Sorveglianti Viaggianti nel primo secolo?

Cara redazione, le pubblicazioni fanno riferimento ad Atti 15:36 per spiegare l´esistenza dei Sorveglianti Viaggianti. E´vero quello che dicono? Grazie

Atti 15:36 dice: “dopo alcuni giorni Paolo disse a Barnaba: “Soprattutto, torniamo a visitare i fratelli in ognuna delle città nelle quali abbiamo proclamato la parola di Geova, per vedere come stanno”. Messa fuori dal contesto, questa scrittura potrebbe fare capire che Paolo aveva l´abitudine di tornare regolarmente in ogni Congregazione che aveva fondato precedentemente. Le cose non stanno così.

Come si capisce leggendo il contesto, in Atti 15:36 Paolo non stava programmando la visita a una circoscrizione, come fanno credere le pubblicazioni. Viceversa Paolo stava preparando il suo secondo viaggio missionario. La sua idea era di includere nel percorso di questo secondo viaggio alcune congregazioni che erano già state fondate. Ma le avrebbe visitate solo una volta e poi sarebbe tornato ad Antiochia. Quindi l´idea che Paolo visitasse regolarmente le congregazioni, come fanno i Sorveglianti Viaggianti, é assolutamente assente nelle Scritture. Non esisteva nessuno che controllava l´andamento delle Congregazioni per conto degli Apostoli. Paolo e Barnaba erano Missionari, non Sorveglianti Viaggianti. Il loro compito era fondare congregazioni, non controllarle.

Comunque, gli Apostoli avevano anche i loro rappresentanti. Alcuni di questi erano Sila, Timoteo, Tito. Questi erano tutti Missionari mandati dagli Apostoli. Avevano grande autorità, tra cui quella di nominare anziani e servitori di ministero. Tutti i rappresentanti degli Apostoli menzionati nelle Scritture avevano lavorato fianco a fianco con qualche Apostolo prima di servire come loro inviato. Non risulta nemmeno uno che sia stato nominato “tramite lettera” come si usa fare oggi. Questi rappresentanti missionari venivano mandati in alcune cittá o regioni dove sorgeva un particolare bisogno. (Atti 15:30-34; Tito 1:5)

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.