Prince e i soliti raccomandati

La Traduzione del Nuovo Mondo recita in Deuteronomio 10:17: “Poiché Geova vostro Dio è l’Iddio degli dèi e il Signore dei signori, l’Iddio grande, potente e tremendo, che non tratta nessuno con parzialità né accetta regalo”. Sono delle parole davvero belle. Sul fatto che Dio non accetti regalo, non ci piove. La domanda è: i seguaci della Watchtower accettano regalo? Vediamo.

Michael-Jackson-Thriller-2

La Svegliatevi del 1984 del 8/2 p. 15, parlando di un vecchio videogioco chiamato “Dungeons and Dragons” dice: “Un semplice sguardo ad alcuni personaggi e mostri menzionati nel principale manuale di Dungeons and Dragons dovrebbe bastare per convincere i cristiani che questo gioco non fa per loro. Vi sono maghi, medium, veggenti, stregoni, folletti, diavoli, spiriti maligni, orchi, scheletri, spettri, vampiri e zombie, per citarne solo qualcuno! I giocatori esperti devono imparare molte cose sulle caratteristiche di compagni di giochi così orribili. Ma i cristiani hanno il comando di non imparare le “cose profonde di Satana”. — Rivelazione 2:24.”

Sullo stesso tono, la Svegliatevi del Settembre 1993, nell´articolo “La verità su Halloween” dice: “VAMPIRI, LUPI MANNARI, STREGHE, ZOMBIE Tutte queste figure sono da lungo tempo associate al mondo degli spiriti malvagi….Feste come Halloween sono in contrasto con la Bibbia, che avverte: “Nessuno tra di voi […] pratichi la divinazione o cerchi di indovinare il futuro, nessuno eserciti la magia, né faccia incantesimi, o consulti spiriti e indovini; nessuno cerchi di interrogare i morti” (Deuteronomio 18:10, 11, Parola del Signore; vedi anche Levitico 19:31; Galati 5:19-21).

Alla luce di quanto abbiamo detto, è giusto che sappiate delle oscure origini di Halloween e di altre feste simili. Capendo cosa c’è alla radice di queste celebrazioni potreste decidere di unirvi alle molte persone che si rifiutano di prendervi parte. – fine citazione

Quindi la posizione ufficiale della Watchtower sugli zombie, i lupi mannari e simili è netta: persino giocare ad un videogioco che contiene zombie, lupi mannari, vampiri e simili equivale a conoscere “le cose profonde di Satana”. Vedersi telefilm come Buffy, Twilight o altri racconti sui vampiri viene considerato un peccato serio. Addirittura andare in giro mascherato in quel modo equivale a praticare la divinazione, la magia e simili. Se un Testimone di Geova si veste da lupo mannaro, zombie o simili verrebbe disassociato.

O meglio, verrebbe disassociato se non avesse un grande conto in banca. Se viceversa il tipo possiede i mezzi per fare “cospicui doni”, le cose cambiano. Non ci credete? Bene, prendiamo come esempio il notissimo caso di una leggenda le Pop deceduta, Michael Jackson. Questa stella del Pop, il 12 Novembre del 1983 pubblica l´album leggendario chiamato “Thriller”, che con una vendita di oltre 115 milioni di copie, é l´album più venduto della storia della musica leggera. Qual´era il soggetto principale del video del pezzo “Thriller”? Possiamo riassumerlo così.

Il video inizia, in un’ambientazione anni cinquanta, con un ragazzo (Michael Jackson) che si dirige a bordo di una macchina verso la campagna con una ragazza. Improvvisamente finisce la benzina e i due scendono. Ad un certo punto appare la luna piena e il ragazzo inizia a trasformarsi in un orribile lupo mannaro, gridando alla ragazza di fuggire via. La ragazza corre scioccata attraverso il bosco, inseguita dal lupo. La bestia, dopo aver mandato un agghiacciante ululato, la raggiunge e si scaglia contro di lei, uccidendola con i suoi artigli.

