondeva dicendo: “Lo “schiavo” è il gruppo di cristiani unti presenti sulla terra. A questa classe dello schiavo è affidata la responsabilità di curare gli interessi terreni di Gesù e di provvedere cibo spirituale a suo tempo”. Quindi, per farla semplice, lo schiavo era composto da qualsiasi Testimone di Geova che si professava “unto”. Ne erano alcune migliaia.

Che ruolo aveva questo schiavo? La w08 15/1 p. 24 par. 1 diceva: Quando ispezionò lo “schiavo” nel 1918, Cristo trovò gli unti sulla terra impegnati a provvedere fedelmente cibo spirituale “a suo tempo”. Perciò Gesù, il Signore, fu felice di costituirli “sopra tutti i suoi averi”. Per farla semplice, chi “comandava” sulla organizzazione dei Testimoni di Geova sulla terra a livello mondiale? Su tutti i Testimoni di Geova c’era lo schiavo fedele e discreto preso nel suo insieme, tutti i 144.000. Loro erano la “testa” dei Testimoni di Geova, ed erano facilmente identificabili dal fatto che prendevano gli emblemi. Se c´era un “capo” terreno dei testimoni di Geova, questi erano loro.

Che ruolo aveva il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova in questa disposizione?

Sempre la  w05 15/9 p. 22 par. 9 dice: “All’interno del composito “schiavo fedele e discreto”, un piccolo gruppo di sorveglianti qualificati forma il Corpo Direttivo, che funge da rappresentante della classe dello schiavo. Essi dirigono l’opera mondiale di predicazione del Regno e fanno sì che venga provveduto cibo spirituale a suo tempo”. Il Corpo Direttivo era solo un “rappresentante” dello Schiavo, una sorta di amministratore delegato a cui veniva data carta bianca perché ci si fidava di loro. La differenza tra Schiavo e Corpo Direttivo era lampante. Teoricamente, lo Schiavo poteva dimissionare in qualsiasi momento il Corpo Direttivo, visto che era solo un suo “rappresentante”. Viceversa il Corpo Direttivo non poteva dimissionare lo Schiavo, perché, secondo la teologia dei Testimoni di Geova, questi erano “unti” nominati direttamente da Dio.

Poi venne il 2013, e tutto venne cambiato.

Cosa o chi rappresentava lo Schiavo Fedele e Discreto dal 2013? Senza consultare nessun membro dello Schiavo Fedele e Discreto, gli 8 membri del Corpo Direttivo autoproclamarono quanto dice la w13 15/7 p. 22 par. 9 che dice: “Lo schiavo fedele è composto da tutti i cristiani unti presenti sulla terra? No …. lo schiavo è formato da un piccolo gruppo di fratelli unti che sono direttamente impegnati a preparare e dispensare cibo spirituale durante la presenza di Cristo. Nel corso degli ultimi giorni questi fratelli unti hanno prestato servizio insieme presso la sede mondiale. Negli ultimi decenni è stato il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova a formare lo schiavo”.

Qui viene il bello. Ora dovete accendere tutti i neuroni a vostra disposizione. Il 99,99% dei Testimoni di Geova ha letto in questa dichiarazione che lo Schiavo aveva semplicemente cambiato identità. Dall’essere i circa 15.000 Testimoni di Geova che si proclamano “unti” ora si definiva composto dolo dagli 8 membri del Corpo Direttivo. Sembrava che con un autentico “colpo di stato” gli 8 membri del loro Corpo Direttivo erano passati dall’essere semplici “rappresentanti” dello Schiavo, all’essere lo Schiavo stesso, espellendo tutti gli altri unti da questa posizione. Ora erano soltanto loro i rappresentati di Cristo in terra. In realtà, se si continua a leggere con attenzione, si comprende che la realtà è un’altra… molto, molto più profonda.

Continuando, la w13 15/7 p. 22 par. 10 dice: “Va notato comunque che, sebbene quest’ultimo sia composto da più persone, nella parabola si parla di un unico schiavo. Le decisioni del Corpo Direttivo vengono dunque prese collegialmente….Che dire, poi, dei membri del Corpo Direttivo, che oggi compongono lo schiavo fedele e discreto? Anche questi fratelli hanno bisogno di essere cibati spiritualmente. È per questo che riconoscono con umiltà che, presi individualmente, sono domestici proprio come tutti gli altri veri seguaci di Gesù”. In maniera molto smaliziata da un punto di vista giuridico, la rivista dichiara esplicitamente che, in realtà, NESSUNO dei membri del Corpo Direttivo è un membro dello Schiavo. Loro sono solo domestici che dipendono da questo Schiavo.

Ma allora, chi è lo Schiavo? In maniera molto bizzarra, la rivista spiega che solo quando quei sette o otto membri sono tutti presenti in maniera “COLLEGIALE”, solo allora appare lo Schiavo Fedele e discreto. Presi singolarmente, cioè gli stessi membri quando non sono tutti radunati, nessuno di loro è un membro dello Schiavo. Qui casca l’asino. Quasi nessuno si è chiesto: ma quanto spesso questi sette tipi si riuniscono in maniera collegiale?

