Un nuovo membro del Corpo Direttivo?

Nell’ultimo anno in molti erano in attesa della nomina di almeno un nuovo membro del Corpo Direttivo. Questa nomina non c`è stata. Perché? Per capirlo è utile esaminare quali sono i requisiti per diventare un membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova.

Come vengono scelti i membri del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova? Molti testimoni di Geova pensano che basta essere un “unto”, ossia uno di quelli che prende il pane e il vino in occasione della Commemorazione della morte di Cristo, per poter “aspirare” a far parte del gruppo dirigente dei Testimoni di Geova. Questa è una leggenda metropolitana. Basta controllare le biografie di tutti i membri del Corpo Direttivo, e notate che non è mai stato scelto nemmeno un “anziano di congregazione” o “fratello normale”. Come mai? Questo avviene perché il primo pre-requisito necessario per entrare a far parte del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova è quello di far parte di quello che oggi viene conosciuto come: Ordine mondiale dei servitori speciali a tempo pieno dei Testimoni di Geova. Di cosa stiamo parlando?

Possiamo riassumerlo così. Un po’ alla volta, la Congregazione dei Testimoni di Geova è stata divisa orizzontalmente in due: La Congregazione A rappresentata dal “Ordine mondiale dei servitori speciali a tempo pieno dei Testimoni di Geova”. La Congregazione B racchiude tutti gli altri fratelli del mondo.

Chi fa parte della Congregazione A? Tutti coloro che vengono nominati direttamente dal Corpo Direttivo: Anziani della Betel, Sorveglianti Viaggianti, Beteliti, Servitori internazionali ecc. ecc. Il Corpo Direttivo si prende cura materialmente di questi fratelli dandogli vitto, alloggio, un sussidio, assicurazione sanitaria e previdenziale, spese di viaggio, nel caso dei Viaggianti anche la macchina ecc. ecc. La Congregazione B fornisce i soldi per il sostentamento della Congregazione A. Tutti questi fratelli della Congregazione A che vengono mantenuti materialmente fanno parte dell´Ordine mondiale dei servitori speciali a tempo pieno dei Testimoni di Geova.

Viceversa nella Congregazione B si trovano tutti coloro che vengono nominati dai Sorveglianti Viaggianti senza l´intervento del Corpo Direttivo e nemmeno delle Filiali: proclamatori locali, pionieri ausiliari e regolari, servitori di ministero e anziani locali. Il Corpo Direttivo non fornisce nessun tipo di sostentamento materiale ai membri della Congregazione B. Solo in casi di calamità viene prestato soccorso. Sale del Regno, Sale delle Assemblee e altre strutture costruite dalla Congregazione B, quando vengono dedicate, passano anche legalmente sotto il controllo della Congregazione A che fa capo al Comitato Editoriale che cura tutti gli aspetti finanziari.

I fratelli della Congregazione A e della Congregazione B non hanno lo stesso status. I membri della Congregazione A possono essere nominati e rimossi solo dal Corpo Direttivo, e devono fare un voto di obbedienza ufficiale al Corpo Direttivo, messo nero su bianco su una dichiarazione. Anche i casi giudiziari dei fratelli della Congregazione A vengono trattati solo da Anziani della Congregazione A.

Viceversa i fratelli della Congregazione B vengono nominati e rimossi da qualsiasi Sorvegliante Viaggiante di turno. I casi giudiziari vengono trattati solo a livello locale. La Congregazione Centrale non si immischia più in queste cose.

Chi entra a far parte dell´Ordine Mondiale dei Servitori a tempo pieno dei Testimoni di Geova, non deve più ubbidire soltanto a:

La Bibbia

Le pubblicazioni dei Testimoni di Geova

Il Corpo Direttivo

Deve fare voto di ubbidienza anche “all´Ordine”, una entità che richiede obbedienza assoluta.

Il secondo requisito richiesto a chi fa parte del Corpo Direttivo è quello di essere un “unto”, ossia di prendere gli emblemi durante la Commemorazione della morte di Cristo, e questo avvenga da “non oltre il 22 dicembre 1992”. Perché quella data?

In base alla stravagante dottrina delle “due generazioni sovrapposte”, il Corpo Direttivo deve sostenere che un “vero unto” deve avere almeno parte della sua “vita da unto” sovrapposta all’ultimo “vero unto” di cui si conosce la data della morte, ossia il membro del Corpo Direttivo Friedrich Franz, morto appunto il 22 dicembre 1992. Tutti coloro che si considerano “unti” dopo quella data vengono guardati con serio sospetto dalla Sede Mondiale dei Testimoni di Geova, e in ogni caso non possono essere presi in considerazione per far parte del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova.

Il terzo e ultimo requisito che deve avere un “Nuovo” membro del Corpo Direttivo è: essere simpatico agli altri membri del Corpo Direttivo. Non è una presa in giro, ma è proprio così. Non esiste infatti nessuna procedura, nessun sistema uguale per tutti per cui un Beteliti viene chiamato a far parte del Corpo Direttivo se non la simpatia che chi è già membro del Corpo Direttivo ha nei suoi confronti. Nessuno può avanzare la richiesta di far parte di quell’organo dirigente, e la scelta dei “vecchi membri” è insindacabile. Basata, appunto, solo sulla simpatia. La scelta deve essere unanime.

Sommando i tre requisiti richiesti per far parte del Corpo Direttivo e tenendo presente gli attuali contrasti interni a questo gruppo e le evidenti lotte per avere l’egemonia interna è facile comprendere perché non si riesce a nominare il nuovo membro del Corpo Direttivo.

6 Commenti

  1. Ma quindi quella storia che il loro capo è Gesù che le nomine sono fatte dallo spirito santo è parte di un altro film. Qui le dinamiche sono quelle di una comune azienda. Meditate gente meditate.

  2. Il terzo e ultimo requisito mi ha fatto davvero sorridere, anche se in effetti non ci sarebbe nulla da ridere…ma pensare alla simpatia come arma vincente per essere nominati…questo non me lo sarei mai aspettato !

  3. Beh, che le nomine sia qualcosa che spesso sono legate alla simpatia penso sia cosa nota! Ho conosciuto anziani che potevano essere soprannominati “Re Mida”. Tutto quello che toccavano si trasformava in oro. Se facevano uno studio a qualcuno il progresso era spesso tale che si trasformava in una nomina. Magari era solo un caso ma quando il “re Mida” ha tutti i parenti stretti o studi biblici che sono anziani o servitori o pioniere qualche domanda te la fai.

  4. Per quella che e stata la mia esperienza di anziano molto spesso la simpatia era il requisito principale, questo valeva dalle nomine ai privilegi di ogni tipo, ad esempio le parti per le assemblee.

Leave a Reply