Poco dopo, la scena del lupo mannaro si rivela essere un film horror proiettato nella sala d’un cinema, e nell’audience vediamo Michael Jackson con la sua ragazza. I due escono dal cinema. Passano vicino ad un cimitero, dove una voce cupa (quella dell’attore Vincent Price, notissima voce terrificante dei film Horror) fa resuscitare degli zombie che s’alzano dalle tombe e vanno verso l’esterno.. I morti viventi accerchiano e la coppia, che cerca di non farsi toccare, ma quando la ragazza si volta, il fidanzato ha la pelle rinsecchita e gli occhi incavati come gli zombie stessi. Lei s’allontana ed i morti iniziano a ballare. La ragazza, alla fine del ballo macabro, si rifugia in una casa abbandonata e chiude imposte e finestre, ma gli zombie la raggiungono. Allora la donna si cinge la testa con le mani, chiude gli occhi e grida.

Quando riapre gli occhi, trova il suo fidanzato che le porge la mano nella stessa stanza, però illuminata e del tutto normale, scoprendo che era un incubo. Lui gentilmente l’aiuta a rialzarsi, lei lo abbraccia teneramente e fanno per andarsene a casa di lei. A questo punto, Jackson si volta verso la telecamera con un sorriso malizioso, mentre ha gli occhi gialli e le pupille verticali, come il lupo mannaro all’inizio del video. Per chi non era ancora nato in quel periodo, vi mostriamo il video originale.

Difficile non descrivere il video “Thriller” diversamente da quello che è: un video Horror basato sul demonismo. A quel tempo Michael Jackson era probabilmente il più famoso Testimone di Geova americano. Come si comportò la Watchtower verso questo giovane che aveva “peccato” (dal punto di vista della Watchtower) davanti agli occhi del mondo intero, visto che il video “Thriller” fu visto svariate centinaia di milioni di volte nei programmi musicali di tutto il mondo?

Per il signor Jackson, membro “raccomandato” della Watchtower, non ci fu nessun Comitato Giudiziario ad aspettarlo, come sarebbe accaduto a qualsiasi comune mortale. Al contrario, caso forse unico nella storia della Watchtower, gli fu permesso di spiegare pubblicamente le sue ragione attraverso le pagine della Svegliatevi!!! Per chi pensa che ce lo siamo inventando, vi riportiamo quanto scritto. Potete leggerlo sulle vostre stesse riviste

*** g84 22/9 pp. 19-20 Che dire dei video musicali? ***

“Non lo rifarei mai!”

In un altro popolare video, Thriller, si vede il cantante [Michael Jackson n.d.r] che si trasforma prima in un “uomo gatto” [notate, non usano la parola lupo mannaro… n.d.r], poi in un “mostro” danzante [notate, non usano la parola zombie… n,d,r]. Non volendo evidentemente far pensare agli spettatori che esso incoraggi lo spiritismo, il film comincia con queste parole: “A motivo delle mie forti convinzioni personali, desidero ribadire che questo film non sostiene assolutamente la credenza nell’occultismo. — Michael Jackson”. Nondimeno era così realistico che alcuni che l’hanno visto hanno ammesso di essere inorriditi in principio. Cosa intendeva comunicare questo cortometraggio? E ripensandoci come si sente al riguardo il cantante, Michael Jackson?

“Non lo rifarei mai!” dice Jackson. “Intendevo solo fare un buon cortometraggio, non portare deliberatamente sullo schermo qualcosa che spaventasse gli spettatori o fare qualcosa di male. Io desidero fare ciò che è bene. Non rifarei mai una cosa del genere”. Perché no? “Perché moltissimi ne sono stati turbati”, spiega Jackson. “Questo mi fa sentire male. Non voglio che si sentano così. Ora mi rendo conto che non è stata una buona idea. Non farò mai più un video del genere!” E prosegue dicendo: “Anzi, ho fermato, dove dipendeva da me, l’ulteriore distribuzione del film, inclusa la distribuzione in alcuni altri paesi. Mi fanno ogni specie di proposte per il lancio di Thriller, ma io rispondo loro: ‘No e poi no. Non voglio far niente su Thriller. Basta con Thriller’”. _ Fine della citazione.

