RECESSIONE

È da poco uscito l’annuario dei Testimoni di Geova 2017. Abbiamo dato una veloce occhiata alle cifre. Come avevamo ampiamente anticipato diversi mesi fa, questo è l’anno della decrescita. Vale a dire che i Testimoni di Geova che abbandonano la loro religione sono in numero maggiore di quelli che aderiscono a questo culto.

Non staremo qui a snocciolare numeri. Chi vuole vedere i numeri, può scaricarsi gratuitamente il loro annuario sul loro sito. Noi vogliamo fare una sintesi ragionata.

Come potete vedere dalla foto realizzata qui sotto (presa da www.jwsurvey.org), in Italia, Portogallo, Paesi Bassi e in praticamente tutta l’Europa dell’Est, Russia compresa, è iniziata la diminuzione. I paesi in rosso sono quelli dove è iniziata la diminuzione.

I dati ufficiali parlano di 1.000 Testimoni in meno in Ucraina, 2.000 in meno in Polonia, 2.500 in meno in Russia, e via discorrendo. Ma queste sono cifre gonfiate. Non dobbiamo dimenticare che negli ultimi anni il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova ha escogitato molti modi per “gonfiare” le statistiche. Ad esempio, se non vai nella Sala del Regno ma ascolti la funzione da casa via telefono, vieni considerato “presente”. Ora vengono invitati a battezzarsi anche i bambini, un tempo esclusi dal “conteggio”. Le persone avanti con gli anni possono segnare come “ore di predicazione” anche solo 15 minuti al mese e restare testimoni attivi. E via discorrendo. Senza tutti questi “steroidi statistici” le cifre sarebbero ancora più impietose.

Che dire degli USA, la centrale dei Testimoni di Geova? Anche negli USA si va verso l’inesorabile e irreversibile declino. Possiamo confrontare questo grafico per vedere come va la crescita dei Testimoni di Geova negli USA negli ultimi 10 anni (foto presa da www.jwsurvey.org). La curva va nettamente e rapidamente verso la decrescita. Anche negli USA, il prossimo anno, inizierà la recessione dei proclamatori.

È vero che a livello mondiale si registrano un certo numero di aumenti, ma come dicevamo prima, sono “steroidi statistici”. Stanno battezzando i bambini per poter segnare un aumento. Hanno tamponato in questo modo lo scorso anno, e i primi mesi di quest’anno. Ma, a meno che le mamme Testimoni di Geova non si mettano a sfornare figli come conigli, anche i bambini finiscono (e nei TdG finiranno in fretta perché sono stati sempre incoraggiati a non fare figli…). Finiti i bambini in età “battezzabile”, dovranno tutti affrontare la realtà: è finita.

I Testimoni di Geova hanno perso la loro credibilità: Le loro profezie non si sono avverate. Hanno perso la loro onestà: Stanno eliminando le vecchie pubblicazione per “occultare” alle nuove generazioni cosa veniva insegnato anche fino a pochi anni fa, e che ora è stato cambiato. Hanno perso la loro supposta supremazia morale: Gli scandali sulla pedofilia che li hanno colpiti hanno provocato un danno d’immagine irreversibile. Hanno perso il monopolio della comunicazione con i loro stessi adepti: Solo questo blog viene letto in lingua italiana da 56.000 persone, il 90% dei quali sono testimoni di Geova. Abbiamo 2.800 lettori a Milano, 2.500 a Roma, 2.000 tra Palermo e Catania, e via discorrendo. Ormai basta un cellulare da pochi euro, chiusi nella propria cameretta, per aprire gli occhi, e non chiuderli mai più.

 La gente, anche i Testimoni di Geova, ora sanno. Ormai è solo una questione di tempo. E loro, a Warwick, lo sanno.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.