Il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova ha una riunione programmata ogni mercoledì, e dura un paio di ore. Ergo, nel migliore dei casi, lo Schiavo Fedele e Discreto “appare” tra i Testimoni di Geova solo per un paio di ore durante il mercoledì. Questo solo in teoria. In realtà, questo non accade quasi mai. Come si può vedere dai vari annuari, e ormai da Facebook e YouTube, tutti i membri del Corpo Direttivo vengono continuamente mandati in giro per il mondo in missione: visitano filiali, tengono assemblee, dedicano nuove strutture, e così via. Nella realtà della vita, i sette non sono quasi mai presenti tutti insieme.

La riunione collegiale che dà vita allo “Schiavo”, sempre secondo la loro teologia, si tiene forse soltanto ad ottobre, nella loro Adunanza annuale, e in poche altre occasioni. Nella realtà della vita, questo schiavo non c’è e quindi non decide un bel niente. Ma non è finita qui.

Andiamo più a fondo. Quando lo Schiavo Fedele e Discreto viene messo “a capo” di tutti i suoi averi, cioè di tutti i Testimoni di Geova della terra? Prima si diceva che questo era accaduto a partire dal 1918. Quindi, dal 1918, lo Schiavo Fedele e Discreto (che teoricamente dovrebbe essere il Corpo Direttivo quando si raduna al completo) era responsabile per tutto quello che i Testimoni di Geova facevano sulla terra. Questo prima. Ora non più.

Continuate a tenere bene accesi i neuroni, e leggiamo la  w13 15/7 p. 25 par. 18 che dice: “Quando verrà per il giudizio durante la grande tribolazione, Gesù troverà lo schiavo fedele lealmente impegnato a dispensare cibo spirituale ai domestici al tempo opportuno. Allora sarà lieto di conferirgli il secondo incarico: lo costituirà su tutti i suoi averi. Coloro che formano lo schiavo fedele riceveranno tale incarico quando otterranno la ricompensa celeste e regneranno con Cristo”. Incredibile a dirsi, la rivista Torre di Guardia dichiara pubblicamente che i membri del Corpo Direttivo, o Schiavo, non hanno ricevuto nessuna autorità “sopra a tutti i Testimoni di Geova” in questo momento. Questo avverrà in futuro, quando questi andranno in cielo. Ma per il momento, loro non sono “a capo” di niente…

Sembra incredibile come davvero pochi Testimoni di Geova abbiano capito il senso di quell’articolo: Riletto con attenzione, viene scritto nero su bianco che lo schiavo è una entità immateriale che compare solo quando tutti i membri del Corpo Direttivo sono tutti radunati assieme, e comunque non ha ricevuto nessuna autorità da Cristo sopra tutti i suoi averi. Ora, la rivista del Febbraio 2017 aggiunge: “Il Corpo Direttivo non è ispirato e nemmeno infallibile. Quindi, a volte può commettere degli errori in merito a questioni organizzative o dottrinali.”

Riassumendo, negli ultimi anni la Watchtower ha detto che: per la maggior parte del tempo, lo schiavo fedele e discreto non c’è (devono essere presenti tutti i membri del Corpo Direttivo collegialmente per formarlo). Questo schiavo non ha ancora ricevuto il mandato da Cristo “sopra tutti gli averi”. Questo schiavo non è ispirato. Questo schiavo può commettere errori dottrinali, che vuol dire che può spiegare le scritture in maniera sbagliata.

Perché, tra le righe, stanno ormai dicendo chiaramente che questo Schiavo, inteso come guida spirituale mandata da Dio in terra, non esiste?

La risposta la dà la signora Barbara Anderson (Una ex collaboratrice del Corpo Direttivo nel Reparto Scrittori) sul suo sito Facebook. Potete leggerlo qui:

https://www.facebook.com/barbara.anderson.56863221/posts/10207769429815738

Secondo la Anderson, sembra che il 26 luglio 2011 ci sia stato il tentativo da parte di alcune autorità di addebitare al Corpo Direttivo dei testimoni di Geova parte della responsabilità sui casi di pedofilia all’interno dei Testimoni di Geova in Australia. (Caso B12083367).

Secondo la signora Anderson, da qui nasce il tentativo spregiudicato del Corpo Direttivo di “chiamarsi fuori”, come ha ampiamente dimostrato Geoffrey Jackson durante l’audizione davanti alla Commissione Australiana. In quella circostanza quel membro del Corpo Direttivo ha chiaramente detto molte volte di non occuparsi di molti aspetti organizzativi dei Testimoni di Geova, ma di essere poco più di un semplice traduttore.

Sempre secondo la Anderson, i legali della Watchtower, in quella occasione definirono lo Schiavo Fedele e Discreto come una semplice “disposizione teocratica”, e non un ente né fisico né di nessun altro genere. Sembra che lo stratagemma abbia funzionato. Le riviste che sono seguite a quella storica dichiarazione hanno fornito la base “Scritturale” per certificare la “morte” dello Schiavo. Da guida di Cristo sulla terra, è stato trasformato in una semplice “disposizione teocratica”. E quelli che pensando di essere “unti”? Una recente rivista ha spiegato che molti di loro hanno problemi mentali.

Si scende, signori. Prima le donne e i bambini. E non dimenticate di dare la mancia al tassista…

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.