Micheal-Jackson-Thriller

A quanti dei Testimoni di Geova che stanno leggendo questo post, e che hanno commesso uno sbaglio, al posto di un “Comitato Giudiziario” hanno offerto la possibilità di “chiarirsi” direttamente sulle pagine della rivista Svegliatevi? Se non vi é stato permesso di farlo, prendetevela con i vostri genitori che quando siete nati non vi hanno chiamato Michela Jackson, e con voi stessi che non avete un conto in banca simile al suo. (Qualche anno dopo fu lo stesso Jackson a sbattere la porta e lasciare i Testimoni di Geova, senza voler farci mai più ritorno).

Ma i favori ai “raccomandati famosi” non finiscono certo con il re del Pop. Parlando del quasi sconosciuto ciclista giapponese Kazuhiro Kunimochi, la torre di guardia del 2011, 1/4 p. 30 dice:

“Non dimenticherò mai l’effetto che ebbe su di me Efesini 5:5, dove si legge: “Nessun fornicatore o impuro o avido — che significa essere idolatra — ha alcuna eredità nel regno del Cristo e di Dio”. Mi rendevo conto che le gare erano collegate al gioco d’azzardo e incoraggiavano l’avidità. La mia coscienza cominciò a esserne turbata. Sentivo che se volevo piacere a Geova Dio dovevo smettere di gareggiare. Fu però una decisione difficile.” – fine citazione.

La scelta del signor Kazuhiro di abbandonare lo sport agonistico, anche se era la sua professione, segue il comando della Watchtower contenuto nella svegliatevi del 1986 8/11 p. 17, che dice;

“L’apostolo Paolo ci consiglia inoltre: “Non diveniamo egotisti, suscitando competizione gli uni con gli altri, invidiandoci gli uni gli altri”. (Galati 5:26) Anche se non c’è necessariamente nulla di male se i cristiani svolgono attività sportive con moderazione, dobbiamo guardarci dallo spirito competitivo del vincere ad ogni costo così evidente negli sport professionistici. La forte competitività può sfociare nella violenza. — Filippesi 4:5.” . fine citazione

Essendo un ciclista solo a livello nazionale, il signor Kazuhiro aveva un giro di affari piuttosto limitato, e quindi fu invitato dalla Congregazione dei Testimoni di Geova a lasciare il suo sport. Cosa sarebbe accaduto se il signor Kazuschiro avrebbe avuto un giro di affari con molti zeri e un grosso conto in banca con tantissimi zeri?

venus-serena-flag

In quel caso sarebbe rientrato nella zona VIP dei Testimoni di Geova, come lo sono ad esempio Serena e Venus Williams due sorelle, che sono probabilmente due delle più forti tenniste della storia del tennis. Finora, Serena sembra essere l´unica tennista al mondo che abbia raggiunto la cifra di 70 milioni di dollari di guadagno, seguita di poco dalla sorella Venus. Entrambe sono Testimoni di Geova. Come mai nessuno ha invitato le gentili sorelle Williams a “mettere il Regno al primo posto” come fecero con il signor Kazushiro? Come mai le sorelle giocano torneo dopo torneo a livello mondiale, e nessuno batte ciglio?

E come mai a Venus Williams viene permesso di continuare ad essere una testimone di Geova anche dopo che ha posato completamente nuda per ESPN? Una normale adolescente avrebbe ricevuto un Comitato Giudiziario anche solo per una foto “spinta”. La signorina Venus Williams ha mostrato ripetutamente le sue “grazie” su giornali e video di tutto il mondo, ed è ancora una Testimone di Geova. Potere dei soldi?

