Radiografia

È stato compiuto un censimento religioso negli USA. Hanno intervistato un campione di componenti di praticamente ogni religione presente sul suolo americano, e sono state poste loro alcune domande, uguali per tutti, per fare un sorta di “radiografia” in base all’etá, condizione sociale, istruzione e altri aspetti simili. Sono state esaminate anche alcune statistiche delle varie religioni disponibili. Nel leggere questo rapporto noi ci siamo concentrati sui dati relativi ai Testimoni di Geova. Sottolineiamo che il sondaggio è stato fatto negli U.S.A. e quindi non rispecchia una situazione omogenea in tutto il mondo. Ma, essendo gli U.S.A. la nazione con maggiori numero di Testimoni di Geova al mondo, e la nazione dove loro hanno il loro “Vaticano”, questa radiografia dovrebbe rispecchiare abbastanza da vicino la situazione mondiale dei Testimoni di Geova.

Crescita stazionaria

Tenendo conto dell’incremento demografico degli USA, negli ultimi anni i Testimoni di Geova in quel paese non aumentano in percentuale, ma crescono come il resto della popolazione. (Va detto per correttezza che le altre religioni cristiane nello stesso periodo diminuiscono, mentre buddisti e hindu aumentano). L’espansione dei Testimoni di Geova negli USA è ormai un ricordo del passato.

Incremento della diversità raziale

I Testimoni di Geova negli USA hanno il 62% di differenza raziale al loro interno. Per contrasto, i Mormoni hanno solo il 15% di diversitá raziale. Un Corpo Direttivo quasi esclusivamente “bianco” e “americano” riesce a rappresentare questo caleidoscopio di culture e modi di pensare differenti?

Identità confusa

Alla domanda se si sentono “nati di nuovo” solo il 67% ha risposto correttamente “no” (Il Corpo Direttivo insegna che i Testimoni di Geova non sono “nati di nuovo”). Un 8% ha risposto che non lo sapeva, e il 24% ha risposto addirittura di “si”, andando contro la dottrina del Corpo Direttivo.

Lentamente vanno via

Solo il 34% dei Testimoni di Geova adulti che è stato intervistato dice di essere nato in questa stessa religione. Per contrasto, la percentuale dei Mormoni è al 64%. Questo è una dato a dir poco allarmante. Molti hanno abbandonato la religione in cui sono cresciuti. Il restante 66% dei Testimoni di Geova adulti proviene da altre denominazioni religiose, o non era credente. Secondo il sondaggio, il numero dei Testimoni di Geova adulti che lascia la loro religione è di poco superiore al numero di Testimoni di Geova che entra in questa religione. Si assiste quindi ad un lento ma costante declino.

Non si sposano solo nel signore

Il 64% dichiara di essere sposato con un altro Testimone di Geova. Il restante 36%, quindi 1 su 3, è sposato con una “persona del mondo”, come dicono loro. Anche questo è un aspetto inedito.

Giovani cercasi

L’84% dei Testimoni di Geova U.S.A. ha più di 30 anni, e il 50% ha più di 50 anni. Per contrasto ben 44% dei Musulmani ha meno di 29 anni. Rispetto ai musulmani, i Testimoni di Geova sono una religione in gran parte di “vecchietti”.

Non una religione per bianchi

Solo il 36% dei Testimoni di Geova degli U.S.A. sono bianchi. Un terzo dei Testimoni di Geova U.S.A. sono ispanici, e il resto in gran parte neri. Di nuovo la domanda: perché quasi l’intero Corpo Direttivo è bianco, se i Testimoni di Geova non lo sono più?

Una religione americana

Il 75% dei Testimoni di Geova negli USA è americano da almeno 2 o 3 generazioni. Solo il 25% è composto da immigrati odierni. In paragone, ben il 61% dei musulmani e l’87% degli indù sono tutti immigrati odierni.

Senza cultura universitaria o accademica

Solo 8 Testimoni di Geova su 100 hanno un dottorato di ricerca, contro i 48 di religione indú. Solo 12 Testimoni di Geova americani su 100 vanno al college, contro i 77 di religione indú. Il 67% dei Testimoni di Geova degli USA ha una istruzione media o bassa. È di fatto la religione meno “acculturata” degli U.S.A. classificandosi all’ultimo posto.

Una religione di gente non benestante

Ben il 48% dei Testimoni di Geova negli U.S.A. guadagna meno di 30.000 dollari l’anno, la retribuzione minima americana, classificandosi all’ultimo posto di questa classifica. Solo il 4% guadagna piu di 100.000 dollari l’anno. Le contribuzioni, di conseguenza, ne soffrono.

Una religione di donne

Nonostante i Testimoni di Geova siano notoriamente una religione “maschilista” (le donne non possono insegnare pubblicamente) secondo questo sondaggio i Testimoni di Geova negli U.S.A. sono diventati una religione di donne. Su 100 Testimoni di Geova, solo 35 sono uomini e ben 65 sono donne. E questa differenza continua ad aumentare. Questo 65% non ha praticamente voce in capitolo nelle scelte che vengono compiute dalla loro comunità.

Sposarsi?

Solo la metà dei Testimoni intervistati, il 53%, dichiara di essere sposato. Un 21% non è mai stato sposato, mentre il 30% ha situazioni diverse: single, risposato o altro.

Figli?

I Testimoni di Geova americani fanno pochi figli, solo 0,6 figli a testa, contro 1,1 figli a testa dei Mormoni. Fanno meno figli di quanti adulti invecchiano, e questo porta all’invecchiamento generalizzato a cui si assiste.

CONCLUSIONI

Tramite questa “radiografia” chi è il Testimone di Geova “tipico” americano? Incredibile a dirsi, il Testimone di Geova americano “medio” è una donna di mezza etá, non molto istruita e con un salario medio-basso. Non è di razza bianca, non è stata da bambina una “Testimone di Geova” e proviene da altre religioni cristiane. Non necessariamente è sposata, e se si sposerà potrebbe anche scegliere un non-testimone di Geova. Se ha bambini, ne ha soltanto uno. Questa ipotetica “donna” è l’uditorio “tipo” a cui si rivolge il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova tramite la Torre di Guardia, JW.ORG e il Broadcasting. Il resto è solo contorno. Non dimenticatelo mai.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.