Parliamo di un terzo esempio. Prince Rogers Nelson, noto con il nome d’arte di Prince. Da, 2003 Prince era un Testimone di Geova. Aveva anche sposato una testimone di Geova. In questo link http://www.people.com/article/prince-dead-jehovah-witness-release-statement la chiesa locale dei Testimoni di Geova si è affrettata a dire che Prince condivideva la sua fede con altri, e quindi era un Testimone di Geova attivo, e lo è stato per gli ultimi 13 anni, senza mai essere stato disassociato.

princesymbol_6601

Ma non è lo stesso Prince che fino a 48 ore fa aveva come simbolo di se e della sua casa il simbolo del sesso maschile unito a quello femminile? Quanta importanza dava il testimone di Geova Prince al punto di vista della Bibbia sul sesso? Una intervista comparsa su Repubblica nel 2015, a cura di Carlo Moretti, vengono dette queste parole:

Intervistatore: Lei è diventato un testimone di Geova: la sua nuova fede influenza la scrittura dei testi, in passato molto espliciti e sexy?

Prince risponde: “La fede ha influenzato il mio modo di dire le cose, spingendomi a scrivere cose vere in un modo più sincero, conciso e diretto; a pensare molto di più ai dettagli. Per quanto riguarda il sesso, non è la religione a influenzarmi, semmai il fatto che nel mio pubblico oggi ci sono anche i figli dei miei vecchi fan, che nel frattempo hanno messo su famiglia. La platea è diventata più grande, preferisco essere più sfumato rispetto a certi temi”. – Fine citazione

Se sei un Testimone di Geova e leggi questo articolo, prova a dire pubblicamente che la religione non influenza il tuo punto di vista sul sesso, e vedi cosa ti succede…. Ovviamente se non ti chiami Prince.. Verresti espulso nel giro di una settimana.

prince 2014

Ma Prince, come sa tutto il mondo, non si limitava a parlare. Lui è tranquillamente divorziato dalla sua moglie precedente, si dice Testimone di Geova. Il Messaggero dice della sua storia privata dagli inizi del 2000, quindi quando era Testimone di Geova, continuava ad essere piena di donne: “Dopo un breve rapporto con Ananda Lewis, nel 2001 Prince sposa l’italo-canadese Manuela Testolini con cui rimarrà legato fino al 2006. Tra le ultime donne che hanno gravitato nell’universo femminile del cantante restano da annoverare Bria Valente, con cui, ha avuto una relazione iniziata nel 2007 e conclusasi nel 2012 e la ballerina Misty Copeland. Tutte bellissime. Tutte irraggiungibili, ma non per il principe”. – Fine citazione

Ovviamente queste sono solo le relazioni “note” avute da Prince. Tutti i fans di Prince sanno come il geniale musicista non disdegnasse affatto le compagnie femminili, anche dopo la sua “conversione”. Che Prince si sia limitato a giocare alle parole crociate quando invitava le sue amiche in casa sua? Sicuramente gli anziani della sua congregazione ci hanno creduto..

Ci fermiamo qui, non vogliamo fare del gossip. L´obiettivo è chiaro. Non stiamo qui a sindacare sulla morale e sui comportamenti avuti da Jackson, Prince, o le sorelle Williams. Ognuno è libero di fare quello che gli pare, finché non fa del male al prossimo.

Quello che vogliamo mettere in risalto è la doppia morale, il doppio binario, il doppio metro di giudizio all´interno dell´establishment dei testimoni di Geova. Alcuni comportamenti, modi di fare e abitudini che porterebbero un “testimone di Geova” normale alla immediata espulsione, sono invece allegramente tollerati se a farlo sono loro colleghi milionari. Non ci sono problemi se lo fanno sotto gli occhi di tutto il mondo. I soldi ridanno la vista ai ciechi, e rendono ciechi quelli che dovrebbero vedere…

gerrit

Ma non può essere altrimenti, visto che il più grande esempio di raccomandato intoccabile è proprio un membro del loro Corpo Direttivo. Quando il signor Gerrit Lösch venne chiamato da un tribunale americano a giustificare la sua condotta in qualità di membro dirigente della Watchtower, abuso su un abuso minore ovviamente commesso da un altro testimone di Geova, lui dichiaro in un documento di “non prendere ordini dalla Watchtower”, ed é rimasto non solo Testimone di Geova, ma anche membro del Corpo Direttivo.(potete leggere la storia su questa pagina) Migliaia di Testimoni di Geova sono stati disassociati per aver detto molto meno. Ma ovviamente, non facevano di cognome Lösch.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.